> calcio > premier league

Domenica, 4 Dicembre 2016 - 20:45

Premier League: risultati e classifica in diretta. Live

Jurgen Klopp - Foto www.imagephotoagency.it

Segui e commenta su Datasport, giornata per giornata, tutte le emozioni del campionato inglese



Black out Liverpool, Conte ringrazia. Nella 14.a giornata di Premier i Reds si arrendono 4-3 sul campo del Bournemouth e scivolano a -4 dalla capolista Chelsea: partita pazza al Dean Court dove gli uomini di Klopp sembrano in controllo ma nell'ultimo quarto d'ora incassano tre reti, l'ultima decisiva di Aké al 93'. Altro pareggio invece per il Manchester United, il terzo di fila: 1-1 con l'Everton, a Ibrahimovic risponde il rigore di Baines all'89'.




Il Liverpool, che non perdeva dal 20 ottobre, parte a tutto gas per piegare quanto prima la resistenza del grintoso Bournemouth e, dopo un gol fallito da Mané al 10', ci riesce al minuto 20 proprio col senegalese che va via in velocità sul lancio di Emre Can e beffa Boruc in uscita. Neanche 120 secondi più tardi arriva il raddoppio dei Reds: stavolta il filtrante è di Henderson per Origi che salta di slancio il portiere e, seppur da posizione defilata, insacca a porta vuota. Nella ripresa il ritmo della partita cresce ulteriormente, grazie anche all'ingresso di Fraser che entra e si procura un rigore per fallo di Millner: Wilson dal dischetto non sbaglia e riapre la partita al 56'. A gelare l'entusiasmo dei padroni di casa arriva però il destro dal limite di Emre Can che al 64' si insacca vicino all'incrocio e vale il 3-1. Partita finita? Assolutamente no: a tenere in partita il Bournemouth ci pensa la gol line-technology, che per una questione di centimetri nega la gioia a Millner al 73'. Così nel finale i Cherries mettono il turbo e confezionano una rimonta clamorosa: prima (76') accorciano proprio con Fraser che indovina il destro da centro area, poi (79') firmano il pari grazie ad una strepitoso aggancio di Cook che controlla al volo e spedisce nell'angolino, infine (93') firmano il sorpasso con Aké che sfrutta una corta respinta dell'indeciso Karius e fa esplodere la gioia dei tifosi rossoneri.

Quarantadue minuti di sbadigli, con Everton e Manchester United più impegnate a difendere che ad attaccare: poi, all'improvviso, un lampo di Zlatan Ibrahimovic sblocca la gara. Lo svedese sfrutta un lancio dalle retrovie, si lascia alle spalle il suo marcatore e beffa Stekelenburg in uscita con un delizioso pallonetto volante che sbatte prima sulla traversa, poi sul palo e infine oltrepassa la linea nonostante il disperato tentativo di salvataggio di un difensore di casa. Nella ripresa i Toffees cambiano marcia e al 53' vanno vicini al pari con Mirallas, che dopo uno scambio con Lukaku spara sulle ginocchia di De Gea. I Red Devils non stanno a guardare e allo scoccare dell'ora di gioco colpiscono il palo con un tiro ravvicinato di Herrera. Nel finale aumentano il ritmo i padroni di casa che sfiorano il pari con Gueye e Holgate, poi all'89' proprio Gueye sfrutta un'ingenuità di Fellaini che entra in netto ritardo e regala a Baines il rigore del pareggio: Goodison Park festeggia come fosse una vittoria.
 
Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport