Torricelli: \"Juve, servono i campioni\"

Pubblicato il 9 marzo 2011 alle 16:56:50
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Sulla crisi Juventus è intervenuto anche l'ex bianconero Moreno Torricelli. Il difensore ha giocato per la Vecchia Signora per sei stagioni dal 1992 al 1998. In un'intervista a Radio Sportiva analizza il momento difficile della squadra: "Delneri? La componente delle difficoltà della Juve non è solo una, ci sono più fattori, l'allenatore ha le sue colpe ma ci sono anche altre cause. In questi momenti i calciatori devono cercare di tirare fuori l'orgoglio e fare il massimo. Bisogna concentrarsi sull'allenamento che è quello che fa la differenza in partita".  

Come l'anno scorso a questo punto della stagione i bianconeri sembrano aver fallito praticamente tutti gli obiettivi stagionali, senza riuscire a trovare il bandolo della matassa: "Conviene concentrarsi sul campo ma giocatori come Buffon, Del Piero sanno bene cosa fare. Per quanto riguarda questa annata credo che la Juventus dovrebbe stare più attenta nella campagna acquisti: sono i campioni che fanno vincere le partite, non 7-8 giocatori nuovi ma tutti normali".

Neanche la rivoluzione societaria di quest'estate ha portato i frutti sperati: "Marotta e Delneri hanno fatto bene nella Sampdoria, quindi la Juve ha pensato di ripetere gli stessi risultati - continua Torricelli -. Alla fine, come ho detto, la differenza viene fatta dai campioni: basta prendere ad esempio il Milan, ha preso due-tre campioni ed è in testa. Se prendi due campioni l'anno alla fine si ha la possibilità di avere una squadra competitiva".

In questo momento di difficoltà si rincorrono le voci più disparate sui possibili sostituti di Delneri e sull'effettiva utilità di un eventuale esonero: "Non sta a me giudicare - conclude Torricelli -. Ha ragione Trapattoni quando dice che la troppa fretta fa perdere quello che è l'obiettivo principale. Si rischia di fare confusione. Se bisogna puntare sui giovani? E' importante ma bisogna spendere in modo intelligente".