Addio al calcio di Bolt: "È stato bello finché è durato"

2019-01-22 19:06:54
Pubblicato il 22 gennaio 2019 alle 19:06:54
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Davide Grilli

La (breve) carriera calcistica di Usain Bolt è giunta al capolinea. L'annuncio lo ha dato lo stesso giamaicano che ha dichiarato alla Reuters: "La carriera sportiva è finita. E' stata una bella esperienza. Mi è piaciuto molto stare in una squadra, è stato diverso rispetto all'atletica leggera ed è stato divertente finché è durato". Dopo aver bruciato in pista i record di tutti i tempi e conquistato otto medaglie d'oro olimpiche, il 32enne velocista giamaicano nel 2017 aveva accarezzato il sogno di giocare a calcio, l'altra grande passione della vita sportiva, una decisione che aveva suscitato interesse e curiosità. Dopo un provino al Borussia Dortmund e 20 minuti in amichevole con i norvegesi del Strømsgodset, Bolt era approdato in Australia dove il Central Coast Mariners, formazione che milita nella A-League, gli aveva concesso la ribalta in occasione di incontri amichevoli dove segna pure due gol. Ma le belle prestazioni non gli erano bastate per strappare il contratto con il club australiano, almeno alle cifre che richiedeva. 

 

 

Dopo gli ultimi rumours di mercato che lo avevano accostano ai Dorados de Sinaloa, squadra messicana allenata da Diego Armando Maradona, è arrivato l'annuncio ufficiale del suo ritiro."Non voglio dire di non averci creduto, ma penso che non l’abbiamo fatto nel modo in cui avremmo dovuto. Ho comunque imparato la lezione, si vive e si impara", ha commentato il giamicano che però ha le idee molto chiare sul suo futuro: "Sto facendo tante cose diverse, la vita sportiva è finita e così mi sto muovendo in altri tipi di attività. Ho un sacco di cose in cantiere, quindi da oggi cercherò di essere un uomo d’affari".

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it