> calcio > serie d

Mercoledì, 26 Aprile 2017 - 08:00

Serie D: risultati e classifiche in diretta. Live

Il logo della Serie D -

Segui in temporeale su Datasport tutte le gare del "Campionato d'Italia"




SERIE D, TUTTE LE GARE IN DIRETTA: RISULTATI, CRONACHE, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE

GUARDA I GOL E GLI HIGHLIGHTS DI TUTTI GLI INCONTRI DEI NOVE GIRONI


ENTRA NEI GIRONI, CLICCA SULLE SINGOLE PARTITE E RIVIVI LE NOSTRE DIRETTE TESTUALI DELLA 32° GIORNATA

INTERAGISCI CON NOI: Invia risultati, marcatori, segnalazioni e commenti via WhatsApp al numero 340.4913482

 

COPPA ITALIA SERIE D, IL PROGRAMMA DELLE FASI FINALI


GIRONE A: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Bustese-Borgosesia 2-3
Vittoria dal peso specifico incalcolabile per il Borgosesia in trasferta contro la Bustese. Tutto facile nel primo tempo per gli ospiti, avanti con un tris di gol. Prima Di Lernia, poi l'autorete di Alushaj ed infine Tomaselli sembrano chiudere i conti, ma i lombardi scaldano il secondo tempo con la rete su rigore di Pllumbaj e la successiva zampata di Panigada. I granata mantengono il vantaggio nel finale e si riportano a -2 dal Cuneo capolista, mentre la Bustese resta invischiata in zona playout.

Folgore Caratese-Cuneo 0-1
Il gol di D'Antoni è una pietra miliare sulla promozione diretta del Cuneo, vincente per 1-0 contro una combattiva Folgore Caratese. Poche le emozioni di un match tirato, con gli ospiti sotto pressione e capaci di sbloccarsi soltanto a metà del secondo tempo. Per i padroni di casa la stagione è già finita, per i piemontesi, invece, la Lega Pro potrebbe presto diventare un sogno che si avvera.

Gozzano-Varese 2-1
E' una sconfitta pesante come un macigno per il Varese quella subita contro il Gozzano. Il Cuneo scappa a +5 e, a due giornate dalla fine, la promozione diretta resta un sogno pressoché irrealizzabile. Il vantaggio di Aperi, dopo che i biancorossi hanno dominato per lunghi tratti del match, viene subito pareggiato da Scapini, ma, a dieci minuti dal termine, Ficco stende gli ospiti e regala il 2-1 ai rossoblù, che restano lontani dalle primissime posizioni.

Bra-Casale 2-2
Dopo 45 minuti di nulla, Bra e Casale decidono di dare spettacolo nel secondo tempo e, nonostante il punto guadagnato non cambi nulla nelle rispettive graduatorie, il pubblico di casa può almeno godersi il 2-2 finale, firmato dai gol di Niang e Ghione Mainardi per i braidensi e dalla doppietta di Sinato per i nerostellati.

Chieri-OltrepoVoghera 2-0
Ora che qualunque obiettivo ai vertici della classifica è sfumato, con la testa più leggera dalla pressione, il Chieri ritrova la vittoria e piega l'Oltrepovoghera, ormai privo di qualsiasi motivazione, grazie ai gol di Messias e Anastasia. Un primo tempo senza particolari emozioni lascia il posto ad un roboante inizio di seconda frazione, in cui gli attaccanti dei padroni di casa decidono il match.

Legnano-Pro Settimo 1-1
Ci ha provato fino all'ultimo minuto il Legnano, che ha colpito il palo con Hazah a tempo scaduto, ma la Pro Settimo ha tenuto l'1-1 e non si è fatta sorpassare in classifica dagli avversari. Poco da festeggiare, però, per entrambe le squadre, che continuano ad occupare gli ultimi due gradini della graduatoria del girone. Il rigore di Taraschi, su sciocco fallo di Cantarella, ha dato il vantaggio ai piemontesi, poi Ianni, a dieci minuti dalla fine, ha trovato il meritato pareggio, rimasto tale al fischio finale.

Pro Sesto-Pinerolo 1-1
Un gol di Battaglino toglie al Pinerolo tre punti fondamentali nella lotta per evitare la retrocessione diretta. La Pro Sesto non si arrende, rimasta in dieci per l'espulsione di Cristofoli ad inizio secondo tempo, dopo che Gili aveva portato in vantaggio gli ospiti al terzo minuto della prima frazione. I piemontesi rimangono a +2 sul penultimo posto e non possono dirsi tranquilli, mentre per i biancocelesti anche la zona playoff è ora un miraggio.

Varesina-Caronnese 0-0
Niente promozione diretta per la Caronnese, bloccata sullo 0-0 dalla Varesina e distante sei punti dal Cuneo, contro cui è in svantaggio negli scontri diretti, a due giornate dalla fine. Il rosso diretto per Caso al minuto 58 potrebbe lanciare gli ospiti verso il successo nel finale, ma la porta di Varesio resta inviolata ed il pareggio finale scrive la sentenza definitiva sulla stagione dei beniamini di Caronno Pertusella. I padroni di casa restano tre punti sopra l'ultimo posto in classifica.

Verbania-Inveruno 1-0
La sconfitta patita contro il Verbania costa la promozione diretta all'Inveruno, lontano sei lunghezze a due partite dalla fine dal Cuneo e in svantaggio negli scontri diretti. Bravi i piemontesi a riprendersi dal rigore sbagliato da Spadafora ad inizio partita ed eccezionale lo stesso attaccante a siglare il gol del successo al minuto 53. Gli ultimi due posti in classifica si allontanano per i padroni di casa, ma la zona playout resta un dato di fatto.

GIRONE B: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Lecco-Dro 2-1
Un gol di Ronchi ad un quarto d'ora dalla fine regala il successo al Lecco contro il Dro. I blucelesti, passati in vantaggio alla mezz'ora grazie a Karamoko, subiscono la pressione ospite che culmina nel pareggio, poco prima dell'intervallo, ad opera di Farimbella. Quando il match sembra incanalarsi verso l'1-1 ecco che arriva la zampata vincente di Ronchi che permette ai lecchesi di agguantare quota 28 punti. Il Lecco resta tuttavia quartultimo, con la quasi certezza di disputare i playout per guadagnarsi la riconferma nella categoria.

Monza-Seregno 2-2
Il Monza pareggia 2-2 il derby contro il Seregno e strappa il punto che serviva per la matematica promozione in Lega Pro. La formazione di Zaffaroni va sul doppio vantaggio grazie alle reti di D'Errico e Gasparri ma subisce la rimonta ospite con le reti di Vaini e Lillo. Rimonta che però non rovina la festa al Brianteo dei biancorossi che hanno infatti sette punti di vantaggio sul Ciliverghe Mazzano a due giornate dalla fine del campionato.

Cavenago Fanfulla-Virtus Bergamo 1-1
Il pareggio maturato in quel di Lodi contro la Virtus Bergamo, già matematicamente ai playoff, mantiene in vita le ridottissime chance di salvezza del Cavenago Fanfulla. I bergamaschi passano in vantaggio a metà ripresa grazie ad Amodeo ma incassano il pareggio in zona Cesarini con Galtarossa. Il Fanfulla resta a 20 punti con sei punti da recuperare per poter disputare i playout: serve, tuttavia, un mezzo miracolo ossia due vittorie nelle prossime partite e zero punti delle rivali (Scanzorosciate Dro).

Darfo Boario-Pergolettese 0-2
Il Darfo Boario perde 2-0 in casa contro la Pergolettese e dice matematicamente addio alla corsa playoff. I cremaschi, infatti, sbloccano il match all'11' con Pebrabissi e chiudono i conti all'80' con Dimas in contropiede. La Pergolettese rinforza il terzo posto in classifica mantenendo tre punti di vantaggio sulla Virtus Bergamo che, con ogni probabilità, sarà la rivale nel primo turno di playoff della banda di Curti. Il Darfo, invece, resta settimo con 51 punti, frutto di un ottimo girone di ritorno dei camuni.

Grumellese-Caravaggio 0-0
Pareggio ad occhiali tra Grumellese e Caravaggio al Libico. Le due squadre si affrontano a viso aperto ma le difese, senza troppa fatica, prevalgono sugli attacchi avversari per tutti i novanta minuti. La situazione in classifica non muta né preoccupa, anche perché entrambe le compagini sono al riparo da pericoli e troppo lontane dai sogni playoff. Il Caravaggio resta ottavo a 47 punti mentre la Grumellese è decima con 42.

Levico Terme-Olginatese 1-1
Termina in parità lo scontro diretto tra Levico Terme ed Olginatese. I padroni di casa partono meglio e, a dieci minuti dalla fine, trovano il gol del vantaggio con Tobanelli che non lascia scampo a Celeste. L'Olginatese, però, non demorde e raggiunge il pareggio ad un quarto d'ora dalla fine grazie a Menegazzo. L'1-1 finale non modifica la situazione di bassa classifica: il Levico Terme resta terzultimo e, qualora finisse oggi il campionato, sarebbe retrocesso in Eccellenza. L'Olginatese, invece, disputerebbe il playout con il Lecco.

Pontisola-Ciserano 1-0
Il gol di Romanini nel primo minuto di recupero del secondo tempo regala il successo al Pontisola nel derby contro il Ciserano al termine di una partita per larghi tratti soporifera. Il Pontisola si porta al sesto posto in classifica a quota 53 punti e, con due giornate al termine del campionato, resta a cinque punti di ritardo dal quinto posto (appannaggio al momento della Pro Patria) che vale i playoff. Il Ciserano, invece, raccoglie la terza sconfitta nelle ultime quattro ma resta tranquillamente a metà classifica.

Scanzorosciate-Pro Patria 0-4
La cura Javorcic funziona. La Pro Patria sbanca Scanzorosciate al termine di una partita dominata e conclusa con un roboante 4-0. I bustocchi si trovano sul 2-0 già al quarto d'ora in virtù dei gol di Garbini e Santana. Nella ripresa sale in cattedra Colombo che firma la personale doppietta che irrobustisce il risultato a favore degli ospiti. Con il successo odierno, la Pro Patria arriva a 58 punti e mantiene cinque punti di vantaggio sul Pontisola a due giornate dalla fine. I playoff per i bustocchi sono sempre più vicini.

Virtus Bolzano-Ciliverghe Mazzano 1-2
Rimonta vincente del Ciliverghe Mazzano che sbanca il Druso e conferma la seconda posizione alle spalle del Monza, ufficialmente promosso in Lega Pro in virtù del pareggio maturato contro il Seregno. I bresciani vanno sotto per il gol di Bucchi ma prima pareggiano con Barwuah e poi, a due minuti dalla fine, firmano il sorpasso con Andriani. Per il Ciliverghe si profila un playoff scoppiettante contro la Pro Patria mentre la Virtus Bolzano resta penultima in classifica davanti al Cavenago Fanfulla.

GIRONE C: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Altovicentino-Carenipievigina 2-0
L'Altovicentino batte il Careni per 2-0 in una vera e propria finale e condanna i trevigiani alla retrocessione in Eccellenza. Con un gol per tempo di Gyimah e Melchiori i padroni di casa regolano la spinosa pratica Careni. Ora per l'Altovicentino c'è l'obiettivo salvezza, la classifica è corta con sei squadre in 4 punti e 6 a disposizione per evitare i playout.

Calvi Noale-Campodarsego 1-1
Finisce 1-1 tra Calvi Noale e Campodarsego, con i padroni di casa che riagguantano il match dopo il vantaggio degli ospiti. Succede tutto nel secondo tempo con il Campodarsego in vantaggio al 79' con Aliù e la Calvi che risponde ferocemente dopo soli 4 minuti con Munarini. Un misero punto con una squadra che ha già raggiunto il suo obiettivo, ma che fa la differenza in classiifca per appaiarsi con Vigasio e Altovicentino a 34 punti: la lotta per evitare i playout è già iniziata.

Este-Legnago 1-1
Este e Legnago si prendono un punto ciascuno, pareggiando 1-1. Al gol di Cavallini al 12' del primo tempo, risponde Zanetti in chiusura sempre della prima frazione. Un pareggio che fa sicuramente più contenti i padroni di casa, al sicuro da qualsiasi capovolgimento di classifica nelle ultime due gare. Il Legnago da parte sua rimane sospeso con un piede nella salvezza e uno ancora invischiato nella lotta playout.

Belluno-Abano 1-1
Termina in parità (1-1) lo scontro tra Belluno e Abano, un match imperniato sulla possibilità di rimanere in corsa per i playoff. Il pareggio di Miniati, dopo il gol di Serena, fa sì che il risultato non chiuda la porta a nessuna delle due squadre anche se per i gialloblù la speranza è fievolissima. Per l'Abano la strada sembra spianata, basteranno 3 punti in due gare per arrivare alla post season.

Tamai-Virtus Vecomp Verona 1-3
La Virtus Vecomp batte 1-3 il Tamai con il tandem Mensah-Manarin. Ora è matematico, la squadra di Fresco giocherà i playoff promozione. Gli ospiti scendono in campo decisi ad approfittare del matchball per la post season e passano dopo solo otto minuti con Mensah su rigore. Nella ripresa Manarin raddoppia e ancora Mensah chiude la gara. A nulla vale il gol di Paladin.

Triestina-Montebelluna 1-2
La Triestina cade 1-2 al Rocco per mano di un Montebelluna cinico e capace di approfittare al meglio degli errori alabardati. Sono i padroni di casa a fare la partita ma la testa è lontana, perché a Vigasio va in scena il successo stagionale della capolista Mestre. Manca il guizzo finale e, quando arriva una distrazione, Fasan ne approfitta per il vantaggio ospite. Nella ripresa la musica è la stessa ma Franca riesce a trovare il pareggio. A pochi minuti dal termine arriva il gol vittoria di De Vido.

Arzignanochiampo-Cordenons 2-0
L'Arzignano regola 2-0 il Cordenons e mantiene la rotta sui playoff. Nulla è ancora deciso per l'ultimo posto a disposizione, anche se l'Abano sembra essere in pole position. I padroni di casa archiviano la gara con un gol per tempo, nel primo Grbac segna dagli 11 metri il vantaggio e nella ripresa è Tonani a chiudere il match. Per il Cordenons rimane lo spettro dei playout.

Vigasio-Mestre 1-4
Il Mestre sbanca anche Vigasio con un 1-4 senza storia. Non è più solo una sensazione, che ci ha accompagnato per 3/4 di stagione, ora è realtà: con i tre punti gli uomini di Zironelli colgono una promozione strameritata. Ci vogliono solo tre minuti per vedere il vantaggio arancionero con Sottovia. Nella ripresa accade la stessa cosa, dopo due minuti arriva il raddoppio, questa volta di Pettarin che indirizza la partita, ma un sussulto ddel Vigasio porta i padroni di casa a accorciare le distanze con Zamboni. Uno sfortunato autogol e la rete di Zecchin chiudono la partita.

Vigontina-Union Feltre 1-1
Finisce 1-1 il match tra Vigontina e Union Feltre, una partita tra due formazioni che hanno ben poco da chiedere al campionato: già retrocessi i primi e salvi i secondi. Gli ospiti passano subito, dopo cinque minuti Trento segna da 25 metri e bisogna attendere la ripresa per vedere il gol del pareggio, a segnare è Antenucci al 52'.

GIRONE D: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Scandicci-Sangiovannese sospesa all'83' sul parziale di 0-2
Incredibile allo stadio Turri: la partita, ferma sul punteggio di 0-2 a sette minuti dal termine (reti di Morbidelli e Bucaletti), è stata sospesa per impossibilità da parte del direttore di gara di continuare ad arbitrare il match per un problema fisico trascinatosi durante quasi tutta la durata della gara. La partita, come previsto dal regolamento del campionato dilettanti, va dunque rigiocata dal primo minuto come confermato da fonti certe della Sangiovannese. Squadre di nuovo in campo mercoledì 26 alle 15.

Adriese-Colligiana 3-1
Tre punti importantissimi per l'Adriese che sconfigge con il punteggio di 3-1 la Colligiana e la avvicina in classifica (-4 punti da quest'ultima). I rossoblù si mantengono in piena lotta playout confermando uno stato di forma altalenante, fatto di quattro vittore e tre sconfitte nelle ultime sette giocate. Passano gli ospiti in avvio di gara con il rigore di Crocetti al 3'; risponde Cesca al 17', mentre Colman Castro al 41' realizza dal dischetto il 2-1 che chiude la prima frazione. Nel finale di partita, al minuto novanta, Marcandella firma il gol che fa esplodere la gioia del Bettinazzi.

Correggese-Fiorenzuola 1-2
Eccezionale prestazione del Fiorenzuola, che vince per 1-2 in casa di una Correggese poco determinata e con la testa già ai playoff. Per i rossoneri la salvezza matematica non è più un miraggio viste le ultime prestazioni più che convincenti. Messina dal dischetto firma lo 0-1 dopo quattro minuti di gara, ma la reazione dei ragazzi di Benuzzi è immediata: Sciamanna viene murato da Vagge al 7' ma il pari arriva poco dopo al 17' grazie alla firma di Pittarello. Il Fiorenzuola ne ha di più e mostra tutta la sua voglia di salvezza: al 53' Pessagno, assistito da Guglieri, sigla il gol del definitivo 1-2 finale. Sciamanna e company ci provano fino alla fine senza trovare varchi nella solida difensiva rossonera.

Imolese-Lentigione 1-1
Finisce 1-1 la sfida tra Imolese e Lentigione, dirette rivali della capolista Ravenna. Per la squadra di Imola la beffa clamorosa arriva al secondo minuto di recupero, allontanandoli così dal primo posto (-3 dal Ravenna). Vanno in vantaggio i rossoblù con il jolly Ambrosini (per lui sono 17 i gol in campionato) al 59', subentrato pochi minuti prima. Il pareggio in extremis al 92' per il Lentigione lo realizza Marijanovic. Gli ospiti riescono nell'intento di fermare gli imolesi confermandosi come una delle corazzate del torneo, da tenere d'occhio in vista dei playoff che andrà a disputare.

Ravenna-Delta Rovigo 1-0
Nell'attesissimo match tra Ravenna e Delta Rovigo è la squadra ravennate a spuntarla di misura con il punteggio di 1-0. Per i ragazzi di Antonioli sono punti fondamentali soprattutto in virtù del pari dell'Imolese, fermo al secondo posto e distante tre lunghezze in classifica con due sole partite da giocare. In un match falloso e combattuto prevale la rete vincente di Selleri al 26' a cui nulla può Boccanera. Graziani sfiora il 2-0 nella ripresa mentre il Delta tenta tutte le carte possibili senza riuscire ad impensierire seriamente la difesa del Ravenna, che si conferma la migliore del campionato (solo 23 i gol subiti dai romagnoli).

Pianese-Mezzolara 1-1
Un punto per parte per Pianese e Mezzolara che chiudono sull'1-1 il finale. Alle due compagini rimane da conquistare solamente gli ultimi punticini in vista della salvezza che non si può ufficialmente considerare matematica. Per il Mezzolara grandi rimpianti considerato il pareggio dei bianconeri arrivato al 95' con il rigore trasformato dall'ariete Mammetti. Per gli ospiti invece il vantaggio firmato da Vignali al 58'. Si conferma in forma sgargiante la squadra di Chiarini (quattro vittorie e un pari nelle ultime sette giocate).

Poggibonsi-Castelvetro 2-0
Vittoria d'orgoglio per il fanalino di coda Poggibonsi che soprende il Castelvetro con il punteggio finale di 2-0. Prestazione eccellente dei giallorossi che nonostante la retrocessione arrivata ufficialmente nel turno precedente, passano meritatamente davanti al proprio pubblico. Giardulli apre le danze al 34' bravo a sfruttare il filtrante e a saltare l'estremo difensore ospite. La ripresa è nuovamente a tinte giallorosse con il pallonetto di Lessa Locko nel finale di gara al 93'. Nonostante la sconfitta è quasi salvo il Castelvetro.

San Donato-Rignanese 0-2
Rimane in bilico il destino del San Donato che al Comunale è costretto a soccombere alla fenomenale prestazione biancoverde (0-2 il risultato finale in favore della Rignanese). Degl'Innocenti fa 0-1 in avvio di ripresa direttamente da calcio di punizione. Il raddoppio porta la firma di uno tra i protagonisti della stagione in casa Rignanese: Donatini al 71' sigla il definitivo 0-2. Per gli ospiti una boccata di ossigeno vitale in vista del finale di stagione. Rimane fermo a quota 40 punti invece il San Donato di mister Fusci, a pari punti con le agguerrite Fiorenzuola e Colligiana.

Virtus Castelfranco-Ribelle 1-1
Termina 1-1 il match tra Virtus Castelfranco e Ribelle, punteggio che non decreta alcun verdetto definitivo nonostante il fiato sul collo in casa Castello. Rimane complicata, nonostante il pari, la situazione per Chezzi & co. che salgono a quota 27 punti e rimandano ogni situazione di classifica causa la sospensione del match della Sangiovannese, che sarà costretta a rigiocare la 32esima giornata. Va in vantaggio la Ribelle al 41' con la firma del giovane Rufini; la risposta del Castello porta il nome di Meucci che al 59' realizza il pari finale. A nulla servono le sortite dei padroni di casa negli attimi finali del match che non danno l'esito sperato.

GIRONE E: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Argentina-Ghivizzano 1-0
Allo Sclavi di Arma di Taggia, l'Argentina batte il Ghivizzano per 1-0 e tiene accese le speranze di playoff.  I taggiani vincono grazie al gol lampo di Guidotti al 3' del primo tempo, mentre Costantini si fa parare un rigore al 22'. Il secondo tempo è invece molto statico, i taggiani cercano di amministrare mentre gli ospiti provano a rendersi pungenti senza riuscirci. L'Argentina vince, anche se poco supportata dai suoi tifosi e si piazza sotto la zona playoff con Sanremo e Real per la volata finale. Ghivizzano che invece è destinato ormai ai playout.

Finale-Unione Sanremo 2-0
La sfida playoff  Finale-Sanremo finisce 2-0 dopo una partita lottata. Primo tempo ostico per entrambe le compagini, in lotta per la volata che vuol dire possibile Lega Pro. Al 9' Gaeta colpisce il palo mentre per tutto il resto della prima frazione si sviluppano tiri equilibrati da ambo le parti. Per sbloccare la partita bisogna aspettare il 75' quando Capra, con una bella conclusione, firma il vantaggio del Finale. Pochi minuti dopo sempre Capra firma il raddoppio della squadra di casa e la sua doppietta personale. Finale che supera il Sanremo e si impadronisce dell'ultimo posto nei playoff, ma la volata è ancora aperta.

Jolly Montemurlo-Fezzanese 0-1
Poche emozioni ma importanti tra Jolly Montemurlo e Fezzanese, che finisce 0-1. La squadra di casa cade nel proprio stadio contro i sarzanesi dopo una partita non proprio da ricordare. Primo tempo di studio in cui le due squadre cercano di soprendere l'avversario senza riuscirci. Il gol vittoria della Fezzanese arriva al 54' grazie alla rete pesantissima di Veratti. Jolly che sprofonda in zona playout venendo superata dal Sestri, mentre per la Fezzanese i playoff non sono ancora ufficiali: i giocatori sarzanesi proveranno il miracolo nelle ultime due gare del "Campionato d'Italia".

Lavagnese-Savona 5-3
Che show al Riboli! Lavagnese abbatte il Savona 5-3 dopo una partita con i fuochi d'artificio. Parte subito forte la sfida all'interno della zona playoff e al 12' Croci sigla un gol pesantissimo per i bianconeri. Al 18' ancora Croci sigla il raddoppio lavagnese e la doppietta personale su assist di Cirricione ma un minuto dopo Ruggiero risponde subito al fuoco accorciando le distanze per i savonesi. Al 40' Currarino insacca su fantastico assist di Croci per il tris bianconero e un minuto dopo Tognoni firma il poker su assist dell'uomo partita Croci. Nella seconda frazione al 66' Bacigalupo deposita in rete il gol dello schiaffo mentre De Martini al 75' prova ad accorciare le distanze. Praticamente inutile il gol di Glarey all'87 se non per l'orgoglio savonese. Lavagnese che si accoda un punto dietro il Savona che viene scavalcato dalla Massese vittoriosa.

Ligorna-Grosseto 5-0
Il Ligorna batte 5-0 il Grosseto dominando la partita. Ospiti che scendono in campo con molti giovani probabilmente per via dei problemi del club. I padroni di casa nel giro di venti minuti chiudono subito la pratica grossetana: al 14' Novara è autore di uno sfortunato autogol, al 17' Panepinto sigla la rete del doppio vantaggio mentre Valenti sigla il tris al 24'. Secondo tempo che si apre con i padroni di casa che dominano su tutti i punti di vista, infatti al 56' Panepinto sigla il poker e 70' sempre Panepinto schiaccia definitivamente i grossetani siglando il tris personale. Vittoria importantissima per la terza squadra di Genova che supera il Jolly in classifica e prova la fuga dalla zona playout. Grosseto ormai inesorabilmente destinato a soffrire fino alla fine del campionato.

Massese-Valdinievole Montecatini 5-0
Schiaffo Massese alla Montecatini! I padroni di casa battono per 5-0 la Valdinievole dopo una gara praticamente a senso unico. Parte subito forte la squadra di Massa che sblocca subito il risultato al 2' minuto grazie ad Ansini. Al 5' Biasci su assist di Ansini firma il raddoppio lampo per i bianconeri, mentre al 29' Di Paola la mette per il tris: Montecatini ko nei primi trenta minuti. Nella seconda frazione Biasci sigla il poker massese al 59' e al 64' sempre bomber Biasci firma il pokerissimo finale e la sua tripletta personale. Massese che, pentita della sconfitta assurda nella giornata precedente, continua la rincorsa al Gavorrano mentre la Valdinievole sotterra i sogni di gloria galleggiando a metà classifica.

Ponsacco-Sestri Levante 0-3
Il Sestri espugna lo stadio del Ponsacco con un secco 0-3. Partita che nel primo tempo comincia molto chiusa e con poche azioni mentre le due squadre cercano di sorprendere l'avversario, ma la partita si sblocca solo al 42' quando Ianniello insacca alle spalle del portiere. Nel secondo tempo invece il Sestri entra in campo molto deciso su come deve finire la partita e al 46' Mazzotti deposita in rete il gol dello 0-2. Dopo aver dominato anche il secondo tempo Pane chiude i giochi al 75' firmando il gol del tris levantino. Ponsacco che galleggia a centro classifica dopo aver perso il trenino playoff mentre il Sestri si desta ed esce dalla zona playout scavalcando il Jolly.

Sporting Recco-Gavorrano 1-3
Il Gavorrano ipoteca il primato in classifica battendo fuori casa lo Sporting Recco per 1-3. Per la prima gioia bisogna aspettare il 22' quando Moscati insacca regalando il vantaggio ai minerari, ma subito al 30' Papi da calcio di rigore sigla il pareggio recchese. I minerari però hanno un asso nella manica, infatti Brega al 43' permette agli ospiti di andare negli spogliatoi in vantaggio e con la psicologia dalla loro parte. Secondo tempo in cui il Gavorrano rimane attenta alle avanzate reccesi e aspetta di pungere: al 62' Lombardi firma il gol del definitivo 1-3. Gavorrano in fuga mentre Savona e Massese inseguono in bagarre,  per i massesi però i punti di distacco sono 5 su 6 disponibili. Sporting Recco che con questa sconfitta ufficializza la retrocessione in Eccellenza.

Viareggio-Real Forte Querceta 2-1
Impresa viareggina! Il Real Forte Querceta cade in casa del Viareggio autore di una ottima partita. Partono subito forti i viareggini che cercano di schiacciare i fortemarmini e ne raccolgono i frutti al 19' con il gol di Aliboni. I fortemarmini non mollano però e al 27' Di Vito insacca per il pareggio del Real, mentre per il gol del raddoppio viareggino bisogna aspettare il 54' grazie alla rete di Mattei. Occasioni e brividi da ambo le parti per tutta la fine del secondo tempo che però non regala ulteriori gol. Viareggio che crede nei miracoli e prova ad uscire dalla zona a rischio, consapevole dei 4 punti di distacco dalla salvezza sicura (Sestri). Real invece che sbriciola una opportunità ghiottissima facendosi scavalcare dal Finale e recuperare da Argentina e Sanremo ora a pari punti (47).

GIRONE F: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Riposa: Jesina

Alfonsine-San Marino 0-0
Termina 0-0 la partita tra Alfonsine e San Marino: partita davvero povera di occasioni, punto che non accontenta nessuna delle due squadre. Alfonsine che resta in zona playout mentre il San Marino vede allontanarsi la zona playoff.

Campobasso-Recanatese 1-1
Termina con un pareggio la sfida tra Campobasso e Recanatese: 1-1 il risultato finale. La Recanatese passa in vantaggio al quarto d’ora: sugli sviluppi di un calcio d’angolo segna Sartori  dopo una mischia in area di rigore. Il pareggio del Campobasso arriva al minuto 73':  lungo traversone di Frabotta dalla trequarti per la testa di Martiniello che incorna e batte l’estremo difensore marchigiano.

Sammaurese-Fermana 3-2
Grande vittoria per la Sammaurese, che si mantiene così in zona playoff, per 3-2 sulla Fermana, già promossa di categoria dalla scorsa settimana. Petrucci e Molinari lanciano gli ospiti nel finale del primo tempo, ma Rosini accorcia prima che sia finita la prima frazione. Errico pareggia a metà del secondo tempo e il Macrelli ci crede. Al minuto 88 il rigore di Bonandi completa la rimonta e regala i tre punti ai padroni di casa.

Castelfidardo-Civitanovese 4-1
Il Castelfidardo si sbarazza senza problemi di una Civitanovese ormai senza motivazioni. Il risultato finale, 4-1, non ammette repliche, con l'esito della gara mai in dubbio. In apertura di ripresa Mihailov apre le danze, poco più tardi al 61' Galli raddoppia e Montagnoli al 69' chiude la gara, se mai ce ne fosse stato bisogno. C'è ancora tempo per vedere il gol di Rapagnani per gli ospiti e quello di Berardi in chiusura.

Pineto-Monticelli 1-2
Grande partita del Monticelli che fuori casa batte il Pineto per 1-2. Partita che comincia blanda con molte fasi di studio e per vedere sbloccarsi il match bisogna aspettare il 44' con il gol di Iotti che sigla il vantaggio degli ospiti. Nel secondo tempo Pomante sigla il gol del pareggio del Pineto al 54' con i padroni di casa che prendono coraggio e fiducia, ma dieci minuti dopo vengono affossati dal gol di Giovannelli al 60'.  Finale di partita con qualche occasione dei padroni di casa ma senza troppa apprensione per gli ospiti, finisce 1-2 con la gioia del Monticelli.

San Nicolò-Vastese 3-1
Tutto facile per il San Nicolò Teramo, che supera 3-1 la Vastese dopo aver messo in ghiaccio il risultato già nel corso della prima frazione, terminata col punteggio di 3-0 grazie alle reti messe a segno da Traini (autore di una doppietta ai minuti 15 e 23) e Bisegna, che al 23' firma il 3-0. Il gol della bandiera ospite arriva al 92' con Napolitani.

Romagna Centro-Matelica 1-3
Il Matelica esce vincitore con il punteggio di 1-3 dal match esterno giocato contro il Romagna Centro. Con l'importante vittoria si mantiene saldo al secondo posto in classifica; il Romagna Centro, al contrario, senza più nulla da chiedere al campionato resta fermo nelle posizioni centrali. Vanno in vantaggio proprio i padroni di casa con la firma di Brigliadori al 32'; il pareggio degli ospiti siglato da Borgese arriva al 39'. Nella ripresa volano gli ospiti del Matelica grazie alle marcature di Lunardini al 66' e di Pera nel finale di gara.

Olympia Agnonese-Vis Pesaro 2-1
L'Olympia Agnonese vince 2-1 contro la Vis Pesaro e si avvicina alla zona playoff, distante ad ora solamente due punti su sei ancora a disposizione. All'ora di gioco Ricamato manda in vantaggio i campanari ma Falomi firma il pareggio dieci minuti più tardi. In zona Cesarini, però, arriva il gol-vittoria di Guida che regala tre punti d'oro all'Agnonese, il cui sogno di playoff resta più vivo che mai. La Vis Pesaro resta al quarto posto ma viene agganciata dalla Sammaurese.

GIRONE G: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Foligno-Trestina 0-3 a tavolino

Lanusei-Albalonga 2-2

Succede tutto nel secondo tempo tra Lanusei ed Albalonga: la partita termina 2-2, al vantaggio di Corsetti risponde immediatamente il Lanusei con Kadi, poi i padroni di casa riescono a ribaltare la partita con Papini ma al 72' arriva il 2-2 definitivo dell'Albalonga con Cruz. Ospiti che scendono a -5 dalla zona playoff.

Monterosi-Latte Dolce 3-0
Dilaga il Monterosi in casa contro il Latte Dolce: squadra di casa che mette in discesa l'incontro già nel primo tempo con le reti di Fanasca e Manoni. Monterosi che chiude la partita con il gol del 3-0 all'85' sempre con Manoni. Obiettivo Lega Pro sempre possibile per il Monterosi.

Ostiamare-Nuorese 4-1
Partita pazzesca all'Anco Marzio, la Nuorese in piena lotta playoff perde la testa e crolla 4-1 contro l'Ostiamare. Nel primo tempo l'Ostiamare passa in vantaggio con Vano ma la Nuorese chiude la prima frazione con ben due cartellini rossi; i padroni di casa non si lasciano impietosire e infieriscono nel secondo tempo con la doppietta di Roberti e la rete di Calveri, a nulla serve il gol del parziale 2-1 di Curcio.

Rieti-Muravera 0-0
Risultato incredibile quello tra Rieti e Muravera: la partita termina 0-0 nonostante le numerosissime occasioni dei padroni di casa (anche un rigore fallito da Marcheggiani). Squadra di casa che ora scende a -3 dalla vetta e vede allontanarsi la promozione diretta mentre il Muravera guadagna un punto prezioso e sale a +2 sulla zona retrocessione.

Torres-Flaminia 0-1
Crolla la Torres clamorosamente in casa del Flaminia già salvo: l'incontro termina 0-1 grazie alla rete nel primo tempo di Delgado dal dischetto. Padroni di casa che al momento sarebbero retrocessi anche se il Muravera è ancora raggiungibile.

Arzachena-Avezzano 2-1
Grande vittoria di carattere per l'Arzachena contro l'Avezzano: i padroni di casa passano alla fine del primo tempo grazie alla rete dal dischetto di Branicki ma una grave distrazione di Sbardella (autogol) riporta in partita l'Avezzano. L'incontro si decide all' 64' grazie al 2-1 decisivo di Aiana. Arzachena che resta in testa al campionato con 68 punti.

Città di Castello-Sansepolcro 2-1
Vittoria importantissima per il Città di Castello in casa contro il Sansepolcro: squadra di casa che passa in vantaggio con Eridion Dida al 25' ma viene raggiunta poco dopo dal Sansepolcro grazie alla rete di Bortolussi. La rete decisiva arriva nel secondo tempo con Macagno. Città di Castello che ora raggiunge la Torres e si porta a soli due punti dal Muravera.

L'Aquila-San Teodoro 4-0
Dilaga L'Aquila senza nessun problema contro il San Teodoro: la squadra di casa vince 4-0 grazie alle reti di Esposito, Valenti, Minincleri e Nohman. L'Aquila che riacciuffa la zona playoff mentre il San Teodoro resta in zona playout con 28 punti.

GIRONE H: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE
- Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Picerno-Herculaneum 1-2
L'Herculaneum ribalta la partita al Curcio e si aggiudica i tre punti. Sblocca le marcature Esposito che porta in vantaggio il Picerno: gli ospiti reagiscono e trovano il gol del pareggio al 44'  con un gran tiro di El Quazni che batte Ioime. Nella ripresa il match sembra molto equilibrato ma, a dieci minuti dal termine, Yeboah sugli sviluppi di un corner trova la zampata vincente che permette ai granata di vincere la partita.

Bisceglie-Città di Ciampino 2-1
Il Bisceglie mette la freccia e supera il Trastevere in testa alla classifica del girone H, mentre il Ciampino saluta la serie D e sprofonda in Eccellenza. Al Ventura sblocca le marcature il bomber Montaldi che sugella il vantaggio nerazzurro con un tapin a pochi passi sugli sviluppi di un calcio di punizione. Al 42' Petta segna il raddoppio per il Bisceglie dopo un lancio dalla trequarti di Pistola. Il Ciampino trova il gol dell'inutile 2-1 al 48' con Damiani che piazza un gran diagonale di interno destro.

Cynthia-Manfredonia 0-1
Il Manfredonia batte di misura la Cynthia e fa un balzo in classifica agguantando l'Herculaneum a quota 41 punti. La Cynthia si conferma penultima a quattro punti di distanza dai playout. Partita molto equilibrata nell'arco dei novanta minuti di gioco ma all' 80' arriva la beffa per i padroni di casa: Coccia (subentrato a Gentile nella ripresa) batte Scarsella e segna il definitivo 0-1 per il Manfredonia.

Gelbison-San Severo 2-4
Pioggia di gol al Morra: il San Severo batte la Gelbison 4-2. La Gelbison dice ufficialmente addio ai playoff, mentre il San Severo raggiunge quota 40 punti in classifica. Al 18' apre le marcature De Vivo che raddoppia pochi minuti dopo. Al termine della prima frazione di gioco la Gelbison accorcia le distanze con Maggio, ma ad  inizio ripresa Laboragine segna il tris per il San Severo. I padroni di casa reagiscono e accorciano nuovamente le distanze all'80' con Cappiello. Mette il sigillo alla partita ancora De Vivo nell'ultimo minuto di gioco.

Gravina-Trastevere 1-0
Crolla il Trastevere al Vicino e perde il primato in classifica del girone H. Il big match della 32a giornata si conclude 1-0 in favore del Gravina. Ottimo avvio dei gialloblù che passano in vantaggio al terzo minuto di gioco con Picci. Il Trastevere prova una timida reazione ma non risce a costriure azioni rilevanti. Nella ripresa l'ex capolista tenta il tutto per tutto ma non trova il gol del pareggio.

Madrepietra Daunia-Anzio 2-2
Lo spareggio salvezza tra Madrepietra e Anzio termina 2-2. Allo Stadium passa in vantaggio la Madrepietra con un bel gol di Lupo. Ad inizio ripresa il risultato si ribalta: prima l'Anzio pareggia con Ricci al 48' e poi, lo stesso Ricci, segna il 2-1 per gli ospiti. La squadra di casa reagisce e trova il pareggio al 68' con De Luca. Entrambe le squadre restano in piena zona playout e due giornate del termina del campionato.

Nardò-Potenza 3-0
Tris Nardò contro il Potenza:  i granata festeggiano la certezza dei playoff. Rompe gli equilibri Patierno che, dagli undici metri, porta in vantaggio i padroni di casa. Pochi minuti più tardi Patierno segna il 2-0 e sigla la sua personale doppietta. Nella ripresa il Potenza non riesce ad accorciare le distanze e il Nardò cala il tris al 92' con Corvino. Il Potenza rimane pericolosamente vicino alla zona playout a solo un punto di distanza dall'Anzio tredicesimo.

Nocerina-Agropoli 6-0
La Nocerina asfalta l'Agropoli: 6-0 il risultato finale al San Francesco. Non c'è storia per tutto l'arco dei novanta minuti di gioco: al 33' il bomber Siclari apre le marcature e pochi minuti più tardi lo stesso Siclari segna il 2-0. Prima del termine della prima frazione di gioco De Iulis firma il tris per i Molossi.  Nella ripresa prima Cacace cala il poker, poi al 60' De Iulis sigla il quinto gol del match. Nel finale Milani segna il definitivo 6-0 che archivia il match.

Vultur Rionero-Francavilla 1-1
Termina 1-1 la gara tra Vultur e Francavilla: un punto inutile per entrambe le squadre che rimangono in piena zona playout. Passa in vantaggio la Vultur al 16' con Cristaldi. Nella ripresa il Francavilla attacca in massa e trova il pareggio al 78' con De Marco. Negli ultimi minuti di gioco le squadre si sbilanciano alla ricerca della vittoria ma il risultato finale non cambia.

GIRONE I: CRONACHE, RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE LIVE - Il calendario completo - Scarica e stampa il calendario in PDF

Due Torri-Rende 0-3 a tavolino

Pomigliano-Aversa Normanna 0-1

L'Aversa Normanna batte il Pomigliano 1-0 e conquista tre punti fondamentali in chiave playout. Il primo tempo si chiude senza grandi emozioni, ma nella ripresa sono gli ospiti a passare in vantaggio al minuto 59 con Scalzone, il migliore in campo. Con questo punteggio la formazione di Chianese sale a 38 punti, mentre il Pomi resta fermo a quota 42.

Castrovillari-Igea Virtus 0-1
Il Castrovillari resiste, ma alla fine si deve arrendere contro un'Igea Virtus cinica e spietata, a cui basta un gol per portare a casa i tre punti. Ii giallorossi impiegano 15' per passare in vantaggio con Longo. nella ripresa i siciliani potrebbero raddoppiare al 72' con Crinò in contropiede, bravo l'estremo difensore calabrese a bloccare la sua iniziativa.Gli ospiti salgono a 62 punti, mentre i padroni di casa restano fermi a 28.

Cavese-Sarnese 4-0
Match spettacolare al Lamberti, dove la Cavese piega con un roboante 4-0 una Sarnese mai in partita. Nel primo tempo, terminato 0-0, l'unica chance capita a Rossi, ma il suo tiro termina ben alto sopra la traversa. Nel secondo tempo, pioggia di gol e spettacolo: al 62' Ciarcià trasforma dal dischetto, mentre al 76' è Giglio a raddoppiare. Infine, Gabrielloni  e Giglio sanciscono il definitivo 4-0 rispettivamente ai minuti 80 e 90.

Gela-Turris 3-0
Il Gela vince 3-0 contro la Turris e, approfittando del ko subito dalla Palmese, rimane in corsa per l'ultimo piazzamento in zona playoff. Il punteggio si sblocca al 36' con Campanaro, mentre al 69' arriva il prezioso gol di Alma che, servito da Montalbano, beffa Atteo con un pallonetto. Infine, al 93', il gol del definitivo 3-0 che porta la firma di Nassi, su rigore.

Gragnano-Palmese 4-0
Prova di forza del Gragnano che, tra le mure amiche, annichilisce una Palmese a caccia di punti per cercare di spezzare i sogni playoff del Gela. Succede tutto nel primo tempo: al 2' Santaniello sblocca il match, mentre il raddoppio arriva al 20' con Varsi, che cala il tris quindici minuti più tardi. Infine, il gol del definitivo 4-0 porta la firma al 42' di Konate.

Frattese-Gladiator 3-3
Punteggio pirotecnico a Frattamaggiore: la Frattese, impegnata nel derby campano contro il Gladiator, si ferma sul punteggio di 3-3 in extremis, al minuto 93', con i casertani in dieci uomini, ad opera di uno scatenato Scielzo, a segno con una tripletta. Il primo tempo termina sul punteggio di 2-1: al gol del vantaggio inziale ospite con Scielzo, rispondono Longo e Tommasini, all'11' e al 14'. Al 57' Scielzo trova il pari, ma al 75' Angelillo riporta in vantaggio i suoi, fino al gol del 3-3 finale.

Roccella-Sersale 4-2
Il Roccella batte 4-2 il Sersale e continua a sognare la salvezza senza passare per i playout. Il primo tempo termina sul punteggio di 2-1: dopo soli 5' i padroni di casa conducono per 2-0 grazie alle reti realizzate da Laaribi e Ficarotta, ai minuti 3 e 5. Tuttavia gli ospiti, già retrocessi, provano ad onorare il loro campionato e al 44' trovano prima il gol con Aprile e all'80' pareggiano i conti con Lenoci. Gli uomini di Galati non si arrendono e al 84' si riportano in avanti con Laaribi, dal dischetto e al 90' calano il poker con Santaguida, che conclude un meraviglioso contropiede.

Sicula Leonzio-Sancataldese 4-2
La Sicula Leonzio, già promossa in Lega Pro, batte 4-2 la Sancataldese: nel primo tempo i padroni di casa siglano tre gol nel giro di una mezz'ora, grazie alla doppietta di Ricciardo e al sigillo di Rabbeni. Allo scadere della prima frazione, però, gli ospiti accorciano le distanze grazie alle reti di Di Marco e Calafiore. Il poker dei ragazzi di Cozza arriva all'87' con Rabbeni, a segno con una splendida rovesciata.

 

Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport