> calcio > liga

Domenica, 22 Gennaio 2017 - 23:16

Liga: risultati e classifica in diretta. Live

Tutta la gioia di Messi - Foto www.imagephotoagency.it

Segui e commenta su Datasport, giornata per giornata, tutte le emozioni del campionato spagnolo



Siviglia e Barcellona rispondono al Real Madrid, vittorioso nell'anticipo contro il Malaga. Rocambolesco il successo della squadra di Sampaoli che si impone 4-3 a Pamplona contro l'Osasuna, più agevole quello dei blaugrana che passeggiano a Eibar (4-0). Frena l'Atletico Madrid che perde terreno dalle prime tre: i Colchoneros pareggiano 2-2 a Bilbao e devono ringraziare Griezmann. In classifica il Real comanda a +1 sul Siviglia e a +2 sul Barça.




OSASUNA-SIVIGLIA 3-4
Il Siviglia non molla, vince 4-3 a Pamplona contro l'Osasuna nella 19esima giornata di Liga e conserva il secondo posto alle spalle del Real Madrid capolista. La squadra di Jorge Sampaoli si trova due volte in svantaggio e in entrambe le occasioni è il capitano Iborra a rimettere tutto in equilibrio; poi nel finale il gol decisivo è dell'ex Palermo Franco Vazquez, prima del poker di Sarabia. A tempo scaduto il definitivo 4-3 di Kodro. Il Siviglia deve soffrire più delle note sette camicie per piegare il fanalino di coda Osasuna, centrare il quarto successo consecutivo e conservare il secondo posto in classifica a -1 dalla capolista Real Madrid (con una gara in meno). La gara inizia in salita per la squadra di Jorge Sampaoli perchè al 15' va sotto per il gol di Leon; prima dell'intervallo, al 43', gli andalusi pareggiano col capitano Iborra che insacca a porta vuota su assist di Jovetic, schierato titolare. Nella ripresa fa tutto Iborra: al 63' commette autogol e due minuti dopo, al 65', segna il 2-2 in tap in di testa. Il Siviglia ci crede, assedia l'Osasuna e all'80' trova il gol decisivo con l'ex palermitano Franco Vazquez che realizza di testa su azione di calcio d'angolo. Nel finale c'è ancora spazio per il poker degli andalusi con Sarabia al 92' con un bel sinistro a fil di palo, e per il 4-3 di Kodro per l'Osasuna. In classifica il Siviglia sale a 42 punti, a -1 dal Real Madrid, mentre la squadra di Pamplona resta in fondo con soli 9 punti.

ATHLETIC BILBAO-ATLETICO MADRID 2-2
Partita vibrante al San Mames con il risultato che si sblocca dopo meno di tre minuti. Dal vertice sinistro dell'area Koke fa partire un insidioso tiro cross, velo di Griezmann sul secondo palo e Iraizoz spiazzato: Atletico subito in vantaggio. Carrasco si mangia il raddoppio poco prima della mezz'ora e i Colchoneros vengono puniti al 42' da Lekue, che lavora un pallone al limite dell'area e trafigge Moya con un gran destro sotto l'incrocio. Il pareggio strappato proprio prima del riposo dà fiducia alla squadra basca che a inizio ripresa passa in vantaggio con una splendida azione corale: la palla arriva sui piedi di Raul Garcia che, dalla destra, crossa a centro area un pallone col contagiri per l'incornata vincente di De Marcos. Puntuale arriva la reazione dell'Atletico, affidata come al solito a Griezmann: l'attaccante ex Real Sociedad si vede prima annullare un gol per fuorigioco al 74', poi firma il 2-2 sei minuti più tardi con un gran sinistro dai venti metri che si insacca nell'angolino basso alla destra di Iraizoz. Per il francese è il gol stagionale numero 8 in Liga. L’Atletico prova a vincere e al 91’ si procura l’ultimissima occasione sugli sviluppi di un corner: Godin spizza sul primo palo per la deviazione al volo di Saul sulla quale, però, Iraizoz non si fa sorprendere. Finisce 2-2.

EIBAR-BARCELLONA 0-4
Dominio del Barcellona che cala il poker contro l’Eibar al Municipal de Ipurua. Eppure la gara inizia male per i blaugrana, costretti a fare a meno dopo una decina di minuti dell'infortunato Busquets. Luis Enrique inserisce al suo posto Denis Suarez e il 23enne ex Siviglia e Villarreal ripaga il tecnico al 32' con un gran destro dal limite che porta in vantaggio i suoi. L'Eibar accusa il colpo e al 50' crolla definitivamente: Luis Suarez pesca Messi in area e l'argentino insacca con un sinistro di controbalzo sull'uscita di Rodriguez. La ripresa è senza storia e il Barcellona gioca sul velluto. Al 68' lo scatenato Luis Suarez ruba palla a un ingenuo Lejeune, si invola a tu per tu con Rodriguez e lo trafigge col destro. E al 91' c'è gloria anche per Neymar: Aleix Vidal va via sulla destra e mette in mezzo un traversone basso a centro area leggermente troppo lungo per Paco Alcacer, sul secondo palo c'è il brasiliano che controlla e insacca con un destro sul primo palo per il definitivo 4-0.

Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport