Basket, Pianigiani: \"Questa Italia ha lo spirito giusto\"

2011-03-10 18:36:54
Pubblicato il 10 marzo 2011 alle 18:36:54
Categoria: Serie A Basket
Autore: Redazione Datasport.it

Andrea Bargnani che dice di voler smettere di giocare dopo le Olimpiadi del 2020 a Roma, Marco Belinelli che rinnova puntualmente - così come Danilo Gallinari - il suo amore per i colori azzurri e la Nazionale. Dolce melodia per le orecchie del ct Simone Pianigiani, convinto che il gruppo che ha cominciato a costruire la scorsa estate possa cementarsi sempre di più e togliersi grandi soddisfazioni nel giro di qualche anno.

“Lo scorso anno si è creato un clima positivo - ha detto il ct ospite negli studi di Sky in vista dell'All Star Game in programma a Milano domenica -. Siamo progrediti con rapidità e cresciuti in fretta, giocando bene e stando il meglio possibile assieme. Da qui possiamo ripartire, questo gruppo può stare potenzialmente insieme per tanti anni. Trovarsi ogni estate con lo spirito giusto può essere sufficiente per togliersi nel giro di qualche estate soddisfazioni importanti”.

A poco meno di sei mesi dal via degli Europei, la fiducia del ct azzurro nel progetto Italia cresce, malgrado si trovi contemporaneamente a doversi occupare della Montepaschi Siena, che negli ultimi quattro anno domina in Italia. “Ho la fortuna di lavorare a Siena con una organizzazione straordinaria e la Federazione ti mette a disposizione a sua volta un'organizzazione che lavora tutto l'anno e settimanalmente c'è una parte di tempo che viene dedicata alla squadra nazionale, d'estate non deve essere improvvisato nulla. L'obiettivo è quello di cercare di non lasciare nulla di intentato per essere i migliori possibile per far crescere i giocatori. Da questo punto di vista, i giorni all'All Star Game saranno importanti per scambiarsi idee per creare giocatori italiani e migliorare quelli che già ci sono”.

Pianigiani ha anche parlato del suo futuro eventuale lontano da Siena. “Per adesso sono pienamente inserito a Siena, in un programma che si rinnova ogni anno e dà stimoli continui. Se dovessi pensare ad una alternativa, lo stimolo potrebbe essere una realtà europea, completamente diversa. Alla fine di una carriera potrebbe essere stimolante. La pallacanestro europea è estremamente stimolante, il livello dell'Eurolega e della Nazionale è interessante. Da tempo dico che la Lega italiana insieme a quella spagnola è la migliore. Basta vedere con Caserta e Treviso, che dimostrano vitalità ed equilibrio del nostro campionato, eppure sono nella fase finale dell'Eurocup”.

Pianigiani parla anche delle dimissioni di Ettore Messina e del possibile ritorno in Italia dell'ex allenatore della Nazionale. “Avevo parlato con lui poco prima della gara e non mi aveva detto che si sarebbe dimesso, ma credo che ci sono dei momenti, delle situazioni che noi non conosciamo nelle quali poi una persona è giusto che faccia delle scelte forti, anche drastiche. Avrà avuto certamente motivazioni forti. Se torna in Italia? Farebbe bene, arricchirebbe il nostro campionato e il nostro movimento. Ettore è sempre stato tutte le volte che l'ho chiamato sempre disponibile, dimostrando un interesse continuo ed un attenzione per la pallacanestro italiana che è totale. Resta un patrimonio per la nostra pallacanestro”.