Zamparini: \"Io e Rossi siamo incompatibili\"

Pubblicato il 28 febbraio 2011 alle 11:11:39
Categoria: Calciomercato
Autore: Redazione Datasport.it

"Ho rivisto la partita tre volte stanotte e mi sono reso conto che la nostra difesa era ridicola". Il presidente dei rosanero, intervenuto a Radio Anch'io lo Sport su Radio 1, lascia intendere che l'avventura del tecnico sulla panchina del Palermo è giunta al capolinea. Fatale per Delio Rossi il pesante 7-0 subito ieri contro l'Udinese. La notte evidentemente non ha portato consiglio e il presidente dei rosanero anche la mattina dopo il ko è un fiume in piena. "E' bastato un Brescia messo bene in campo per fermare l'Udinese. Guidolin ha strapazzato Rossi. La partita l'ha fatta l'Udinese con difesa e centrocampo eccezionali, hanno sempre raddoppiato la marcatura sui nostri. Abbiamo subito- spiega Zamparini- gli stessi gol presi contro la Fiorentina. Sto pensando di tenere Rossi e andarmene io, ma sono quasi certo che il problema non sono io. La squadra c'è, abbiamo in difesa quattro giocatori nel giro della Nazionale (Sirigu, Balzaretti, Cassani, Bovo), non siamo una squadra di sprovveduti. I valori tecnici della squadra ci sono, per Bacinovic ho recentemente rifiutato 10 milioni di euro dall'Hoffenheim".


L'unico errore che si riconosce Zamparini è aver lasciato andare il direttore sportivo Walter Sabatini. "Non dovevo accettare le sue dimissioni, perchè lui aiutava Rossi. Poi l'allenatore è rimasto un po' da solo senza un punto di riferimento". Per la successione il favorito è Serse Cosmi, anche se il presidente dei rosanero apre il ventaglio delle possibilità. "Cerco un uomo che dia una scossa, tra oggi e domani ne vedrò tre di allenatori, poi prenderò una decisione".