Roma, Di Francesco: "Voglio la stessa mentalità di Londra, una Roma unita più che mai"

Pubblicato il 30 ottobre 2017 alle 19:10:09
Categoria: Notizie Champions League
Autore: Matteo Sfolcini

 Credit immagine: imagephotoagency.it

Nainggolan sì, Schick ancora out, sono queste le due certezze dalla quali ripartire in vista del macth di domani sera di Champions League contro il Chelsea: "Voglio tutti quanti pronti. Dico sì al turnover, ma cercherò di mettere in campo la squadra che ritengo più opportuna per portare a casa un risultato importante". Sul fronte formazione sicuro assente sarà Schick mentre, come confermato dallo stesso tecnico: "Nainggolan sarà titolare, il resto lo vedrete domani".

Londra è stato lo spartiacque giallorosso: "Dopo la gara col Chelsea avevo detto che quello avrebbe dovuto essere un punto di partenza e per quello oggi continuiamo questo percorso. A Londra abbiamo giocato una partita secondo quella che dev’essere la nostra identità e il nostro modo di ragionare in ogni gara".

Sullo schieramento tattico del Chelsea, DiFra la pensa così: "Credo che possa giocare con i 2 trequartisti, con un 3-4-2-1. Magari domani ci stupirà, ma anche all’andata avevo preparato tutte le situazioni di gioco perché sapevo che avrebbe potuto giocare in un determinato modo. Se dovesse rientrare Kanté, potrebbe cambiare qualcosa. Per loro è un giocatore molto importante.

Il fattore Olimpico può essere un vantaggio per i giallorossi: "So che ci sarà una grande cornice di pubblico domani e mi auguro che sarà una grande festa per tutti quanti noi della Roma. Voglio grande positività attorno alla squadra, al di là di chi scenderà in campo. Voglio un pubblico straordinario e vi assicuro che la mia squadra darà il massimo per ottenere questo grande risultato."

Sul capitolo degli infortuni che iniziano a pesare sull'economia della squadra: "Io non credo assolutamente nelle casualità, anche se in qualche situazione è stato così. Stiamo lavorando per trovare le soluzioni. Noi stiamo cercando soluzioni. E' una cosa nostra interna, ma le valutazioni le stiamo facendo. Alla casualità io non credo"

Fazio-Roma ancora insieme: "Sono contento per lui, perché si vede che il rinnovo se l’è meritato sul campo e sta dimostrando, prestazione dopo prestazione, di essere uno dei leader della nostra difesa. È diventato un giocatore importante e un grandissimo valore aggiunto per noi. 

Blue Finance Forbes