> calcio > serie d

Mercoledì, 22 Febbraio 2017 - 14:07

Serie D: risultati e classifiche in diretta. Live

Il logo della Serie D -

Segui in temporeale su Datasport tutte le gare del "Campionato d'Italia"



SERIE D, TUTTE LE GARE IN DIRETTA: RISULTATI, CRONACHE, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE

GUARDA I GOL E GLI HIGHLIGHTS DI TUTTI GLI INCONTRI DEI NOVE GIRONI


Invia risultati, marcatori, segnalazioni e commenti via WhatsApp al numero 340.4913482



ENTRA NEI GIRONI, CLICCA SULLE SINGOLE PARTITE E RIVIVI LE NOSTRE DIRETTE TESTUALI


GIRONE A: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Chieri-Verbania 0-0 (sabato)
Al De Paoli finisce 0-0 tra Chieri e Verbania: nell'anticipo della 24esima giornata, i ragazzi di Manzo non riescono ad andare a rete nonostante le innumerevoli occasioni capitate nel corso del primo tempo. Tettamanti, Messias e Villa si dividono le palle gol, ma un super Beltrami e una traversa colpita da Villa evitano agli avversari di andare sotto. Al contrario della prima frazione di gara, la ripresa termina senza particolari sussulti, eccezion fatta per l'ingenua espulsione rimediata dal neo entrato Bianconi, che a dieci minuti dal termine lascia gli ospiti in dieci uomini. I collinari salgono a 45 punti, i biancocerchiati a 24.

Caronnese-OltrepoVoghera 2-2
Terzo pareggio nelle ultime quattro per la Caronnese che, di fronte al pubblico amico, non va oltre al 2-2 contro l'OltrepoVoghera. Sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio al 3' con Grani ma ci pensa Mair a ribaltare il punteggio con una doppietta nei primi minuti della ripresa. L'Oltrepo, però, non molla e trova il pareggio con El Khayari. La Caronnese si porta a 44 punti e vede allontanarsi la nuova coppia al comando formata da Cuneo e Varese.

Casale-Borgosesia 1-0
Dopo tre pareggi e due sconfitte nelle ultime cinque, ritorna al successo il Casale: i nerostellati hanno la meglio sul Borgosesia grazie alla rete nei minuti iniziali siglata da Dansu. Il Casale si porta a quota 35 punti, avvicinandosi proprio al Borgosesia, avanti solamente di 4 lunghezze.

Legnano-Cuneo 0-2
Continua l'ottimo momento di forma del Cuneo, che espugna il campo del Legnano e si conferma al primo posto del girone in compagnia del Varese. Decidono l'incontro le reti di Quitadamo e D'Antoni nel primo tempo che permettono alla formazione di Iacolino di raggiungere il sedicesimo risultato utile consecutivo.

Pinerolo-Varese 0-1
Massimo risultato con il minimo sforzo per il Varese, che esce da Pinerolo con tre punti e, soprattutto, il primo posto del girone in compagnia del Cuneo. Ai ragazzi di Baiano basta un gol di Giovio (11° centro in campionato per lui) mentre il Pinerolo resta invischiato nei bassifondi della classifica con 21 punti alla pari della Pro Settimo.

Pro Sesto-Folgore Caratese 2-0
Terza vittoria consecutiva in casa per la Pro Sesto, che non lascia scampo alla Folgore Caratese, sconfitta per 2-0 dai ragazzi di Delpiano. Sblocca il match Corti a fine primo tempo, nella ripresa la Folgore prova a pareggiare ma deve arrendersi e, nei minuti di recupero, subisce anche la seconda rete griffata Cristofoli. La Pro Sesto sale a quota 41 ed è al momento quinta; resta invece a metà classifica la Folgore Caratese, giunta ormai ad una posizione di sicurezza.

Pro Settimo-Inveruno 0-0
La Pro Settimo ferma l'emorragia di tre sconfitte consecutive pareggiando 0-0 in casa contro l'Inveruno, reduce invece da tre vittorie nelle ultime quattro uscite stagionali. La formazione torinese resta terzultima con 21 punti mentre l'Inveruno mantiene intatte le proprie speranze playoff, dato che la quinta posizione è lontana solamente un punto.

Varesina-Bustese 3-1
Si ferma a dodici la striscia di partite senza vittoria per la Varesina: la formazione di Spilli ritrova il successo contro la Bustese di Ganz, sconfitta 3-1 dalle reti di Frugoli, Broggi e Castagna. A nulla vale il pareggio momentaneo firmato da Pllumbaj per i granata che restano penultimi in classifica davanti solamente al Legnano, già quasi condannato alla retrocessione.

Bra-Gozzano 1-1
Ottavo risultato utile consecutivo per il Gozzano che, dopo un girone d'andata zoppicante, pareggia 1-1 sul campo di un Bra in ottima forma. Sono proprio i padroni di casa a passare in vantaggio con Beltrame su rigore alla mezz'ora ma i novaresi trovano il pareggio al 50' con Aperi, sugli sviluppi di un calcio di punizione. Il Gozzano si porta a 34 punti mentre il Bra sale a 30, allontanandosi sempre più dalla zona calda della classifica.

GIRONE B: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Lecco-Scanzorosciate 2-1
Terza vittoria nelle ultime quattro per il Lecco che batte lo Scanzorosciate e continua ad inseguire il sogno salvezza: i blucelesti passano in vantaggio ad inizio ripresa con Caraffa, vengono riacciuffati da Mapelli al 70' ma trovano il gol vittoria con Dejori a tre giri di lancette dalla fine. Il Lecco sale a quota 20 punti mentre lo Scanzorosciate resta fermo a 23.

Ciliverghe Mazzano-Pro Patria 3-0
Importante vittoria in chiave playoff del Ciliverghe Mazzano che, di fronte al pubblico amico, annienta la Pro Patria con un secco 3-0. Mattatore dell'incontro il solito Galuppini (con la doppietta di oggi sale a quota 19 gol) a cui si aggiunge la rete, nel finale, di Chinelli. Il Ciliverghe aggancia proprio la Pro Patria al terzo posto a quota 50.

Darfo Boario-Olginatese 2-0
Con un gol per tempo, il Darfo Boario supera l'Olginatese e consolida la propria posizione a metà classifica. Apre le danze Galelli alla mezz'ora, le chiude invece Muchetti al 72'. Match da archiviare al più presto per l'Olginatese che deve guardarsi le spalle da un Lecco in piena rincorsa.

Dro-Caravaggio 0-0
Termina a reti inviolate la tra i gialloverdi ed i bergamaschi, un punto che accontenta più il Dro sale a 27 (+4 sullo Scanzorosciate, sconfitto a Lecco) mentre il Caravaggio perde un'occasione ghiotta per ridurre il gap dalla quinta posizione del Pontisola (lontano 8 punti) che significherebbe playoff.

Pergolettese-Virtus Bergamo 2-2
Clamoroso harakiri della Pergolettese che, avanti di due gol e con l'uomo in più, si lascia rimontare sul 2-2 dalla Virtus Bergamo. I gialloblu passano in vantaggio con Rossi e raddoppiano ad inizio ripresa con Bodini. Tra il 66' ed il 69', però, la Virtus ristabilisce la parità con i gol di Deri e Amodeo. La Pergolettese perde altri due punti nei confronti del Monza, lontano ora 10 lunghezze, ed ora deve guardarsi le spalle da Ciliverghe e Pro Patria.

Pontisola-Grumellese 2-2
Secondo pareggio consecutivo per il Pontisola che, al Legler, non va oltre il 2-2 contro la Grumellese. I padroni di casa passano in vantaggio con Ruggeri al 5' ma vengono rimontati, prima dell'intervallo, dalle reti di Gambarini e Bahirov. A metà ripresa, il Pontisola trova il pari con Boffelli ma non riesce a trovare il gol-vittoria. Il 2-2 fa aumentare i rimpianti per gli azzurri, lontani ora 5 punti dal terzo posto.

Virtus Bolzano-Cavenago Fanfulla 1-1
Seconda rimonta consecutiva subita dal Cavenago Fanfulla nei minuti finali: dopo l'1-1 maturato con il Darfo, ne arriva un altro con la Virtus Bolzano. I lodigiani passano in vantaggio con Capelli alla mezz'ora ma vengono riacciuffati all'88' dal gol di Kiem, rientrato dopo un lungo infortunio. Il Cavenago Fanfulla resta ultimo con 16 punti, tre in meno della Virtus Bolzano, anch'essa in piena bagarre playout.

Seregno-Ciserano 0-1
Un gol di Chimenti a fine primo tempo permette al Ciserano di espugnare il 'Ferruccio' di Seregno. I bergamaschi interrompono la striscia di tre ko consecutivi e raggiungono quota 30 punti, aumentando a 7 le lunghezze di vantaggio sulla zona playout. Altra occasione sciupata per il Seregno che resta ad 8 punti dal quinto posto.

Monza-Levico Terme 3-1
Dopo lo 0-0 con il Pontisola, si rialza il Monza che ritrova la vittoria al Brianteo contro il Levico Terme. I trentini passano in vantaggio al 5' con Tessaro ma la reazione brianzola non si fa attendere: al 25' Palazzo riporta in parità la sfida mentre al 36' D'Errico trasforma un calcio di rigore. All'ora di gioco arriva anche il 3-1 di Palazzo che, con la doppietta odierna, sale a 11 reti in campionato. Finisce 3-1, il Monza si porta a 61 e allunga a 10 i punti di vantaggio sulla Pergolettese; resta invece penultimo il Levico Terme che non vince da sei partite.

GIRONE C: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Altovicentino-Vigasio 0-3
Non c'è stata quella scossa che si sperava dopo l'esonero di mister Pagan: l'Altovicentino, affidato a Troise, mister della Juniores, cade per la quarta volta consecutiva (stavolta fa festa il Vigasio) e il tonfo fa ancora più rumore viste le tre reti subite. Partita mai in discussione con gli ospiti che dopo 6' sono già in vantaggio con Casolla. Prima dell'intervallo il raddoppio di Guccione e a inizio ripresa la rete di Andriani a chiudere un match in realtà mai aperto.

Calvi Noale-Triestina 1-2
Non ce la fa la Calvi a resistere alla Triestina, a una manciata di secondi dal termine deve capitolare. Ottima gara dei padroni di casa che, nonostante passino subito in svantaggio (Marchiori all'8'), non perdono la bussola e al 31' grazie a Munarini rimettono tutto in parità. La Calvi soffre la pressione alabardata, ma sembra poter puntare al pareggio: ma a un minuto dal termine ecco la beffa, Bradaschia zittisce il pubblico segnando il gol vittoria.

Cordenons-Campodarsego 1-3
Partita senza storia, il Campodarsego non trova grande resistenza nel Cordenons e domina la gara, tornando a casa con tre punti più che meritati. Dopo soli cinque minuti Aliù porta subito avanti gli ospiti, che dopo diciotto sono già 0-2 con il solito Lauria. Partita chiusa, ma c'è ancora molto tempo e sul tabellino marcatori si iscrivono anche Sanavia al 70' per lo 0-3 e Maccan che dagli undici metri segna il famigerato gol della bandiera. Torna alla vittoria il Campo dopo quattro giornate a secco, ma le prime giocano un altro campionato.

Carenipievigina-Virtus Verona 3-0
Ancora uno stop per la Virtus Vecomp, che con questa prestazione conferma il campionato altalenante tenuto sin qui. Ottimo il Careni che non sbaglia un colpo e si regala una doppia gioia, abbandonando l'ultima posizione della classifica ai danni della Vigontina. La cronaca racconta di una partita mai in dubbio, con i padroni di casa che sbloccano la partita su rigore con Zanardo e nel secondo tempo la chiudono con una doppietta di Frezza.

Este-Mestre 1-0
Colpo di scena a Este, dopo 20 giornate e 56 punti raccolti il Mestre cade. Mister Zironelli aveva visto il pericolo di questa trasferta e in settimana aveva ammonito i suoi, ma la sconfitta è arrivata comunque: in ogni caso cambia davvero poco per la capolista, visti i 7 punti che la dividono dalla seconda. Per l'Este è la conferma del buon lavoro fatto fino ad ora e degli aggiustamenti portati dalla proprietà, dopo un inizio un poco traballante. Decisiva al 49' la rete di Tessari.

Legnago-Montebelluna 1-1
Continua il buon momento del Montebelluna, in serie positiva da cinque partite. Con il Legnago arriva un altro punto importante, che puntella una classifica non ancora rassicurante ma in lento e continuo miglioramento. Gli ospiti passano anche in vantaggio con Diop al 73', ma non riescono a mantenerlo: dopo soli nove minuti infatti i padroni di casa arrivano al pareggio definivo con Bigolin. Prossimo turno contro il Careni per un match salvezza importantissimo.

ArzignanoChiampo-Belluno 1-1
Rallenta la corsa dell'Arzignanochiampo, che impatta con un Belluno in ottima forma. I vicentini dopo tre vittorie consecutive devono arrendersi al pareggio, di fronte a una squadra che non regala niente e che ha ripreso in mano il proprio campionato conquistando 11 punti in cinque partite. Gli ospiti passano in vantaggio nel secondo tempo con Farinazzo al 61', ma la soddsfazione dura solo sette minuti: Roveretto non ci sta e riporta la gara in parità.

Vigontina-Tamai 0-1
Giornata amara per la Vigontina, che perde in casa con il Tamai e si ritrova ultima in classifica. Il gol di Giglio al 65' condanna i padroni di casa alla terza sconfitta consecutiva. Per i diavoli invece 6 punti nelle ultime due gare che fanno ben sperare dopo alcune prestazioni preoccupanti. Nel prossimo turno match casalingo con la Calvi Noale: bisognerà confermare le cose buone dell'ultimo periodo, per non ricadere in acque pericolose.

Union Feltre-Abano 3-2
Torna alla vittoria la Union Feltre dopo sei ko consecutivi e lo fa con una gara vibrante, vinta con carattere contro un Abano che meritava sorte migliore. Comincia in salita la gara per i padroni di casa che dopo un minuto sono già sotto, è Pagan l'autore del vantaggio ospite.  Al 16' Rondon pareggia i conti, ma prima dell'intervallo i neroverdi passano ancora con Personè. Poi entra in scena Madiotto, eroe di giornata, che in sette minuti sigla il pareggio e il gol vittoria. Abano 'beffato' e nuova linfa ad un morale che ne aveva bisogno.

GIRONE D: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Scandicci-Poggibonsi 2-0
Affonda nelle sabbie mobili il Poggibonsi, perdente nello scontro con lo Scandicci (2-0). Sono sette le sconfitte per la squadra di Mosconi nelle ultime sette giocate, con solamente quattro goal all'attivo. La vittoria dello Scandicci matura tra i minuti 68 e 70 con le marcature di Vinci prima e di Muscas poi. Sono fondamentali i tre punti per il tecnico Brachi che vede la sua squadra avvicinarsi prepotentemente alla zona playoff.

Correggese-Imolese 1-2
Continua la stratosferica marcia della capolista Imolese (1-2 ai danni della Correggese) che mantiene la vetta della classifica e porta a tredici la striscia di risultati utili consecutivi (non perde dallo scorso novembre). Nel big match della 24' giornata gli imolesi vanno subito avanti per due reti a zero nella prima frazione (10' Ambrosini e 18' Ferretti S.). Al 54' Bovi riapre il match ma l'ineccepibile tattica di mister Baldini permette ai suoi di conservare il risultato e mantenere la prima posizione.

Fiorenzuola-Delta Rovigo 0-1
Dopo la convincente vittoria dell'andata (3-1 in casa propria) basta il minimo sforzo al Delta Rovigo per sconfiggere il Fiorenzuola (finisce 0-1 con il goal di De Anna al 63'). Rimane invariata la distanza dalla capolista Imolese, ad una sola lunghezza. Prestazione generosa per il Fiorenzuola che però non riesce a rialzarsi dopo le ultime prestazioni poco convincenti (solamente quattro punti nelle ultime sette partite).

Mezzolara-Colligiana 2-2
Goal ed emozioni nel 2-2 tra Mezzolara e Colligiana allo stadio Comunale di Budrio. In vantaggio gli ospiti al 48' con il rigore di Crocetti, vanificato dal pareggio immediato del Mezzolara firmato Galeotti. Al 60' i biancoazzurri di Alberti volano sul 2-1 con la rete di Quesada ma è nuovamente Crocetti a regalare l'immensa gioia del pari a tempo praticamente scaduto. Stessi punti per Mezzolara e Colligiana, che continua la sua eccellente risalita.

Pianese-Ravenna 2-2
Un punto a testa per Pianese (peggior difesa) e Ravenna, che mettono in scena un match ricco di goal e di colpi ad effetto (2-2 il risultato finale). Avanti i ravennati di mister Antonioli con Selleri al 18'; risposta immediata della Pianese un minuto dopo con Golfo. Ribalta la situazione la squadra bianco-nera con il rigore di Mammetti in finale di primo tempo, ma al 91' tocca al Ravenna sorprender la Pianese: il guizzo di Lelj decreta il 2-2 finale.

Virtus Castelfranco-Adriese 3-0
Importantissima la vittoria del Castelfranco che sovrasta l'Adriese per 3-0 e ne interrompe la buona striscia di risultati utili consecutivi. Chiude il discorso partita già in avvio di gara la Virtus con Mezgour al 6' e Martino al 12'. La reazione ospite fatica ad arrivare e così è il Castello a gioire con la rete del 3-0 siglata Signorino. La Virtus va a soli due punti dall'ipotetica salvezza.

San Donato-Lentigione 1-2
Risponde colpo su colpo il Lentigione di Zattarin, corsaro anche a San Donato dopo le ultime tre vittorie consecutive. La vittoria per 1-2 in casa del San Donato gli permette così di mantenere il secondo posto ad un solo punticino dall'Imolese. Tutte nella prima frazione le marcature: apre Marijanovic al 19' e pareggia i conti Regoli al 34' per i ragazzi di Fusci. Decisivo il rigore di Rocco al minuto 42. Si ferma qui l'ottimo filotto di risultati in casa San Donato.

Rignanese-Castelvetro 1-0
Dopo due sconfitte torna a gioire la Rignanese, vittoriosa per 1-0 contro un avversario ostico come il Castelvetro (miglior attacco). Decisivo in avvio di gara al minuto 11 Meucci abile a sfruttare un disimpegno non perfetto di Chiriac. Per gli ospiti la spettacolare rovesciata di Nodari al 18' fa gridare al goal, ma è il palo a salvare l'ormai battuto Cosentino. La Rignanese potrebbe raddoppiare nella ripresa, ma non concretizza.

Ribelle-Sangiovannese 1-0
Nonostante un match praticamente perfetto e giocato a ritmi altissimi dalla Sangiovannese, è la Ribelle ad uscire con il bottino pieno (1-0 il finale). Carroli deve superarsi più volte nella prima frazione, prima su Morbidelli e poi su Fofana. Nella ripresa il guizzo di Bernacci al 59' porta avanti la Ribelle ma è nuovamente la reattività di Carroli e della sua linea difensiva a mantenere intatto il risultato.

GIRONE E: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Finale-Grosseto 3-0
Rischiava di saltare la partita tra Finale e Grosseto a causa delle inadempienze della società toscana: invece si gioca e il Finale si dimostra superiore sia nel primo che nel secondo tempo, giocando con determinazione fin dall’avvio e tenendo sempre alta la concentrazione. Dopo aver sbloccato il risultato al 27' con Capra, non si accontenta e giunge il raddoppio al 68' firmato Sogno. Sul finire della partita arriva anche la rete di Anselmo che firma il tris. Il Finale rimane ben saldo a metà classifica, molto vicino alle prime della classe, mentre il Grosseto sprofonda sempre di più a fondo classifica.

Gavorrano-Ghivizzano 3-2
Una partita piena di colpi di scena al Malverisi tra il Gavorrano e il Ghivizzano. Il match parte subito fortissimo e a metà del primo tempo Salvadori sblocca la partita (28') per i minerari: arriva subito la risposta del Ghivizzano grazie al gol di Catanese al 32', mentre allo scadere del primo tempo Brega sigla il gol (40') che permette ai locali di andare negli spogliatoi in vantaggio. Il secondo tempo vede due episodi: al 63' rigore per i biancorossi firmato Zuppardo, mentre al 90' Conti su rigore firma il gol vittoria. Gavorrano sempre più capolista in fuga, ora a +5 sulla Massese; Ghivizzano che rimane anei bassifondi.

Lavagnese-Ligorna 1-1
Il verdetto del match tra Lavagnese e Ligorna è 1-1, dopo una partita molto frizzante e bella da vedere. Nel primo tempo ci sono occasioni da ambo le parti, molti tiri e squadre che si affrontano a viso aperto. Il secondo tempo parte come il primo, ma per sbloccare la partita ci vogliono due episodi: rigore per il Ligorna trasformato da Chiarabini al 56' e pareggio dei bianconeri grazie a Ghiglia al 76' sempre su rigore. Lavagnese che rimane ancorata alla Massese mentre il Ligorna rimane saldo a centro classifica.

Massese-Argentina 1-1
Allo stadio degli Oliveti la partita tra Massese e Argentina finisce 1-1 (sfida molto combattuta). Primo tempo molto acceso che finisce però a reti inviolate, infatti la partita si sblocca nel secondo tempo con l'Argentina che passa in vantaggio grazie a Compagno al 64'. La Massese attacca molto ma per il pareggio ci vuole il calcio di rigore trasformato da Barone al 94'. Massese che con questo pareggio si allontana dal Gavorrano sempre più da solo in vetta, mentre l'Argentina rimane a centro classifica.

Savona-Fezzanese 1-1
Il verdetto dello stadio Bacigalupo è 1-1 tra savonesi e spezzini. Il Savona dopo un’ottima partenza e il meritato gol del vantaggio di Murano al 31', con il passare dei minuti perde grinta e dinamismo: dieci minuti dopo infatti la Fezzanese ristabilisce la parità con il gol di Frateschi al 41'. Il secondo tempo risulta meno interessante del primo, giocato prevalentemente a centrocampo e con pochissime occasioni da rete: nel finale di gara i padroni di casa provano a vincerla, ma senza risultato. Secondo impegno casalingo steccato dal Savona contro una squadra di bassa classifica, ma la terza posizione rimane invariata; punto importante invece per la Fezzanese che rosicchia un punto al Viareggio per la lotta salvezza.

Sporting Recco-Jolly Montemurlo 1-1
Il match tra Sporting Recco e Jolly Montemurlo si apre subito con la sfortunata autorete al 8' del primo tempo di Carlesi, che porta in vantaggio i padroni di casa. Il Jolly però resta sempre in avanti e prova ad agguantare il pareggio concludendo molto in porta (da segnalare un gol annullato): nella ripresa lo Sporting sembra più deciso ma al 62' Papi sbaglia iun calcio di rigore non sfruttando il possibile raddoppio. Così al 90' arriva, dopo vari tentativi in porta, il pareggio del Jolly firmato Cela.

Valdinievole Montecatini-Real Forte Querceta 1-0
Alla Valdinievole Montecatini basta il gol di Frati nel primo tempo per portare a casa i tre punti contro il Real Forte Querceta. Primo tempo molto più interessante del secondo, dove la Valdinievole amministra il vantaggio addormentando la partita. Montecatini che con questa vittoria aggancia proprio il Real in classifica, proprio sotto la zona playoff.

Viareggio-Ponsacco 1-3
Un Gomes scatenato allo stadio Bresciani di Viareggio porta alla vittoria il Ponsacco, dopo una partita quasi a senso unico. Nel primo tempo il Ponsacco domina e Gomes apre subito le marcature al 6', poi raddoppia al 24' con un bel gol. Nella ripresa il Viareggio accorcia le distanze con Marinai e dopo il gol prova ad imporsi anche sul piano del gioco, ma al 72' arriva la rete del definitivo 1-3 con il timbro del solito Gomes: Viareggio che rimane ferma in zona playout, mentre il Ponsacco prova a risalire la classifica.

Unione Sanremo-Sestri Levante 1-1
Il verdetto di Unione Sanremo-Sestri Levante è 1-1: il primo tempo è molto tattico, al 22' però Oneto riesce a sbloccare il  match portando in vantaggio il Sestri. Secondo tempo che comincia come il primo, ma verso la metà della ripresa la squadra di casa riesce a costruire un pò di più ed arriva al gol del pareggio grazie a Cabeccia al 75'. Pareggio che però non accontenta nessuna delle due squadre: all'Unione Sanremo servivano i tre punti per ancorarsi sempre di più alla zona playout mentre al Sestri occorreva la vittoria per agganciare il Ligorna e staccarsi dalla zona playout.

GIRONE F: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Campobasso-Vastese 2-1
Fondamentale vittoria del Campobasso che si allontana ulteriormente dalla zona rossa della classifica, andando a più sei punti sul Pineto tredicesimo. La doppietta di Martiniello consegna tre punti importantissimi ai lupi e allo stesso tempo condanna di fatto la Vastese alla permanenza in Serie D. Per la squadra abruzzese questa è la quarta sconfitta di fila e la vittoria manca ormai da sette partite, troppo per una squadre che punta ai playoff.

Monticelli-Fermana 2-3
Non doveva essere un impegno così improbo il match di Monticelli per la Fermana, ma il terreno del Villa San Filippo si rivela pieno di insidie e trappole per i gialloblù. La squadra di casa passa con il gol di Iotti al 10', ma il vantaggio dura appena cinque minuti perchè ci pensa Molinari a riportare in parità la gara. Passano altri dieci minuti e la capolista supera con il gol di Petrucci, ma il Monticelli non molla e al 66' trova il pareggio con Negro su punizione. Solo la sfortuna toglie un buon punto ai padroni di casa che a tre minuti dalla fine capitolano a causa dell'autorete dello stesso Negro.

Olympia Agnonese-Jesina 3-1
Fondamentale vittoria dell'Olympia Agnonese, che con questi tre punti resta attaccata al treno playoff (di cui ora rappresenta l'ultimo vagone). La partita inizia male per i padroni di casa che vanno in svantaggio a causa del gol del solito Shiba, ma purtroppo per la Jesina oggi in campo c'è un Margarita in forma eccezionale. L'attaccante dell'Agnonese prima pareggia giusto un minuto prima dell'intervallo poi, nel secondo tempo, ribalta il match con due gol nel giro di tredici minuti.

Pineto-Castelfidardo 0-1
Altra fondamentale vittoria di questa giornata. Il gol di Montagnoli regala tre punti pesantissimi al Castelfidardo, che resta agganciato al treno playout togliendosi dall'ultimo posto ora occupato dalla Civitanovese. La vittoria esterna sul campo del Pineto rappresenta il momento da cui poter ripartire per la lotta alla salvezza, i padroni di casa devono invece ritrovare al più presto la vittoria o rischiano di vedersi risucchiati sempre più in basso nella classifica.

Recanatese-San Marino 0-2
Si ferma contro il San Marino la striscia positiva della Recanatese. I padroni di casa capitolano sotto i gol di Olcese e Buonocunto che lanciano verso una salvezza tranquilla la squadra dello stato sammarinese. La sconfitta per la squadra della città di Leopardi è invece un brutto segnale, le ultime partite avevano fornito delle certezze ai giallorossi che ora potrebbero venire a mancare.

Romagna Centro-San Nicolò 1-1
Brutto stop del San Nicolò, che si ferma sul campo del Romagna Centro e vede allontanarsi il terzo posto ora occupato dal Matelica. Al gol del vantaggio di Chiacchiarelli risponde Tosi al 62' che regala un punto d'oro ai propri compagni di squadra (che ora hanno un vantaggio di tre punti sulla zona playout).

Sammaurese-Alfonsine 2-1
Grande prova di forza della Sammaurese, che nonostante l'inferiorità numerica recupera il gol di svantaggio all'Alfonsine e poi ribalta la partita negli ultimi minuti di gara. Alla mezz'ora del primo tempo apre le danze Salomone su calcio di rigore, ma nel secondo tempo arriva prima il pari di Bonandi, poi l'espulsione di Lombardi ristabilisce la parità numerica e successivamente la seconda rete dell'attaccante giallorosso consegna la vittoria ai padroni di casa.

Vis Pesaro-Civitanovese 3-0
Terza vittoria di fila della Vis Pesaro, che dopo San Nicolò e Castelfidardo batte anche la Civitanovese. L'impegno è uno dei più semplici che può offrire il campionato, ma i pesaresi sono bravi a non sottovalutare il pericolo e a chiudere la partita nel secondo tempo grazie alla tripletta di un magnifico Costantino che si va a prendere anche la testa della classifica marcatori. I biancorossi ora sono in seconda posizione in attesa di recuperare il loro turno di riposo, ma assieme al Matelica sono gli unici a poter strappare la promozione diretta dalle mani della Fermana.

Riposa: Matelica

GIRONE G: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Foligno-Lanusei 0-3 a tavolino

Trestina-Flaminia 0-0 (sabato)
Termina a reti bianche e senza grandi emozioni il match tra Trestina e Flaminia, anticipo della 24esima giornata. Entrambe le compagini, separate in classifica da soli tre punti, giocano un incontro sottotono e lo spettacolo ne risente. Un risultato che non accontenta nessuno, data la posizione occupata in classifica da entrambe: i padroni di casa salgono a 29 punti (con nove lunghezze di vantaggio dalla zona playout), mentre gli ospiti si portano a 32.

L'Aquila-Città di Castello 0-0
Finisce con un pareggio a reti bianche la partita tra L'Aquila e Città di Castello. Il risultato di certo non soddisfa i padroni di casa, obbligati a fare i tre punti contro una squadra in lotta per la retrocessione per restare attaccati al treno promozione. Invece, per la nona volta in campionato, il Città di Castello riesce a tenere la propria porta inviolata in trasferta, negando più volte il vantaggio agli aquilani che così si allontano dalla capolista Rieti.

Latte Dolce-Avezzano 2-1
Secondo risultato a sorpresa di questa ventiquattresima giornata. Il Latte Dolce riesce ad imporsi sui lupi marsicani grazie ai gol nel primo tempo di Ruggiu e Palmas e alla grande attenzione difensiva messa in campo dopo la rete del 2-1 di Assisi. Nel finale espulso Leto dell'Avezzano che salterà il match con il San Teodoro.

Monterosi-Sansepolcro 1-2
Continuano le sorprese del girone G. Il Sansepolcro sconfigge il Monterosi grazie alle segnature di Massai, che già alla mezz'ora buca Mazzoleni, e di Bortolussi che all'83' dà la mazzata finale alla partita dopo il pareggio di Sivilla ed il rigore sbagliato da Mortaro. Con questi tre punti il Vivi Alto Tevere si mette definitivamente al sicuro dalla retrocessione, mentre per il Monterosi si allontana la possibilità di promozione diretta.

Muravera-Nuorese 0-1
La Nuorese vince per 0-1 a Muravera grazie al gol di Curcio allo scadere del primo tempo e riscatta lo scivolone di Avezzano. Primo tempo molto più movimentato e interessante del secondo dove la Nuorese amministra senza troppe preoccupazioni. Vittoria meritata al netto delle occasioni: nel prossimo turno la Nuorese vincerà a tavolino (stop forzato per via del ritiro del Foligno) e poi andrà a Sassari per sfidare il Latte Dolce.

Ostiamare-Arzachena 1-0
Nella giornata dei sogni per il Rieti perde anche l'Arzachena, che crolla nel fortino dell'Anco Marzio di Ostia Lido all'ultimo secondo per mano, o per meglio dire per piede, di Roberti (che non si fa prendere dalla pressione al novantesimo insacca dagli undici metri un pallone pesantissimo per la classifica). L'Ostiamare si riprende dopo la sconfitta di settimana scorsa e ricomincia a correre verso i playoff.

Rieti-Torres 2-1
Il Rieti soffre, ma non fallisce l'appuntamento con la vittoria e batte la Torres per 2-1. Succede tutto nei primi venti minuti di gara: al 9' Accardo commette autorete regalando il vantaggio ai teatini che dopo nove minuti trovano il raddoppio con Valeri. Al 20' Valencianes accorcia le distanze con il suo primo gol in maglia Torres, ma la capolista è troppo forte e non concede più spazi ai torresini. Il Rieti vola a +4 sulla diretta inseguitrice e cerchia di rosso questa giornata, che potrebbe risultar essere quella decisiva per le sorti del campionato.

San Teodoro-Albalonga 0-1
Nella giornata delle cadute dei giganti, l'Albalonga vince sul campo del San Teodoro e approfitta di questa ecatombe per tornare a dire la sua nel discorso promozione. I laziali soffrono sul terreno sardo, ma alla fine il loro bomber non li delude e decide il match a loro favore. Al 78' infatti è Cruz con l'ottavo gol stagionale a battere Cherchi e a regalare tre punti fondamentali agli ospiti.

GIRONE H: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Picerno-Gravina 2-1
Al Curcio termina 2-1 tra Picerno e Gravina. Partono forte i rossoblu che al 3' passano in vantaggio con Esposito, Il Gravina tenta timidamente di costruire azioni di gioco importanti, senza mai riuscirci nella prima frazione di gioco. Al 66' Ciranno segna il raddoppio per la squadra di casa, ma appena due minuti più tardi il Gravina accorcia le distanze con Morga. Nei minuti finali i gialloblù cercano di agguantare il pareggio senza mai riuscirci. Il Picerno si porta a quota 29 punti in classifica, mentre il Gravina resta in zona playoff.

Herculaneum-Francavilla 2-1
Al Vallefuoco di Mugnano l'Herculaneum ribalta la partita e conquista 3 punti preziosissimi. Dopo un avvio molto positivo dei padroni di casa, a passare in vantaggio è il Francavilla che al 33' con Masini illude gli ospiti. Nella ripresa i granata attaccano a testa bassa e, dopo aver sfioranto il pareggio in un paio di occasioni, all'81' è Milone a trovare il gol dell'1-1: sette minuti più tardi Baratto firma il gol del definitivo 2-1. L'Herculaneum scavalca in classifica il San Severo e il Potenza portandosi a quota 29 punti in classifica.

Agropoli-Trastevere 2-2
Partita bellissima al Comunale di Agropoli che termina con un pareggio: 2-2 il risultato. A passare in vantaggio è la squadra di casa con Cherillo che insacca alle spalle di Radaelli al 37', nella ripresa il Trastevere trova il pareggio al 49' con Massella ma appena due minuti più tardi l'Agropoli torna nuovamente in vantaggio con Ciaramelletti. Gli ospiti non mollano e agguantano il definitivo pareggio al 61' con Massella, che segna la sua doppietta personale.

Madrepietra-Cynthia 3-0
La Madrepietra asfalta la Cynthia, 3-0 allo Stadium. La squadra di casa passa in vantaggio al 10' con gol di Cipolletta, che la mette sotto la traversa dopo una punizione al centro di Giannusa. Gli ospiti reagiscono: al 28' Mancini prova da fuori aria, ma la palla finisce alta di poco. In chiusura di primo tempo arriva il secondo gol per i blugranata con Cinque. Nella ripresa la Madrepietra continua ad attaccare e trova i terzo gol al 84' con Bozzi.

Nocerina-Nardò 2-2
La Nocerina non approfitta della battuta di arresto del Trastevere e non accorcia le distanze sulla prima in classifica: al San Francesco di Assisi termina 2-2 tra i molossi e il Nardò. Al 6'  Coppola tenta il gran gol in semi rovesciata, ma Petrarchi para senza nessuna difficoltà. Al 20' la squadra di casa passa in vantaggio con Girardi ma al 58' della ripresa il Nardò segna l'1-1 con Rosato. La Nocerina passa nuovamente in vantaggio al 75' con Albanese e appena 3 minuti dopo Patierno mette a segno il gol del 2-2 per gli ospiti.

Vultur Rionero-Gelbison 2-1
Allo stadio Corona termina 2-1 in favore della Vultur Rionero la sfida contro la Gelbison. La due squadre partono fortissimo e al 4' c'è un'occasione per entrambe: Landi para su colpo di testa di Cappiello e sul contropiede Scavone della Vultur spara alto da solo davanti al portiere avversario. Al 29' un autogol di Giordano porta i padroni di casa in vantaggio ma nella ripresa la Gelbison trova il pareggio al 60' con Manzillo. La Vultur non ci sta e attacca con tutti i suoi uomini, trovando il gol della vittoria con Aracri al 62'.

Anzio-Potenza 2-0
Bella vittoria dell'Anzio che riscatta le ultime prestazioni non molto convincenti: al Bruschini termina 2-0 contro il Potenza. Parte molto bene il team ospite che al 7' sfiora il gol con Guarino, il quale colpisce sottomisura ma centra in pieno il portiere dell'Anzio. Al 24' rosso diretto per Guarino che interviene col gomito alto su Giampaolo. Nella ripresa, complice la superiorità numerica, l'Anzio attacca  e passa in vantaggio al 64' con Artistico. Al 67' un'altra espulsione nelle file del Potenza: Potrone viene espulso per somma di ammonizioni e lascia i rossoblù in nove uomini. Al 92' Giampaolo firma il 2-0 finalizzando un contropiede e permette all'Anzio di aggiudicarsi 3 punti.

Bisceglie-Manfredonia 3-2
Pioggia di gol al Ventura: termina 3-2 tra Bisceglie e Manfredonia. La partita entra subito nel vivo quando al 9' il Manfredonia sfiora il gol con Malcore in contropiede: al 19' passano in vantaggio i padroni di casa con Lattanzio che insacca alle spalle di  Tarolli. Due minuti più tardi il Bisceglie raddoppia con Montinaro, ma al 35' il Manfredonia accorcia le distanze con La Porta dal dischetto. Nei minuti conclusivi della partita accade di tutto: all'82' gli ospiti pareggiano con Coccia, ma a un minuto dalla fine Montinaro regala i 3 punti alla sua squadra.

Città di Ciampino-San Severo 2-2
Termina in pareggio tra Città di Ciampino e San Severo: 2-2 il risultato finale. Dopo una fase di studio iniziale da parte di entrambe le squadre, al 25' l'arbitro assegna un rigore per il San Severo che Falconieri realizza senza nessuna difficoltà.  Appena due minuti più tardi viene assegnato un altro calcio di rigore questa volta a favore dei padroni di casa, che lo realizzano con Muzzi. Partita molto equilibrata anche nella ripresa: al 55' si riporta in vantaggio il San Severo con Di Federico, ma Trani al 67' sigla il 2-2 del definitivo pareggio.

GIRONE I: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Due Torri-Roccella 0-3 a tavolino

Aversa Normanna-Igea Virtus 1-2

L'Igea Virtus torna alla vittoria superando 2-1 l'Aversa Normanna in trasferta. I siciliani passano in vantaggio al 27' con Lescano che dagli undici metri non sbaglia: il raddoppio arriva al 62' con Isgrò, che fulmina Lombardo con una grande conclusione. Nella fase finale del match i giallorossi si complicano la vita e i campani ne approfittano al 70' per accorciare le distanze con Scalzone. L'Igea sale a 48 punti mentre i padroni di casa restano fermi a 28.

Pomigliano-Cavese 1-2
Al Gobbato la Cavese conquista tre punti in rimonta, nei minuti finali dell'incontro: il Pomigliano parte forte e al 28' passa in vantaggio grazie a una punizione da cineteca di Moracci tuttavia la formazione ospite riesce ad agguantare il pari al 39' con Ciarcià. Il gol che decide il match porta la firma di un ex, Alleruzzo, che con un destro volante all'86' fa esplodere di gioia mister Longo: con questo risultato i metelliani volano a 50 punti, mentre i granata si fermano a 34.

Gela-Castrovillari 3-1
Tutto facile per il Gela, che in casa, contro il Castrovillari rischia pochissimo e rifila tre gol alla formazione calabrese, terz'ultima in campionato con 17 punti. I siciliani mettono in ghiaccio la partita nella prima frazione di gara, terminata sul punteggio di 2-0 dopo i gol di Campanaro e Bonaffini. Ad inizio ripresa Chidichimo sigla il tris, poi i delfini calano d'intensità e all'89' permettono a Feraco di siglare il gol della bandiera. I ragazzi di Infantino agguantano il Rende al quarto posto con 44 punti.

Gragnano-Frattese 1-3
Una Frattese spietata annienta 3-1 il Gragnano, staccandosi di tre punti dai rivali, che si fermano a quota 31. Bastano appena sei minuti ai ragazzi di Costanzo per far male ai padroni di casa: Da Dalt serve al centro per Silvestro che segna la sua seconda rete consecutiva in campionato. Nella ripresa, al 56', Ausiello porta i nerostellati sul 2-0 e sette minuti più tardi, Conte serve Giacobbe per il 3-0. I pastai accorciano le distanze al 73' con Varsi.

Rende-Palmese 0-1
La Palmese espugna il Lorenzon di Rende e porta a casa il derby calabrese grazie al gol di Crucitti, che al 5' ammutolisce lo stadio. Una sconfitta che costa caro ai biancorossi, che non solo perdono terreno dalle prime due del girone ma si fanno raggiungere in graduatoria dal Gela. Per i neroverdi, invece, è un successo che vale oro e che permette alla formazione allenata da Dal Torrione di restare in corsa per un posto in zona playoff, distante di sole quattro lunghezze.

Sancataldese-Gladiator 0-1
Basta un gol al Gladiator per battere la Sancataldese: la rete arriva al 73' con Pastore, che sblocca un match che fino a quell'istante non aveva concesso molte emozioni. La compagine di Santa Maria Capua Vetere vola in ottava piazza con 35 punti, superando il Pomigliano. Risultato pessimo per i padroni di casa, fermi a 32 punti, con soli quattro punti di vantaggio dalla zona playout.

Sicula Leonzio-Sarnese 4-1
La Sicula Leonzio consolida il primato nel girone sfoderando una prestazione convincente: la Leonzio sblocca il match al 28' con D'Amico, a segno dal dischetto e raddoppia al 39' con Sibilli. Due minuti dopo Tammaro accorcia le distanze peer la Sarnese, che si fa travolgere al 53' e all'81' da Sibilli (il migliore in campo, doppietta per lui) e Rabbeni. I lentinesi si portano a 52 punti, mentre gli ospiti restano fermi a 19 punti.

Turris-Sersale 4-1
La Turris vince 4-1 in rimonta al Liguori contro il Sersale: i calabresi, fermi a quota 8 punti in campionato, passano a sorpresa in vantaggio al 18' con Borgemino che, dimenticato colpevolmente dalla difesa di casa insacca indisturbato per l'1-0. La reazione dei corallini non si fa attendere e, dopo aver sfiorato il gol al 27', trovano il pari al 44' con Danucci. La rimonta si concretizza al 64' grazie al rigore conquistato e trasformato da Tarallo. Al 65' Improta lascia la sua impronta con un eurogol che vale il 3-1, mentre il poker porta la firma di Somma al 77', ancora una volta su un'invenzione di Improta. I ragazzi di Baratto volano così a 40 punti.

 

Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport