Serie B: Reggina-Juve Stabia, gol e highlights. Video

Pubblicato il 25 marzo 2013 alle 08:01:46
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Reggina-Juve Stabia: cronaca, pagelle e tabellino

Buona la prima di Pillon al Granillo. La Reggina torna a vincere davanti ai propri tifosi: 2-1 in rimonta sulla Juve Stabia.

I campani partono schierati col solito 4-3-3, locali che mirano a difendere con ordine e cercare di sfruttare le occasioni che spesso le Vespe tendono a concedere, soprattutto in trasferta. Il vantaggio ospite giunge fortunoso al 13': un corner di Zito trova una maldestra uscita di Baiocco, Improta conclude debolmente col destro, il pallone sbatte su Mezavilla a terra, s'impenna e s'insacca nell'angolo opposto. La Reggina appare troppo lunga e si affida quasi esclusivamente a conclusioni dalla distanza; dall'altra parte, la Juve Stabia non riesce a penetrare la difesa di casa schierata a 3 (più i 2 esterni): i portieri restano inoperosi se non per qualche uscita. Al 27' la Reggina riesce a trovare la via del gol da palla inattiva, ma il tap-in di Antonazzo è annullato per fuorigioco. Al 39' il gol valido: un tiro di Barillà è deviato da Antonazzo, il pallone finisce sul sinistro di Di Michele che trafigge Nocchi da tre metri. Pari tutto sommato meritato per la paziente formazione amaranto.

Nell'intervallo Braglia toglie Mezavilla e Improta per inserire Agyei e Jidayi, ma il cambio è vano: la Juve Stabia giunge sempre meno al tiro. La Reggina trova il gol decisivo al 63' su azione di corner: il cross a uscire di Barillà trova al limite dell'area piccola Gianmario Comi (altrimenti impalpabile, tanto da essere di lì a poco sostituito): il giovane centravanti spedisce di testa sotto l'incrocio. Il gol subìto risveglia gli ospiti, che si lanciano in attacco con veemenza, ma troppo nervosi e disordinati. Gli unici brividi arrivano gli ultimi 5 minuti: prima Jidayi incrocia male da ottima posizione, poi una carica sul portiere dello stesso Jidayi vanifica il successivo tap-in del neoentrato Cellini.

La Reggina sale così a quota 38 punti e si stacca dal quintultimo posto. La Juve Stabia sprofonda in decima posizione, restando a quota 41.