Serie B: il Lanciano risorge in casa della Pro Vercelli

Pubblicato il 9 marzo 2013 alle 17:10:17
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Pro Vercelli-Virtus Lanciano: cronaca, pagelle e tabellino

Il Lanciano torna a vincere e fa un passo fondamentale verso la salvezza. Supera 2 a 1 al Silvio Piola, la Pro Vercelli. A sbloccare la gara ci pensa Di Cecco, all'11' con un colpo di testa sotto misura. Pareggia i conti Grossi, al 22', su calcio di rigore. Ma nella ripresa la rete che vale i tre punti la mette a segno Falcone, al 67'. La Virtus vola a 37 punti, a tre sole lunghezze dalla fatidica soglia 40, considerata un traguardo sufficiente per la permanenza in B. Gioca una gara attenta e di sacrificio, concedendo, però, qualcosa alla Pro Vercelli che colpisce anche una traversa nella ripresa con Eusepi.

Il Lanciano parte meglio. Grande attenzione a centrocampo, chiude bene gli spazi, pronto a ripartire. Gautieri schiera Di Cecco e D'Aversa, Mammarella non recupera e si siede in panchina. Davanti Piccolo è aiutato da Ragatzu. Nei primi quindici minuti di gara gioca solo la Virtus. All'11' Volpe riceve da calcio d'angolo, mette in mezzo una palla morbida sulla quale si avventa Di Cecco che di testa rompe il ghiaccio. La Pro Vercelli reagisce subito. Prima con Greco, poi è Ragatzu a mancare il tocco sotto porta. Ma la pressione dei padroni di casa è tanta. Al 22' Almici tocca in area Cristiano, per l'arbitro Pairetto è calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Grossi, subentrato all'infortunato Greco: 1 a 1 con Leali che intuisce ma non riesce a fermare la palla. Ma al 39' Piccolo si divora il gol del vantaggio: Appelt perde una brutta palla a centrocampo che lancia il contropiede abruzzese, il numero 5 rossonero preferisce calciare in porta invece che servire un compagno libero e si fa ipnotizzare dall'ottimo Valentini.

Nella ripresa il Lanciano parte ancora deciso. Gautieri deve rinunciare a Falcinelli e manda in campo Falcone. Braghin risponde richiamando un confuso Appelt per Germano. Al 54' Ragatzu sfiora il gol della domenica, anzi, del sabato pomeriggio, con una splendida rovesciata che esalta i riflessi di Leali, bravissimo a mandare alto sopra la traversa. La Pro Vercelli è viva, pronta a ripartire. Gautieri non smette di dare indicazioni ai suoi dalla panchina. Al 67', passa ancora la Virtus: Falcone entra in area praticamente indisturbato e dal vertice basso dall'area piccola fa partire un tiro a girare che non lascia scampo a Valentini. Undici minuti dopo Eusepi prende la mira, fa partire una conclusione potentissima che si stampa sulla traversa, facendo prendere uno spavento a Leali. Nel finale Grossi si fa espellere per un'entrata pericolosa ai danni di Volpe. Prima del novantesimo spazio anche per Minotti e Marceta che prendono il posto di D'Aversa e Piccolo.

Una vittoria fondamentale per la Virtus che testimonia l'ottimo momento degli uomini di Gautieri. La sconfitta contro il Brescia è stata già archiviata e la marcia verso la salvezza sembra sempre più segnata. Merito di Gautieri e di una squadra che negli ultimi mesi ha fatto registrare grandi progressi. Nel prossimo turno a Empoli, rientrerà Vastola; Fofana dovrà scontare ancora due turni di squalifica.