> calcio > nazionali

Domenica, 18 Giugno 2017 - 19:12

Confederations Cup: pari tra Portogallo e Messico

La delusione di Ronaldo - Foto www.imagephotoagency.it

I campioni d’Europa subiscono il 2-2 nel recupero, non bastano Quaresma e Cedric




Esordio amaro del Portogallo di Cristiano Ronaldo nella Confederations Cup in Russia. I campioni d’Europa pareggiano 2-2 con il Messico e salgono a quota 1 nel Gruppo A, con i padroni di casa in testa a 3. Nel primo tempo, campioni d’Europa avanti con Quaresma, con il Chicharito Hernandez a pareggiare prima dell’intervallo. Finale incandescente: Hector Moreno, nel recupero, risponde al nuovo vantaggio portoghese siglato da Cedric all’86’.
 
Nel primo quarto d'ora, le due formazioni partono a rilento, con ritmi bassi e mancanza di occasioni da rete. Per il primo tiro verso lo specchio della porta bisogna attendere il minuto 17, quando Quaresma conclude di sinistro dal limite dell'area, con la palla che finisce distante dalla porta difesa da Ochoa. Al 21', il primo episodio chiave: il gol di Pepe viene annullato per fuorigioco. L'azione, apertasi con la traversa al volo di Cristiano Ronaldo, è viziata da un fuorigioco prontamente segnalato dalla VAR. Il Messico prova a rispondere, ma l'unica occasione creata è la punizione di Vela, che con il sinistro a giro sfiora il palo difeso da Rui Patricio. Alla mezz'ora, si accende il match: tiro-cross deviato da Salcedo, con Ochoa che alza il pallone in corner. Il portiere non può nulla, però, sull'azione successiva: da un errore del numero 3 messicano, parte il contropiede di Ronaldo. Il Pallone d'Oro serve un gran pallone a Quaresma, che supera in uscita Ochoa con una deliziosa finta e deposita a porta vuota. La reazione del Messico è immediata e ha come protagonista il Chicharito Hernandez, ma il suo colpo di testa è bloccato dal portiere campione d'Europa. Ad andare vicino al raddoppio è ancora l'ala del Besiktas, che sfrutta un contropiede concludendo di sinistro: sfera che finisce nuovamente a centimetri dal palo. Al 42', però, il Messico pareggia: svarione difensivo di Guerreiro. Ne approfitta Vela, che con il destro serve un pallone che Hernandez, ancora di testa, deve solo spingere in rete. Il Messico avrebbe l'opportunità per portarsi in vantaggio, ma l'attaccante del Bayer grazia il Portogallo con un destro in area alto sopra la traversa, con il primo tempo che finisce quindi 1-1.
 
La ripresa parte con gli stessi ritmi dell'avvio di partita, con l'unica grande opportunità a favore del Messico: punizione di Layun alta sopra la traversa. Il finale, però, è rovente: al minuto 80, è ancora Quaresma a cercare il gol con un destro al volo parato in due tempi dall'estremo difensore del Granada. Sul ribaltamento del fronte, è il Messico ad andare vicino al 2-1 con un contropiede gestito malamente da Dos Santos, che conclude di sinistro sul primo palo. All'86', però, il Portogallo si riporta in vantaggio: il più lesto a risolvere un rimpallo in area è Cedric, che conclude verso la porta. Il suo destro, deviato, mette fuori causa Ochoa. Hernandez ha subito l'opportunità per trovare il 2-2, ma non è pronto a siglare il pareggio dopo un ottimo scambio in area. Quando i tre punti sembrano ormai cosa fatta per i campioni d'Europa, il Messico pareggia: dall'angolo battuto da Dos Santos, arriva il colpo di testa di Hector Moreno. Il nuovo acquisto della Roma batte nel recupero Rui Patricio e regala ai suoi un insperato pareggio. Portogallo e Messico salgono a quota 1 in classifica nel Gruppo A, con i padroni di casa della Russia a 3 e la Nuova Zelanda a 0.
Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport