Basket, preolimpico: l'Italia pesca Croazia e Tunisia

2016-01-27 08:01:44
Pubblicato il 27 gennaio 2016 alle 08:01:44
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Saranno Croazia e Tunisia le avversarie dell'Italia nel mini-girone B del torneo preolimpico in programma a Torino la prossime estate dal 4 al 10 luglio: questo l'esito del sorteggio andato in scena a Mies, in Svizzera, presso la sede della Fiba. Gli azzurri di coach Messina, che giocheranno tutte le loro partite al Pala Alpitour di Torino, hanno evitato lo spauracchio Francia ma se la dovranno vedere contro i temibili croati contro cui i precedenti sono in sostanziale equilibrio (18 le vittorie azzurre contro le 16 dei nostri avversari). Italia e Croazia si sono sfidate anche nelle qualificazioni alle Olimpiadi di Barcellona '92: la spuntarono i croati 108-62. Decisamente più abbordabile, almeno sulla carta, la Tunisia contro cui gli azzurri hanno un solo precedente che risale al 1967 (larga vittoria col punteggio di 91-49).

Le prime due classificate del mini-girone B incroceranno in semifinale le prime due classificate del mini-girone A che si disputa anch'esso a Torino e nel quale sono state sorteggiate la Grecia (piazzatasi quinta agli Europei 2015), il Messico e l'Iran. Le due squadre che vinceranno le semifinali si sfideranno nella finalissima dalla quale uscirà la Nazionale qualificata ai Giochi di Rio 2016. L'Italbasket non partecipa alle Olimpiadi dal 2004 quando conquistò una splendida medaglia d'argento ad Atene arrendendosi solo all'Argentina in finale.

Il sorteggio completo del torneo preolimpico:
Girone di Manila - Mini-Girone A: Turchia, Senegal, Canada. Mini-Girone B: Francia, Nuova Zelanda, Filippine.
Girone di Belgrado - Mini-Girone A: Serbia, Angola, Portorico. Mini-Girone B: Giappone, Rep. Ceca, Lettonia.
Girone di Torino - Mini-Girone A: Grecia, Messico, Iran; Mini-Girone B: Tunisia, Croazia, Italia.
Queste, infine, le squadre che si sono già qualificate alle Olimpiadi di Rio 2016: Brasile, Stati Uniti, Spagna, Lituania, Nigeria, Cina, Argentina, Venezuela, Australia.