Non solo Olimpia: rinasce la Pallacanestro Milano

2016-02-18 15:18:40
Pubblicato il 18 febbraio 2016 alle 15:18:40
Categoria: Serie A Basket
Autore: Redazione Datasport.it

A Milano il basket non lascia anzi, raddoppia. Dopo tanti rumors sono arrivate le prime conferme sul progetto che vuole riportare in vita la storica Pallacanestro Milano 1958, il club conosciuto anche con il nome di All'Onestà, Mobilquattro, Xerox che per due decenni diede vita alla grande rivalità cittadina con la più titolata e vincente Olimpia, l'attuale EA7 Emporio Armani, prima di sparire all'inizio degli anni Ottanta dopo aver avuto nelle sue fila giocatori del calibro di Sandro Gamba, Aldo Ossola, Marino Zanatta, Chuck Jura e allenatori come Dido Guerrieri e Riccardo Sales.

A portare avanti questo progetto è Toni Cappellari, storico general manager dell'Olimpia ma cresciuto cestisticamente proprio nell'altra società milanese: lui sarebbe la figura di riferimento per una cordata americana capitanata dall'avvocato Charles Bernardini, consulente di Barack Obama durante la campagna elettorale e mediatore del processo di acquisizione dell'Olimpia Milano da parte di Joey Caputo all'inizio degli anni 2000.

Attualmente la Pallacanestro Milano, fondata nel 1955 dall'allora presidente Valentino Milanaccio anche se l'inizio dell'attività fu nel 1958, milita nel campionato di C Gold: il progetto di Cappellari e soci prevede l'acquisto in estate del titolo sportivo di serie A2 di un club che vorrebbe smantellare (si parla di Recanati) per una cifra attorno ai 500mila euro, costruire una squadra importante e dare l'assalto da subito alla promozione per avere il derby con l'Olimpia a partire dalla stagione 2017-18. La nuova Pallacanestro Milano giocherebbe nel rinnovato PalaLido, impianto che dopo l'addio di Armani è solo un grosso costo per il Comune.

In un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport' Cappellari ha detto: "Vorrei rilanciare alcune figure storiche della PalMilano. Parlo di Chuck Jura, Joe Isaac, Marino Zanatta, Eligio De Rossi e del signor All'Onestà, ovvero Giovanni Milanaccio. Per l'allenatore i candidati ideali sono due: Boscia Tanjevic perché è un costruttore di squadre e Fabrizio Frates perché è milanese cresciuto nelle giovanili della PalMilano. Per la squadra vorremmo ripartire valorizzando il prodotto interno. Un nome su tutti? Mi piace Pascolo di Trento. Sono fiducioso. Oggi dico che la PalMilano ha 70 probabilità su 100 di rivedere la serie A".

La Pallacanestro Milano ha militato in serie A ininterrottamente dal 1964-65 al 1979-80: il miglior risultato è il terzo posto ottenuto nel 1966-67 e nel 1969-70 mentre in due stagioni, nel 1975-76 e nel 1977-78, la PalMilano è riuscita a chiudere davanti all'Olimpia.