> calcio > lega pro

Lunedì, 13 Febbraio 2017 - 21:22

Lega Pro 2016-17, 25a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca

Filippo Inzaghi - Foto Veneziafc.club

Le due regine vincono entrambe fuori casa, contro Lumezzane e Albinoleffe. Frena il Padova




Sabato 11 febbraio

Sudtirol-Reggiana 1-1
Pareggio scoppiettante tra Sudtirol e Reggiana: l'anticipo della 25a giornata del girone B si conclude sull'1-1, al termine di un match ricco di emozioni. Primo tempo stregato per la Regia: i granata assediano l'area avversaria, colpendo due legni e creando diverse palle gol, le quali però non fruttano alcuna rete. Al 60' Cesarini finalmente sblocca il risultato, scatenenando, però, la reazione dei tirolesi, che al 74' pareggiano con Gliozzi per poi addirittura rischiare una clamorosa rimonta. La squadra di Viali si porta a quota 28 punti, mentre Menichini sciupa una buona opportunità per avvicinare le prime della classe.

Domenica 12 febbraio

Lumezzane-Venezia 1-2
Il Venezia si impone 2-1 contro il Lumezzane e Inzaghi si porta a casa altri 3 punti pesanti nella corsa alla promozione diretta in serie B. Il Lumezzane, reduce da una striscia di risultati negativi, non entra mai in gara e va sotto già dopo venti minuti (gol di Garofalo). A inizio ripresa Zampano fa 2-0 e chiude virtualmente una partita già scritta. Inutile il gol all'86' di Bacio Terracino: per il Lume, nonostante il cambio di guida tecnica, la crisi continua.

Modena-Ancona 2-1
Al Braglia va in scena un'autentica sfida salvezza tra Modena e Ancona: la spuntano gli uomini di Capuano che si impongono per 2-1. Partiti bene, i Canarini vanne però sotto già al 19' per uno sciocco fallo da rigore di Aldrovandi (penalty trasformato da Momentè). Il pareggio (più che meritato) arriva a fine primo tempo grazie a un bel pallonetto di Nolè. Nella ripresa il Modena parte forte trovando il vantaggio al 48' con Laner: l'Ancona non reagisce e e per i Canarini è facile gestire il resto della gara. Con questa vittoria il Modena scavalca proprio l'Ancona ed esce dalla zona playout, occupata ora proprio dagli uomini di Brini.

Padova-Gubbio 1-1
Bellissima gara quella dell'Euganeo tra Padova e Gubbio: termina 1-1 ma i gol avrebbero potuti essere molti di più, specialemente nella prima parte di gara. Il primo tempo lo chiude in vantaggio il Padova, che proprio al 45' passa grazie a un colpo di testa di Altinier su assist di Favalli. Nel secondo tempo cala il Gubbio ma i veneti non ne approfittano e riescono solo a sfiorare il raddoppio. Al 92' arriva dunque il gol beffa siglato da Romano con una zampata dal limite dell'area. Con questo risultato il Padova vede scappar via la capolista Venezia mentre per il Forlì si tratta di un punto importante tanto per l'avversio quanto per la classifica.

Pordenone-Maceratese 2-1
Come da pronostico tra Pordenone e Maceratese sono i ramarri a spuntarla, ma quanta fatica! In vantaggio già al 15' con Semenzato, da quel momento i veneti sembrano non voler infierire e sebbene non corrano mai alcun rischio concreto non sono nemmeno in grado di costruire delle azioni degne di nota. Nella ripresa la Maceratese trova il pari grazie a un rigore realizzato da Quadri e da quel momento in poi la partita si fa cattiva e spezzettata per i continui falli. Il Pordenone sembra quasi rassegnato al pareggio ma ecco che al 79' De Agostini trova su corner l'inzuccata vincente che vale tre punti. Tornano dunque a vincere i veneti dopo due turni mentre per la Maceratese si tratta di uno stop in parte preventivabile e che non crea particolari problemi di classifica.

Sambenedettese-Forlì 1-2
Che partita al Riviera delle Palme! Settanta minuti di vera noia ma ecco che nei venti finali succede di tutto: il Forlì passa al 67' con Ponsat, bravo a scattare sul filo del fuorigioco, ma la Sambenedettese reagisce e sebbene resti addirittura in 10 nel finale di partita (infortunio a Mori e sostituzioni terminate) continua a spingere fino a trovare il meritato pareggio al 92' con Mancuso. L'arbitro assegna però sei minuti di recupero e il Forlì decide di sfruttarli fino in fondo, trovando proprio al 96' la rete del 2-1 grazie a un contropiede finalizzato da Spinosa. Spiacevole stop della Samb che però non compromette la classifica mentre per il Forlì si tratta di una vittoria che offre parecchio ossigeno in ottica salvezza.

Santarcangelo-Bassano Virtus 3-0
Dopo ben sei turni finisce la striscia positiva del Bassano Virtus, che esce dal Mazzola con le ossa rotte: 3-0 per il Santarcangelo in una gara comunque più combattuta di quanto dica il risultato. I padroni di casa segnano la prima rete al 42' con Cori al termine di un primo tempo equilibrato. Dopo un quarto d'ora di ripresa, al 61' arriva 2-0 di Carlini su contropiede. Il gol taglia le gambe agli ospiti che dal 74', avendo terminato i cambi, giocano addirittura con un giocatore di movimento (Formiconi) in porta in seguito all'espulsione di Rossi. Al 92' Cesaretti sigla il 3-0 che chiude la gara. Resta in zona playoff il Bassano mentre il Santarcangelo mantiene la pressione su Albinoleffe e Feralpi.

Albinoleffe-Parma 0-1
Il Parma completa la missione e sbanca l'Atleti Azzurri d'Italia con un 1-0 firmatò da Calaiò su rigore, poco prima dell'intervallo. Albinoleffe ko, ma il primo tempo è però tutto celeste, con gli uomini di Alvini che provano a costruire molto più degli avversari. La doccia fredda del gol allo scadere si fa però sentire e i lombardi nella ripresa scendono in campo senza cuore, lasciando al Parma il facile compito di traghettare fino al 90' un secondo tempo spezzettato dai falli e privo di emozioni. Tre punti che permettono al Parma di rimanere nella scia del Venezia mentre l'Albinoleffe dovrà nelle prossime partite stare attento a Santarcangelo e Maceratese.

FeralpiSalò-Mantova 0-1
Finisce 0-1 la sfida del Lino Turina tra FeralpiSalò e Mantova, con gol decisivo di Guazzo al 32'. I lombardi partono bene ma già nel primo tempo devono sostituire due giocatori per infortunio: prima Staiti al 26' poi Ruffini al 44'. Nel mezzo, come detto, il gol del Guazzo che porta i virgiliani meritatamente in vantaggio. Nel secondo tempo i lombardi provano a reagire e costringono il Mantova sulla difensiva ma non riescono mai creare né vere occasioni da rete né un gioco convincente. Con questo risultato il Mantova risale la classifica portandosi al 16esimo posto mentre lo stop non dovrebbe, almeno per ora, compromettere la corsa della Feralpi verso i playoff.

Lunedì 13 febbraio

Fano-Teramo 2-0

Le aquile tornano a spiccare il volo: il Fano, nel posticipo della 25a giornata del girone B di Lega Pro, supera il Teramo, aggiudicandosi il delicatissimo scontro salvezza del Mancini. In linea generale il match racconta poco: nel primo tempo la squadra di Cuttone domina, senza creare però particolari problemi agli abruzzesi. Nella ripresa regna l'equilibrio ma a spezzarlo ci pensa Fioretti al 72'. Il sigillo finale lo mette nei minuti di recupero Germinale, freddo nel realizzare un calcio di rigore causato dall'avventata uscita di Narciso su Filippini. I granata tornano così al successo dopo undici partite avvicinandosi, inoltre, alla squadra di Zauli, ora distante un solo punto.

Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport