Serie B: Spezia-Cesena 1-1, gol e highlights. Video

Pubblicato il 2 marzo 2016 alle 08:00:10
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Finisce 1-1 al Picco tra Spezia e Cesena. Ragusa porta in vantaggio gli ospiti al 35’, Nenè firma la parità al 70’. Era lecito attendersi una gara più spettacolare, vista la classifica delle due squadre, ma è stata in realtà una partita nervosa, con i liguri sempre all'attacco ma con poca lucidità, e i romagnoli a giocare esclusivamente di rimessa. Si allungano le strisce positive di entrambe le squadre: 8 per lo Spezia, 7 per il Cesena.

Partenza decisa dei padroni di casa: al 4’ Ciurria ci prova da fuori area ma Gomis blocca con sicurezza. Il Cesena risponde, due minuti dopo, con un tiro dal limite di Ciano facilmente parato da Chichizola. Al 12’ Migliore pesca Calaiò solo in area, ma il colpo di testa del centravanti è debole e favorisce l’intervento di Gomis. Minuto 17: corner di Piccolo, De Col sbuca sul secondo palo ma lui pure incorna con poca forza, regalando la palla al portiere cesenate. 29’, Errasti serve in area Sciaudone che, con uno strano pallonetto, costringe Gomis a una difficile respinta: si accende poi una mischia, tante proteste spezzine e alla fine Di Paolo risolve la questione ammonendo proprio Sciaudone e Gomis e concedendo un corner ai liguri. Al 35’, arriva, a sorpresa, il vantaggio del Cesena: Ciano sorprende la retroguardia spezzina con un perfetto lancio  sfruttato da Ragusa con un tiro dall’area piccola che non da’ scampo a Chichizola. Gli uomini di Di Carlo accusano il colpo ma si rendono ancora pericolosi al 45’ con Calaiò che mette a lato, di testa, un cross di De Col.

Nella ripresa il copione non cambia: attacca solo lo Spezia che ci prova con un tiro al volo di Sciaudone a lato al 52’, e un colpo di testa di Calaiò parato senza affanno da Gomis un minuto dopo. La gara poi si appiattisce ma ci pensa Nenè, subentrato a Ciurria, a ravvivarla: minuto 70’, il brasiliano sfrutta al meglio un cross di De Col per segnare l’1-1 di testa. L’ex-Cagliari prova a fare l’uomo-assist al 74’ ma il suo traversone basso taglia in due l’area piccola senza che Calaiò riesca a deviare in porta. L’ultima emozione all’84’: Calaiò serve l’accorrente Piccolo che, stanchissimo, calcia in corsa sul fondo. Prossimo turno ad Avellino per le aquile, mentre i romagnoli ospiteranno la Salernitana.