Bari: Ventura \"Ho deciso io di andarmene\"

2011-02-11 11:46:43
Pubblicato il 11 febbraio 2011 alle 11:46:43
Categoria: Calciomercato
Autore: Redazione Datasport.it

"Non è stata una decisione della società, ma è stata presa una decisione su un mio invito per vedere se questo può servire al Bari, visto l'affetto è la stima che ho per questa città, società e proprietà". Così Giampiero Ventura, ai microfoni di Radio Sportiva, spiega l'addio al Bari. "Anche ieri i Matarresse mi hanno ribadito la volontà di non allontanarmi, ma è stato meglio così - prosegue -. Dopo le cessioni di Ranocchia e Bonucci siamo ripartiti questa estate, battendo la Juventus, giocando bene a Napoli. Poi nel giro di un mese abbiamo perso ben otto titolari per infortunio, tutti molto importanti per noi. Alla fine ci siamo ritrovati a giocare con giocatori della Primavera o presi di ritorno dalla C2. La Juve perde Quagliarella e prende Toni, perde Toni e prende Matri, questo è il calcio....Chiaramente qualche errore è stato fatto, probabilmente anche sotto l´aspetto psicologico e di approccio alle gare, rispetto allo scorso anno. E´ stata tutta una serie di circostanze che hanno portato a questo risultato. Il mio rapporto tra me e la società andava al di là del rapporto professionale. C'era bisogno di serenità. Spero che il mio allontanamento voluto serva a fare qualcosa per togliere questo macigno dalla testa di società e giocatori. Adesso che vengono recuperati dei giocatori le cose potrebbero migliorare. Io ho fatto questo gesto col cuore e spero vivamente che possa servire a qualcosa".

Tra i ricordi che Ventura porterà nel cuore c'è, senza dubbio, il rapporto con i tifosi biancorossi: "Mi hanno sconvolto, in senso positivo, lo scorso anno in 60mila al San Nicola oppure in 10mila a Roma. Dire che sono stati straordinari è poco. E' poi vero che davanti a una lunga striscia di risultati negativi il tifoso sopporta, poi sbotta...". E su Matarrese: "E' di una sensibilità e umanità unica. La sua figura è stata una sorpresa positiva e incredibile". Infine un augurio al nuovo tecnico Bortolo Mutti: "Ha una squadra molto più forte di quanto dicano i risultati. Sono convinto che questa squadra abbia bisogno solo di un risultato positivo per ripartire come deve essere".