Amichevoli: tonfo Inghilterra, Bosnia corsara

2016-03-29 23:23:05
Pubblicato il 29 marzo 2016 alle 23:23:05
Categoria: Nazionali
Autore: Redazione Datasport.it

Inaspettato tonfo per l'Inghilterra che, dopo aver vinto 3-2 in casa della Germania, perde 2-1 a Wembley contro l'Olanda, a sua volta reduce dalla sconfitta interna con la Francia. Non basta la rete di Vardy alla selezione di Roy Hodgson: sono Janssen su rigore e Narsigh a firmare il successo Oranje. Bella vittoria anche della Bosnia che passa 2-0 in Svizzera con gol dei romanisti Dzeko e Pjanic.

A Webley l'Olanda riporta l'Inghilterra coi piedi per terra. La nazionale di Roy Hodgson, dopo il successo per 3-2 in casa della Germania, aveva alzato le proprie quotazioni in vista di Euro 2016 ma il tonfo casalingo contro la nazionale Oranje, a sua volta reduce dal ko interno contro la Francia, riporta gli inglesi al ruolo di possibile outsider. Primo tempo tambureggiante con azioni da una parte e dall'altra: al 41' è l'Inghilterra a trovare il vantaggio con Vardy, bomber del Leicester di Ranieri, che da due passi devia in rete il centro basso di Walker, smarcato da un assist illuminante di Barkley.

La ripresa si apre con un calcio di rigore per l'Olanda per fallo di mano di Rose su cross di Narsingh: Janssen spiazza Forster e firma l'1-1 al 55'. Incassato il pari, l'Inghilterra si rianima e sfiora il vantaggio col solito indemoniato Vardy, il cui missile da fuori è però deviato in angolo da Zoet. Nel momento migliore degli inglesi, l'Olanda raddoppia: lo firma al 77' Narsingh con un tiro a porta vuota su assist di Janssen, liberatosi però con un evidente fallo su Jagielka non ravvisato dall'arbitro. Nel finale l'Inghilterra ci prova ma a sorridere è l'Olanda di Blind.

Successo esterno anche per la Bosnia che vince 2-0 sul campo della Svizzera del ct Petkovic e dello juventino Lichtsteiner: i gol sono firmati dai due assi Dzeko e Pjanic, entrambi della Roma. L'attaccante sblocca il risultato al 14' con un bel destro in diagonale mentre nella ripresa il centrocampista raddoppia su calcio di punizione. Piazzato decisivo anche per la Serbia di Ljajic e Maksimovic che passa 1-0 in Estonia: la firma è dell'ex laziale Kolarov col suo proverbiale mancino. La Macedonia di Pandev perde 2-0 in casa contro la Bulgaria: in gol Rangelov e l'ala del Frosinone Tonev; la Grecia di Moras e Oikonomou cade 3-2 fra le mura amiche contro l'Islanda; la Norvegia vince 2-0 il derby scandinavo con la Finlandia; la Scozia piega 1-0 la Danimarca con rete di Ritchie; la Turchia passa 2-1 in Austria: al vantaggio di Januzovic replicano Calhanoglou e Ardan Turan a cavallo della pausa.