> calcio > serie d

Martedì, 28 Febbraio 2017 - 08:00

Serie D: risultati e classifiche in diretta. Live

Il logo della Serie D -

Segui in temporeale su Datasport tutte le gare del "Campionato d'Italia"



SERIE D, TUTTE LE GARE IN DIRETTA: RISULTATI, CRONACHE, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE

GUARDA I GOL E GLI HIGHLIGHTS DI TUTTI GLI INCONTRI DEI NOVE GIRONI


Invia risultati, marcatori, segnalazioni e commenti via WhatsApp al numero 340.4913482

ENTRA NEI GIRONI, CLICCA SULLE SINGOLE PARTITE E RIVIVI LE NOSTRE DIRETTE TESTUALI



GIRONE A: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Gozzano-Chieri 2-0 (sabato)
C'è un nuovo sceriffo nel girone A nel 2017 e risponde al nome di Gozzano. I rossoblù conquistano il nono risultato utile consecutivo ed iniziano a fare un pensierino ai playoff, ora lontani solo una manciata di punti. Male il Chieri, steso dalla doppietta di Aperi tra il quarto d'ora e la mezz'ora del primo tempo, fermo al terzo posto a quota 45 punti. Cuneo e Varese possono lanciare la fuga sugli uomini di mister Manzo. I novaresi, invece, guardano con interesse alla domenica di Pro Sesto e Inveruno.

Borgosesia-Pro Settimo 1-0 (sabato)
L'assedio del Borgosesia apre la cassaforte della Pro Settimo soltanto una volta, ma tanto basta ai padroni di casa per assicurarsi tre punti fondamentali e restare agganciati alla zona playoff. Zamparo, subito dopo l'intervallo, colpisce con il 12° gol stagionale. Poi l'eccezionale difesa dei paladini della Valsesia fa il resto, senza che gli ospiti, sempre più invischiati in zona playout, riescano a rispondere a dovere. Pro Settimo nei guai, Borgosesia di nuovo in volo.

Varese-Caronnese 0-1
Vittoria dal valore inestimabile per una Caronnese in crisi di risultati, contro un'avversaria diretta nella lotta alla promozione. E' Corno con un missile dal limite dell'area a decidere la sfida in favore degli ospiti, che raggiungono proprio il Varese a quota 47 al secondo posto in classifica. Gli uomini di mister Baiano ci provano fino alla fine, ma un modulo spregiudicato nel secondo tempo non porta i frutti sperati ed ora la rincorsa al Cuneo in vetta alla classifica inizia a farsi problematica.

Bustese-Pro Sesto 0-2
La Pro Sesto espugna Busto Garolfo grazie alla doppietta di Di Renzo, che sale a quota quattro marcature stagionali: ma avrebbe potuto fare molto meglio la Bustese, soprattutto dopo l'espulsione di Gobbi per doppia ammonizione al minuto 58. Gli amaranto restano da soli a quota 20 al penultimo posto in classifica, mentre i biancocelesti si mantengono in zona playoff, ad un soffio dalle primissime, ma con l'Inveruno che ansima alle loro spalle.

Cuneo-Casale 1-0
Massimo risultato con il minimo sforzo per il Cuneo, che vince 1-0 sul Casale grazie alla rete di Togni su punizione, complice un grave errore del portiere avversario Carlucci. Le Aquile festeggiano la vetta solitaria del girone a quota 50 punti, tre in più di Caronnese e Varese. I nerostellati, invece, dicono con tutta probabilità addio alla corsa ai playoff e continuano a vivere un 2017 ben al di sotto delle aspettative.

Folgore Caratese-Legnano 4-0
Spettacolare poker della Folgore Caratese, contro un Legnano che ormai ha davvero poco da chiedere al proprio campionato. Gli azzurri salgono di tono a metà classifica grazie alle reti di Puccio, Cesana e alla doppietta di Simeri, che torna capocannoniere del girone a quota 16 gol. Lilla sempre fermi a 14 punti, a ben sette lunghezze dalla coppia formata da Pro Settimo e Pinerolo, al terz'ultimo posto in graduatoria.

Inveruno-Pinerolo 5-2
Continua il momento d'oro dell'Inveruno, che infligge una cinquina al Pinerolo e raggiunge per prima quota 50 gol in stagione. A decidere la sfida, in 25 minuti, è una tripletta di Broggini, con una delle tre reti dal dischetto. Proprio un penalty, segnato da Gioè, sembra poter riaprire i giochi, ma Chessa prima e nuovamente Broggini poi chiudono i conti. A nulla serve il momentaneo 4-2 di Pautassi. Pinerolo sempre più nei bassifondi della zona playout, gialloblù ad un solo punto da quella playoff.

OltrepoVoghera-Bra 2-1
Il Bra si mangia la vittoria a Voghera e torna a casa senza punti nel sacco. Aquaro a fine primo tempo sembra legittimare l'ottimo momento di forma degli ospiti contro una squadra in crisi, ma l'OltrepoVoghera tira fuori l'orgoglio e nel finale si prende il bottino pieno. Tra il 79° e l'83° Lazzaro e Romano trafiggono due volte Tunno e tolgono la squadra dalla zona playout. I braidesi restano a quota 30, poco sopra rispetto ai posti più caldi della classifica.

Verbania-Varesina 3-3
Domina lo spettacolo al Carlo Pedroli di Verbania in una sfida salvezza che emoziona tutti, ma non soddisfa nessuno. Frugoli e Anzano fanno sognare la Varesina nel primo tempo, ma Spadafora trova la zampata dell'1-2. Adamo e Giardino ribaltano la sfida nella ripresa e i padroni di casa sognano una vittoria fondamentale. L'espulsione di Musca a un minuto dal 90° la legittima, ma l'incredibile pareggio di Oldrini a recupero inoltrato la cancella ed entrambe le squadre restano in zona playout a quota 25 punti.

GIRONE B: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Pro Patria-Pontisola 0-1
Un gol di Joelson ad inizio secondo tempo guasta la festa della Pro Patria (in settimana i bustocchi hanno festeggiato 98 anni) e fa sorridere il Pontisola. I ragazzi di Bonazzi collezionano la seconda sconfitta consecutiva e vedono avvicinarsi la Virtus Bergamo, distante solamente due lunghezze. Sale invece a 40 punti il Pontisola, il cui sogno playoff non è ancora sopito.

Caravaggio-Seregno 3-3
Girandola di emozioni tra Caravaggio e Seregno, con i brianzoli che passano in vantaggio alla mezz'ora con Cardinio ma si lasciano recuperare da De Angelis a fine primo tempo. Garcia ad inizio ripresa riporta avanti gli ospiti ma Careccia e Crotti firmano la rimonta nell'arco di due minuti. In piena zona Cesarini, però, ci pensa Moretto a griffare il 3-3 con cui si conclude il match. Un pareggio inutile per le due formazioni che salgono entrambe a 38 punti, con 10 lunghezze da recuperare per poter ambire alla zona playoff.

Cavenago Fanfulla-Monza 1-2
Il Monza si complica la vita nel finale ma porta a casa l'ennesima vittoria stagionale. La capolista del girone vince a Lodi contro il Cavenago Fanfulla per 2-1: gli ospiti chiudono la prima frazione avanti 2-0 grazie a Palazzo e D'Errico. Il rigore di Spiranelli dà qualche speranza ai ragazzi di Solimeno ma è troppo tardi. Il Monza sale a 64 punti (+10 sulla Pergolettese) mentre il Cavenago Fanfulla resta ultimo a quota 16.

Ciserano-Ciliverghe Mazzano 1-5
Quarta vittoria nelle ultime cinque per il Ciliverghe Mazzano che approfitta del passo falso della Pro Patria per agguantare in solitaria il terzo posto in classifica. I ragazzi di Filippini vincono 5-1 contro il Ciserano al termine di una partita controllata dall'inizio alla fine. Il Ciliverghe passa in vantaggio con Bertazzoli al 3' e raddoppia alla mezz'ora con Mozzanica; il Ciserano prova a riaprire il match con Ghisalberti ma Chinelli, Bertazzoli e Ragnoli rendono la vittoria del Ciliverghe più imponente.

Levico Terme-Lecco 1-2
Quarta vittoria nelle ultime cinque per il Lecco che batte il Levico Terme e si allontana sempre più dalle zone calde della classifica. I blucelesti passano in vantaggio con Ronchi al 47' ma Tobanelli, di testa, trova il pareggio all'ora di gioco. Quando il match sembra indirizzato verso l'1-1 ci pensa Djibo a firmare il gol vittoria, regalando un altro successo ai ragazzi di Bertolini. Il Lecco si porta a 23 punti agganciando lo Scanzorosciate mentre il Levico resta penultimo.

Olginatese-Pergolettese 0-2
La Pergolettese da trasferta corre forte ma il Monza fa un altro campionato: i gialloblù ottengono il terzo successo consecutivo lontano dal Voltini battendo 2-0 l'Olginatese grazie ai gol di Bodini e Dimas ad inizio ripresa. I ragazzi di Curti salgono a 54 punti, consolidando la seconda posizione alle spalle del Monza che viaggia spedito verso la promozione diretta in Lega Pro.

Scanzorosciate-Darfo Boario 0-3
Terza sconfitta nelle ultime quattro per lo Scanzorosciate che viene superato in casa dal Darfo Boario per 3-0. Dopo un primo tempo equilibrato, i camuni sbloccano la partita con il gol di Panatti e consolidano la vittoria con la doppietta nel finale di Zanardini. I ragazzi di Del Prato raggiungono quota 36 punti, cristalizzando di fatto la salvezza. Discorso diverso per lo Scanzorosciate che dovrà lottare fino all'ultimo per poter restare nella categoria.

Grumellese-Virtus Bolzano 1-2
Colpo esterno della Virtus Bolzano che batte la Grumellese in trasferta e alimenta le proprie speranze di salvezza. I ragazzi di Lomi passano in vantaggio alla mezz'ora con il gol dell'ex Lecce Bustamante. I giallorossi pareggiano ad inizio ripresa con Bahirov ma ci pensa Majdi a spostare definitivamente l'ago della bilancia a favore dei bolzanini. La Virtus aggancia l'Olginatese a 22 punti mentre la Grumellese resta tranquillamente a metà classifica con 32.

Virtus Bergamo-Dro 3-1
Si interrompe la mini-striscia negativa della Virtus Bergamo. Dopo aver racimolato due punti nelle ultime tre, i bergamaschi ritrovano il successo in rimonta contro il Dro, passato in vantaggio alla mezz'ora con la rete di Crivaro. Nella ripresa si scatena Morosini che prima serve l'assist per il pareggio di Porcino e poi firma il 2-1 al 64', al termine di un'azione personale. Il 3-1 arriva nel finale con Risi che, servito ancora una volta da Morosini, batte Chimini. La Virtus Bergamo sale a 48 punti e mette nel mirino la Pro Patria, ferma a 50. Resta a 27, invece, il Dro che mantiene quattro punti di vantaggio rispetto alla zona playout.

GIRONE C: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Mestre-Unione Feltre 1-0
La capolista Mestre si riprende subito dallo scivolone del turno scorso e torna alla vittoria. Ci vuole un po' per avere la meglio sull'Union Feltre, ma per gli arancioneri la parola ansia non esiste e, alla fine, il gol arriva. Come volevasi dimostrare. Bussi regala l'ennesima vittoria che questa volta ha un sapore davvero speciale, perché si tratta dell'ultima lontana da casa: lo stadio Baracca aspetta i propri eroi e, se giocando al Panisi di Mogliano Veneto il rendimento è stato questo, chissà cosa combineranno nel proprio impianto.

Abano-Legnago 1-0
Dopo lo stop con l'Union Feltre, l'Abano torna a prendersi i tre punti. I neroverdi premono subito sull'acceleratore mettendo pressione agli ospiti e provandoci in tutti i modi, ma la difesa veronese regge all'urto fino al 70' quando Pagan riesce a battere Belogravic. Nel finale gli ospiti rimangono in dieci e le speranze di pareggio si infrangono sul triplice fischio del signor Sicurello.

Campodarsego-Vigontina 4-1
Partita senza storia al Gabbiano, i padroni di casa fanno un sol boccone della Vigontina. Dopo soli 3 minuti il Campodarsego è in vantaggio con Beccaro, e all'intervallo si va negli spogliatoi sul 2-0 grazie al gol di Aliu. Il gol in apertura di tempo di Pregnolato sembra poter ridare senso alla gara, ma ci pensa Lauria a chiudere il discorso. Due minuti più tardi D'Apollonia si iscrive al tabellino marcatori segnando il 4-1.

Tamai-Calvi Noale 1-3
Continua l'andamento altalenante del Tamai, che dopo due vittorie consecutive ricade in una prestazione non proprio rassicurante, perdendo 1-3 con la Calvi Noale. I padroni di casa, mai in partite, riescono a tenere per quaranta minuti ma capitolano nel finale di tempo (Magrassi fa lo 0-1). Nel secondo tempo si aggiungono Chin al 73' e Fantinato all'80': Il gol dopo un minuto di De Poli vale solo per le statistiche.

Triestina-ArzignanoChiampo 1-0
Assedio, è questa la parola che descrive meglio l'andamento della gara del Rocco. La Triestina ci prova più volte a scardinare la difesa gialloazzurra dell'Arzignano, ma trova davanti a sé un Salsano spettacolare. Il portiere ospite ingaggia una sfida personale col bomber alabardato Franca, parando quasiasi suo tentativo, ma a otto minuti dal temine l'attaccante si prende la rivincita su punizione: gol e altri tre punti per la Triestina.

Montebelluna-Carenipievigina 2-1
I padroni di casa del Montebelluna vincono il derby trevigiano, battendo 2-1 il Carenipievigina. Continua il momento felice del Montebelluna che negli ultimi sette turni ha dovuto inchinarsi solo davanti alla capolista, togliendosi anche alcune soddisfazioni come la vittoria contro il Campodarsego e la Virtus. Monte in vantaggio al 41' con Fasan e ospiti che ripondono in una manciata di minuti con Perna; l'equilibrio rimane per quasi tutta la ripresa, ma all'85' Soncin dal dischetto regala un altro sorriso ai suoi.

Belluno-Altovicentino 1-0
Ci vuole un calcio di rigore per rompere l'equilibrio che regna tra Belluno e Altovicentino. Dagli undici metri Corbanese non si fa pregare e regala un'altra vittoria ai gialloblù, che dunque vanno a punti da sei turni consecutivi (scalando lentamente la classifica). Per L'Alto un'altra sconfitta, la quinta consecutiva e una classifica che non ammette ulteriori passi falsi.

Vigasio-Este 1-1
Succede tutto nel primo tempo tra Vigasio e Este: ospiti in vantaggio in apertura con Munaretto che al 13' batte Vencato e locali che pareggiano i conti in poco più di dieci minuti con Guccione al 25'. Nella ripresa accade poco e la partita scivola lentamente verso il 90' senza particolari emozioni.

Virtus Vecomp-Cordenons 0-0
Finisce con un pareggio senza reti la gara tra Virtus e Cordenons: pochissime le emozioni scaturite da una gara in cui il pari è il risultato sicuramente più corretto. Padroni di casa che tengono il pallino del gioco ma che costruiscono davvero poco vicino alla porta di Rigo, che è comunque pronto nelle occasioni più pericolose. Seconda uscita deludente dei padroni di casa dopo la sconfitta 3-0 con il Careni del turno scorso.

GIRONE D: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Imolese-San Donato 2-2 (sabato)
L'ostico San Donato riesce a rubare un punto alla capolista Imolese, che perde la vetta della classifica a seguiro della vittoria del Delta Rovigo. Alla mezz'ora si mette bene per i padroni di casa, che si portano in vantaggio con Ambrosini, ma il pareggio immediato di Carnevale rovina loro i piani. Regoli spaventa l'Imolese poco prima dell'intervallo, ma Longobardi scaccia la paura e fa 2-2. Imola si scalda, ma il risultato resta tale fino al fischio finale e l'occasione di fuga è persa.

Lentigione-Mezzolara 0-1
Dopo quattro vittorie consecutive, ma soprattutto un'imbattibilità casalinga che durava da più di un anno, i gialloblu di Zattarin falliscono il sorpasso in classifica ai danni dell'Imolese perdendo proprio davanti ai tifosi amici (0-1 con il Mezzolara). Vani i tentativi di assalto finale alla porta di Malagoli; decide la rete di Rossetti al 15' che regala  tre punti che sanno di speranza verso l'obiettivo playoff, lontano di cinque recuperabili lunghezze. Ko doloroso per il Lentigione.

Delta Rovigo-Ribelle 1-0
Vince di misura il Delta Rovigo (1-0 ai danni della Ribelle). che non fallisce l'appuntamento con il momento del sorpasso in classifica portandosi da solo in vetta alla graduatoria. Scavalca così l'Imolese di un punto, reduce dal pari casalingo dell'anticipo del sabato. Sblocca e dedice il match per i biancoazzurri Zubin al 25', infallibile dal dischetto. Sale a 19 (record del campionato) la striscia di risultati utili consecutivi per il Delta, conservandone anche la miglior difesa.

Poggibonsi-Virtus Castelfranco 0-1
Il Poggibonsi di Mosconi fallisce anche una delle ultime occasioni per agganciare i playout, perdendo in casa lo scontro salvezza con la Virtus di Chezzi (0-1 in favore del Castello). La Virtus Castelfranco conferma l'ottima ultima prestazione del turno precedente portando a due le vittorie consecutive e tirandosi convincentemente fuori da una situazione pericolosa. Il Castello realizza dal dischetto con Mezgour al 27'; nella ripresa Martino potrebbe raddoppiare ma il suo tiro dagli undici metri non si concretizza. Poggibonsi giù a picco in classifica.

Ravenna-Scandicci 1-2
Il Ravenna perde in casa 1-2 contro uno strepitoso Scandicci, mancando la ghiotta occasione di portarsi a soli tre punti dalla vetta (ora occupata dal Delta). Apre le marcature in avvio di gara Iaquinandi per lo Scandicci; ristabilisce la parità Lelj al 66' per i ravennati. I giallorossi le provano tutte ma i ripetuti interventi di Pellegrini prima ed il palo colpito da Selleri poi, sanno di beffa perchè a salire in cattedra è il neoentrato Bandini, abile a siglare il colpo vincente per gli ospiti al 87'.

Sangiovannese-Pianese 2-2
Dopo l'1-1 dell'andata finisce in parità anche il match di ritorno tra Sangiovannese e Pianese. Il 2-2 sembra essere il risultato più giusto nonostante lo strapotere dimostrato a tratti dai ragazzi di mister Chiarini. Apre la Sangio al 16' con Bucaletti; risponde nell'immediato Golfo per i bianconeri. Colato è abile a mandare in rete la perfetta punizione di Morbidelli al 74', ma il rigore di Mammetti a cinque dalla fine permette agli ospiti di strappare un punticino importante.

Adriese-Correggese 3-1
Il colpo ad effetto di giornata è la convincente vittoria dell'Adriese sulla Correggese (3-1) che fatica a rialzarsi (sono tre le sconfitte consecutive). Per l'Adriese sono punti molto pesanti, fondamentali per rimanere in piena zona playout. Di Bari al 2' e Cesca al 10' spalancano i giochi per i padroni di casa; Corbelli la riapre subito al 19'. Sciamanna e Pasi sono poco ispirati e così alla mezz'ora della ripresa è Marcandelli a firmare su rigore il gol che chiude il discorso.

Castelvetro-Fiorenzuola 1-0
Il Castelvetro, grazie alla vittoria ottenuta ai danni del Fiorenzuola, si riconferma squadra che vince o che perde (11 vittorie, 2 pareggi e 11 sconfitte). L'1-0 degli uomini di Scarpini matura nella prima frazione di gara con la marcatura vincente di Severini al 31'. I biancoazzurri fanno un passo da gigante verso il sogno promozione e così a soli tre punti di distanza la zona playoff non è più un miraggio.

Colligiana-Rignanese 1-1
Allo stadio Gino Manni di Colle Val D'Elsa termina 1-1 un match combattuto e giocato ad armi pari tra Colligiana e Rignanese. Sale a quindici la striscia di partite consecutive senza sconfitte per la Colligiana; ottimo punto anche per la Rignanese che dopo le ultime convincenti prestazioni riesce a mantenersi lontana di tre punti dalla zona playout. Crocetti al 14' firma il vantaggio; il rigore di Pagnotta al 54' regala ai biancoverdi il pari finale.

GIRONE E: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Fezzanese-Valdinievole Montecatini 0-1 (sabato)
Il Montecatini si impone per 1-0 al Miro Luperi contro una Fezzanese a caccia di punti, per rimediare a una situazione in classifica che la vede terzultima a quota 20 punti. Passano appena quattro minuti dal fischio d'inizio e Frati dal dischetto trova la rete del vantaggio, calciando alla sinistra di Novarino (che intuisce ma non riesce a respingere il tiro). Nella ripresa i padroni di casa provano a pareggiare i conti ma senza successo. Gli ospiti volano a 41 punti.

Grosseto-Gavorrano non disputata
Niente derby fra Grosseto e Gavorrano. Dopo la presentazione delle distinte e dopo aver atteso i 45′, la terna arbitrale ha verbalizzato la rinuncia scendere in campo da parte del Grosseto. La mancata disputa del match comporterà la vittoria a tavolino del Gavorrano e dei probabili punti di penalizzazione per un Grosseto sempre più nei guai.

Ghivizzano-Unione Sanremo 2-0
Tre punti importanti per il Ghivizzano che abbatte l'Unione Sanremo per 2-0. Primo tempo importante per i padroni di casa, che trovano il gol al 29' con Mascolo e per tutta la prima frazione cercano il raddoppio, dominando sia sul piano del gioco che nello scout. Secondo tempo che si apre con il forcing dell'Unione in cerca del gol del pareggio, ma all'88' Zuppardo firma un gol che è una sentenza. Sanremesi che buttano via tre punti importantissimi per restare in scia al gruppo playoff.

Jolly Montemurlo-Viareggio 1-0
Al Jolly Montemurlo basta la rete di Burato per abbattere il Viareggio. Partita non certo indimenticabile dal punto di vista dello spettacolo: primo tempo molto tattico, squadre chiuse e pochissimi tiri. La ripresa invece parte un pò più frizzante, ma per sbloccare il risultato serve un calcio di rigore, che al 70' Burato trasforma regalando la vittoria ai padroni di casa. Jolly che grazie ai tre punti riesce a galleggiare sopra la zona playout, mentre il Viarreggio cade sempre più sul fondo.

Ligorna-Finale 2-2
Il verdetto del match Ligorna-Finale è un pareggio. Partono forte gli ospiti che al 23' vengono ripagati dei loro sforzi: calcio di rigore che Vittori insacca per il vantaggio giallorosso. Dopo una partenza un po' sottotono si rialzano i padroni di casa, che al 38' rispondono con il gol di Valenti.  Secondo tempo che si apre come il primo e al 68' grazie a Roda il Finale torna in vantaggio, ma all'84' da calcio di rigore Chiarabini firma il pareggio arrivando a quota 15 gol (secondo in classifica marcatori). Risultato finale 2-2, un punto a testa per le due squadre che rimangono a centro classifica.

Ponsacco-Massese 1-1
La Massese butta via tre punti importantissimi per tenere la scia del Gavorrano mentre il Ponsacco rimane ancorato a centro classifica. La prima frazione si apre lenta e con molti tatticismi, improvvisamente il match si infiamma con tentativi da ambedue le parti e al 25' Pagano insacca (complice il tocco di Buselli), portando in vantaggio la Massese. Al 30' l'incornata di Buselli si stampa sul palo e al 39' Doveri mette un assist al bacio per il gol di Gomes che firma il pareggio del Ponsacco. Secondo tempo decisamente più movimentato: espulso Checchi per doppia ammonizione al 63', Pagano colpisce in pieno il palo al 71' e Di Paola si mangia un gol da solo davanti al portiere.

Real Forte Querceta-Sporting Recco 0-1
Lo Sporting Recco, per vincere in casa del Real Forte Querceta, si accontenta della sfortunata autorete di Cauz al 73'. Partita non certo indimenticabile che finisce 0-1 e permette allo Sporting di superare il Grosseto a fondo classifica e di sperare di uscire dalla zona playout. Il Real con questa sconfitta rimane fermo sotto la zona playoff accodato alla Valdinievole Montecatini.

Sestri Levante-Savona 1-3
Allo stadio Giuseppe Sivori il Sestri Levante cade in casa per 1-3 contro uno scatenato Savona. Primo tempo che vede il Sestri andare subito in vantaggio al 2' grazie al gol di Addiego Mobilio, ma dopo i primi minuti esce il Savona: all'11' Ruggiero firma il gol del pareggio sull'assist di Glarey e al 44' Lumbombo porta in vantaggio gli ospiti. Nel secondo tempo è dominio savonese e al 54' Murano cala il tris biancoblù, portandosi a quota venti gol in classifica marcatori. Espulso Addiego Mobilio all'89 per un fallo di frustrazione: il Sestri, ormai demotivato, rimane in dieci uomini. Successo importantissimo per il Savona che rosicchia punti alla Massese.

Argentina-Lavagnese 1-1
Allo stadio Ezio Sclavi, tra Argentina e Lavagnese succede tutto in due minuti. Sia il primo che il secondo tempo risultano molto equilibrati con tentativi da ambedue le parti e squadre messe molto bene in campo, che non vogliono concedere nulla. Nel secondo tempo, in due minuti si arriva al risultato finale di 1-1: al 50' passa in vantaggio la Lavagnese con il gol di Ghiglia mentre al 52' risponde Acampora per l'Argentina. Lavagnese che si lascia scavalcare dal Savona in classifica mente l'Argentina rimane salda a centro classifica.

GIRONE F: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Riposa: Monticelli

Alfonsine-Pineto 1-2

Sconfitta pesantissima per l'Alfonsine che perdendo lo scontro diretto con il Pineto può dire addio ai sogni di salvezza diretta. I padroni di casa passano in svantaggio poco prima della fine del primo tempo per mano di Esposito, per poi subire la seconda rete al 58' da Ciarcelluti. A nulla serve il gol nel finale di Tosi: il Pineto resta quindi in corsa per la salvezza diretta, sono solo tre i che lo separano dal Campobasso.

Castelfidardo-Romagna Centro 0-1
E' un gol che pesa tantissimo quello siglato da Ferri all'81', che consegna vittoria e tre punti al Romagna Centro. Gli ospiti adesso sono sopra al Campobasso in classifica e possono respirare un po' di tranquillità. E' invece nerissima la situazione del Castelfidardo che si vede rosicchiare un punto dalla Civitanovese e quindi vede avvicinarsi l'ultima posizione della classifica, che significa retrocessione diretta.

Jesina-Sammaurese 1-0
Grande colpo casalingo della Jesina, che ferma la corsa della Sammaurese grazie al rigore realizzato da Shiba alla fine della prima frazione di gioco. La squadra marchigiana si allontana quindi dalla zona retrocessione, mentre i romagnoli vedono scappare le avversarie per i playoff, pagando ancora una volta la scarsa vena realizzativa che li affligge da inizio campionato.

Fermana-Olympia Agnonese 2-1
Ennesima prova di forza della capolista Fermana, che va in svantaggio contro l'Olympia Agnonese ma riesce comunque a ribaltarla grazie all'ottima prestazione di Molinari, autore della doppietta decisiva. Non serve a nulla il rigore siglato dal solito Margarita ad inizio match. I gialloblù volano a +7 sulla Vis Pesaro e fanno un grande passo verso la Lega Pro.

San Nicolò-Campobasso 2-0
Continua il buon momento del San Nicolò a cui basta mezz'ora di gioco per sbarazzarsi del Campobasso. I padroni di casa passano subito in vantaggio con il gol Bisegna, seguito venti minuti dopo da Stivaletta. I lupi provano a riaprire il match ma quando hanno l'occasione perfetta, Fioretti si fa parare il rigore da Ciotti. Per il Campobasso questa è la prima sconfitta da quando Silva si è seduto sulla panchina.

San Marino-Matelica 2-0
Altra vittoria a sorpresa in questa giornata. Il San Marino sfrutta bene il fattore casalingo e batte con un secco 2-0 il Matelica cogliendo l'ottavo risultato utile consecutivo. Questa striscia positiva ha consentito ai titani di uscire dalla zona retrocessione e di costruirsi un margine di quattro punti sull'ultima posizione dei playout. Al contrario, i gol di Buonocunto e di Baldazzi costringono ad un nuovo stop il Matelica che spreca l'occasione di sopravanzare la Vis Pesaro e vede avvicinarsi il San Nicolò.

Civitanovese-Recanatese 1-1
Nello scontro diretto per la salvezza è la Recanatese ad uscire con le ossa parzialmente rotte. I giallorossi sprecano l'occasione di allontanarsi dall'ultimo posto buttando via il vantaggio siglato da Mordini ad inizio secondo tempo. Alla Civitanovese va il merito di non essersi arresa dopo lo svantaggio trovando il gol con Baiata, anche se nel finale poteva fare di più sfruttando la superiorità numerica data dall'espulsione di Sartori.

Vastese-Vis Pesaro 3-0
Rotonda vittoria della Vastese che si riavvicina alla zona playoff e dà una grande mano alla Fermana nella lotta per la Lega Pro. Sotto i gol di Bartoli, Fiore e Tafili cade la Vis Pesaro, che ora si trova a -7 dalla vetta e con due squadre alle calcagna pronte a superarla.

GIRONE G: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Nuorese-Foligno 3-0 a tavolino

Sansepolcro-Trestina 2-2 (sabato)

Si salva in extremis il Sansepolcro, che riacciuffa il Trestina nei minuti finali. Ridolfi e il rigore di Liurni portano avanti gli ospiti senza che gli aretini diano segni di vita e l'intervallo arriva come una liberazione. La reazione non sembra arrivare neanche nella ripresa, ma De Santis e Mortaro, a cavallo dell'80° minuto, siglano l'insperata rimonta, resa ancor più difficile dall'inferiorità numerica. Il Trestina spreca anche un calcio di rigore con Saleppico e i rimpianti per una vittoria che avrebbe allontanato la zona playout crescono a dismisura. Il Sansepolcro si conferma a metà classifica.

Arzachena-Rieti 1-0
Big match di giornata, tra Arzachena e Rieti (la seconda e la prima in classifica). La partita termina 1-0 a favore dei padroni di casa grazie al 15° gol in campionato di Sanna al 79' ma l'incontro è molto bloccato e tattico: soprattutto nel primo tempo dove le due squadre si studiano. L'Arzachena dunque blocca il filotto di vittorie del Rieti (che era arrivato a tre consecutive) e si porta solamente a -1 dal primo posto.

Avezzano-San Teodoro 2-2
Termina 2-2 la partita tra Avezzano e San Teodoro: padroni di casa che forse entrano in campo troppo rilassati (infatti sfumato l'obiettivo playoff) al contrario il San Teodoro necessita di una vittoria per uscire dalla zona playout e infatti mette subito in campo grande grinta. Gli ospiti passano subito in vantaggio al 4' con gol del capitano Ibba e gestiscono il punteggio fino al 72' quando addirittura trovano il raddoppio con gol del solito Puntoriere; a questo punto la partita sembra poter terminare con i 3 punti per il San Teodoro ma l'Avezzano con grande orgoglio riesce a pareggiare in pochi minuti grazie alle reti di Menna e Assisi (seconda rete consecutiva).

Città di Castello-Monterosi 0-3
Termina 0-3 la partita tra Città di Castello e Monterosi: partita senza storia, con gli ospiti che passano subito in vantaggio al 15' con il capocannoniere Pippi (16° gol in campionato) e raddoppiano al 17' con l'ex Lazio Matuzalem. Padroni di casa che non riescono mai a reagire e addirittura subiscono la rete dello 0-3 finale al 62' con Sivilla. Ospiti che tornano alla vittoria dopo due sconfitte consecutive e si rilanciano al terzo posto in classifica (a -1 dal secondo e a -2 dalla vetta), Città di Castello sempre più in crisi con sole due vittorie in campionato e l'incubo della retrocessione sempre vivo.

Flaminia-Latte Dolce 1-1
Si conclude 1-1 la partita tra Flaminia e Latte Dolce: si risolve tutto nel primo tempo, padroni di casa che passano subito in vantaggio al 3' con il 9° gol in campionato di Cardillo e ospiti che pareggiano al 20' con autogol di Battaiotto. Secondo pareggio consecutivo per il Flaminia che si tiene a distanza dalla zona playout. Il Latte Dolce infila il terzo risultato utile consecutivo e si porta a -4 dalla zona salvezza.

Albalonga-Muravera 3-1
3-1 il finale tra  Albalonga e Muravera: i padroni di casa confermano il loro grandissimo momento di forma, al contrario del Muravera che invece non riesce più a far punti (quinta sconfitta consecutiva e zona salvezza molto lontana). Sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio con gol di Clovis ma nella ripresa l'Albalonga sfodera il suo talento offensivo e ribalta il risultato grazie alle reti di Giannone, Traditi e Pintori. Padroni di casa che salgono al quarto posto a -3 dalla vetta.

Lanusei-Ostiamare 0-2
Finisce 0-2 la partita tra Lanusei e Ostiamare: Padroni di casa sempre più in crisi, quarta sconfitta consecutiva (salvo il 3-0 a tavolino contro il Foligno) e margine sulla zona playout che si riduce a 4 punti. L'Ostiamare passa in vantaggio al 25' con Vano e raddoppia al 47' con Roberti: i padroni di casa provano a reagire ma il portiere dell'Ostiamare Quattrotto nega la gioia del gol in tutte le occasioni. Ostiamare che resta sempre in corsa per un posto ai playoff e si porta a -1 dall'Aquila.

Torres-L'Aquila 1-1
Si conclude 1-1 la partita tra Torres e L'Aquila: dopo un primo tempo molto equilibrato sono i padroni di casa che passano in vantaggio con gol di Fideli, al 67' arriva il pareggio con il secondo gol in campionato di Ranelli. Nel finale sono gli ospiti a sfiorare il gol con una clamorosa traversa colpita da Pinna all'86'. L'Aquila infila il secondo pareggio consecutivo e resta aggrappato alla zona playoff, occupando l'ultimo posto disponibile: Torres che allunga a +2 sulla zona retrocessione.

GIRONE H: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Manfredonia-Agropoli 2-2 (sabato)
Finisce 2-2 al Miramare tra Manfredonia e Agropoli. I padroni di casa partono subito forte e già nella prima parte di gara sfiorano il gol con La Forgia: tuttavia, sul finire di primo tempo, sono gli ospiti a colpire con Cherillo. I campani raddoppiano al 62' con Capozzoli, ma i sipontini trovano la forza per reagire e al minuto 68 accorciano le distanze con La Porta. Il gol del 2-2 è nell'aria e, dopo appena sei minuti dal 2-1, i biancocelesti agguantano il pari con La Forgia. La squadra allenata da Catalano va a 33 punti, i cilentani a 22.

Trastevere-Città di Ciampino 6-1
Il Trastevere travolge il Ciampino imponendosi per 6-1 allo Stadium. Dopo il pareggio dello scorso turno contro  l'Agropoli, la capolista del girone H segna ben 6 gol alla squadra di mister Santoni. Apre le marcature Massella al 19': dopo un gol annullato alla squadra di casa al 24', nella ripresa i ragazzi di mister Gardini si scatanano segnando al 50' con Mastromattei, al 59' con Paolacci, al 64' con Tajarol e all'83' e all'87'con Massella che segna una splendida tripletta. Gli ospiti firmano il gol della bandiera al 56' con Blandino.

Cynthia-Bisceglie 1-3
Il Bisceglie batte la Cynthia al Comunale di Genzano per 3-1 e si conferma secondo in classifica del girone H. La partita entra subito nel vivo quando al 12' viene esplulso D'Ambrosio nella squadra di casa. Appena due minuti dopo arriva il primo gol del Bisceglie, realizzato da Partipilio. La Cynthia reagisce e accorcia le distanze al 25' grazie al gol di Mancini: i nerazzurri non ci stanno e 34' Lattanzio firma il gol del 1-2. Nella ripresa la Cynthia crolla e Risolo al 65' segna il gol del definitivo KO per i ragazzi di mister Raggi.

Francavilla-Nocerina 0-3
Il Francavilla crolla in casa contro la Nocerina perdendo per 3-0. Gli ospiti passano in vantaggio al 19' grazie a uno splendido gol di De Iulis, poco meno di dieci minuti più tardi Papini segna il secondo gol della Nocerina. La terza rete per i Molossi arriva ad inizio ripresa, al 48' con Girardi (che segna dal dischetto il gol del definitivo 0-3). La Nocerina riscatta la brutta prestazione del turno scorso contro il Nardò e si porta a quota 50 in classifica.

Potenza-Herculaneum 0-0
Termina a reti inviolate la partita del Viviani tra Potenza e Herculaneum. Al 22' la squadra di casa scheggia la traversa con Guita che colpisce di testa su cross di Cioffi: nella ripresa le due squadre si affrontano a viso aperto con continui ribaltamenti di fronte ma nessuno riesce a segnare. L'Herculaneum e il Potenza si ritrovano rispettivamente 13esimi e 14esimi in classifica con un solo punto di distacco e sono in piena zona playout.

San Severo-Anzio 2-1
Vittoria importantissima del San Severo che si impone per 2-1 sull'Anzio. Al 10' Di Federico segna il primo gol del match, facendo esultare i tifosi di casa: al 21' Lobosco firma il secondo gol del San Severo, che dunque chiude la prima frazione di gioco in vantaggio di due reti. Nella ripresa l'Anzio prova a reagire ma segna solo al 92' il gol della bandiera con Catalano. San Severo che fa un balzo in classifica scavalcando sia Potenza che Herculaneum, portandosi a quota 30 punti.

Gelbison-Picerno 0-1
Colpaccio del Picerno che batte la Gelbison per 1-0 al Morra. Nella prima frazione di gioco sono gli ospiti ad attaccare a testa bassa, mettendo la Gelbison in difficoltà in un paio di occasioni. Nella ripresa la squadra di casa sfiora il gol al 67', ma Patania con una splendida doppia parata nega l'esultanza alla Gelbison. All'81' è Di Senso a segnare il gol del definito 0-1 per il Picerno, che conquista tre punti preziosissimi salendo al nono posto in classifica.

Gravina-Madrepietra Daunia 3-0
Il Gravina sconfigge con un rotondo 3-0 la Madrepietra Daunia: apre le marcature al 23' Picci, che pochi minuti dopo raddoppia al 30' dal dischetto. La Madrepietra tenta di reagire inutilmente ad inizio ripresa, ma la superiorità della squadra di casa è evidente: al 73' Vacca sigla il terzo gol del match. Gravina che scavalca il Nardò in classifica e si porta a quota 44 punti, mentre la Madrepietra rimane a forte rischio retrocessione.

Nardò-Vultur Rionero 0-0
Secondo pareggio di fila per il Nardò che non riesce a battere il Vultur Rionero in casa. Dopo una prima frazione di gioco senza nessuna sostanziale occasione, nella ripresa il Nardò attacca la Vultur con più decisione. La Vultur si difende bene e non concede niente ai padroni di casa e la partita finisce con un giusto 0-0, visto l'equilibrio dimostrato in campo. Il Nardò scende al quinto posto in classifica, scavalcato dal Gravina, mentre la Vultur si conferma decima in classifica con gli stessi punti di Picerno e Francavilla.

GIRONE I: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Frattese-Due Torri 3-0 a tavolino

Castrovillari-Gragnano 0-0 (sabato)

Finisce 0-0 tra Castrovillari e Gragnano: poche emozioni al Mimmo Rende, dove le due squadre sostanzialmente si annullano. L'unico vero scossone del match avviene al 67': i calabresi protestano vivacemente per la mancata concessione di un rigore ai danni di Ragosta, atterrato in area di rigore avversaria. Per il resto, regnano la noia e gli sbadigli. I padroni di casa salgono così a 18 punti, mentre i pastai si portano a 32.

Igea Virtus-Rende 1-0 (sabato)
L'Igea Virtus batte il Rende 1-0 e vola al secondo posto in classifica a quota 51, a quattro lunghezze dalla capolista Leonzio. I giallorossi, dopo un ottimo primo tempo, faticano a creare occasioni nella ripresa: a sbloccare il punteggio ci pensa Longo, che trova la rete con un destro di controbalzo spettacolare che fulmina l'incolpevole Falcone. I calabresi restano in inferiorità numerica a dieci minuti dal termine a causa dell'espulsione del neoentrato Gigliotti. I rennitani restano al quinto posto con 44 punti.

Palmese-Gela 4-2
Successo della Palmese, impegnata in casa contro il Gela: i padroni di casa rifilano quattro gol ai siciliani e volano a 43 punti in classifica, a una sola lunghezza di distacco dalla formazione allenata da Infantino. Passano appena due minuti e i neroverdi siglano il gol del vantaggio con Dorato: gli ospiti non mollano e al 35' trovano il pari con Campanaro, il migliore dei suoi. Stesso copione nella ripresa, con la formazione di casa di nuovo avanti al 50' con Crucitti e raggiiunta sei minuti più tardi dal solito Campanaro. Al 69', però, i calabresi trovano il nuovo vantaggio con Crucitti, su rigore, e il poker al 91' con Lugliese.

Cavese-Sicula Leonzio 0-2
La Sicula Leonzio risponde alla vittoria dell'Igea Virtus, in virtù del successo esterno sul campo della Cavese (sconfitta per 2-0): i bianconeri passano al 9' con Sibilli, che infila Conti con un pallonetto delizoso e all'83' con Rabbeni, che spegne definitivamente le speranze dei campani i quali, tuttavia, all'89' sfiorano il gol della bandiera con Ciarcià (che si fa respingere la conclusione da un attento Polverino). La Leonzio vola a 55 punti, cinque più dei cavesi.

Roccella-Pomigliano 2-1
Il Pomigliano esce con le ossa rotte da Roccella: i ragazzi di Seno inciampano nella nona sconfitta stagionale, perdendo 2-1 contro un Roccella in formato super. I calabresi si portano in vantaggio al 9' con il loro uomo più pericoloso, Laaribi, che raccoglie palla dal limite e con una potente conclusione non lascia scampo a Di Costanzo. Ad inizio ripresa il Pomi trova il pari con un gran destro a giro di Labriola, ma si fa sorpassare nuovamente al 73' da Rodriguez, servito splendidamente da Ficarotta. I padroni di casa si portano a 24 punti in classifica, mentre i campani restano fermi a 34.

Sersale-Sancataldese 1-2
La Sancataldese supera il Sersale 2-1 e vola a 35 punti nella graduatoria: sotto l'acquazzone, però, sono i padroni di casa a passare in vantaggio al 38' con Le Noci. Nella ripresa i calabresi potrebbero raddoppiare, ma Caturano fallisce un calcio di rigore e, poco dopo, gli ospiti prima pareggiano e poi ribaltano il risultato grazie alla doppietta di Carioto, che impedisce ai ragazzi di Venuto di festeggiare la loro seconda vittoria stagionale. La formazione calabrese resta bloccata in classifica con 8 punti.

Gladiator-Aversa Normanna 2-2
Finisce 2-2 tra Gladiator ed Aversa Normanna, ma l'emozioni sono solo nella prima frazione di gara: dopo due minuti i sammaritani si portano in vantaggio con Leone, che di testa spiazza l'incolpevole Lombardo. Gli ospiti rispondono al 13' con Scalzone e, al 28', mettono la freccia con Marzano.  Al 37', infine, il 2-2 definitivo di Pastore. I neroazzurri vanno a 36 punti in classifica, i granata a 28.

Sarnese-Turris 0-1

La Turris vince di misura sul campo della Sarnese: l'inizio di gara non è dei migliori e fino alla metà del primo tempo a regnare è la noia. Un guizzo di Varriale, abile a inserirsi sugli sviluppi di un corner e a trafiggere di testa Sorrentino, spacca la partita al 45' e porta in avanti i corallini (che nel secondo tempo gestiscono la gara senza assumersi troppi rischi). I ragazzi di Baratto volano così a 43 punti, mentre i padroni di casa restano fermi a 19.

Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport