Addio a Margaret Thatcher: sconfisse gli hooligans

2013-04-08 15:55:31
Pubblicato il 8 aprile 2013 alle 15:55:31
Categoria: Notizie Premier
Autore: Redazione Datasport.it

Si è spenta a 87 anni Margaret Thatcher, la prima e unica donna finora ad avere ricoperto la carica di primo ministro nel Regno Unito. E' stata stroncata da un ictus. Aveva guidato il Paese dal maggio 1979 al novembre 1990 guadagnandosi l'appellativo di Iron Lady, ovvero Lady di ferro. Ad annunciare la sua scomparsa, avvenuta in mattinata a Londra, è stato il portavoce Lord Bel.

Margaret Thatcher è stata una figura molto importante per il calcio inglese, e non solo. Si deve al suo governo la storica riforma sulla sicurezza negli stadi, spesso citata come modello di riferimento in Italia ogni volta che si verificano incidenti. Le società, in pratica, furono di fatto obbligate a ristrutturare i vecchi impianti. La nuova normativa, varata tra il 1989 e il 1990 durante il terzo mandato governativo della Thatcher, prevedeva inoltre un'intensificazione dei controlli della polizia sui tifosi con provvedimenti anche duri, tra i quali il processo per direttissima degli hooligans arrestati.

Il giro di vite thatcheriano si era reso necessario dopo che il calcio inglese ed europeo era stato scosso da due delle più grandi tragedie mai avvenute nel mondo del pallone. Il 29 maggio 1985 allo stadio Heysel di Bruxelles, in occasione della finale di Coppa dei Campioni Juventus-Liverpool, 39 tifosi persero la vita a seguito degli incidenti fatti scoppiare dagli hooligans che avevano seguito la squadra inglese. Il 15 aprile 1989 a Sheffield, in occasione della semifinale di Fa Cup tra Liverpool e Nottingham Forest in campo neutro, 96 persone morirono schiacciati dalla folla: nel mirino della critica, oltre al comportamento della polizia, finì la sicurezza dell'impianto.