Serie B: Padova-Modena, gol e highlights. Video

Pubblicato il 24 marzo 2013 alle 08:00:50
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Padova-Modena: cronaca, pagelle e tabellino

Il Modena si aggiudica una brutta partita grazie alla rete nel finale del subentrato Mazzarani che vale l'1-0 sul Padova.Tutto sommato vince la squadra che ha fatto di più, anche se lo 0-0 sarebbe stato il risultato più consono allo spettacolo visto (o meglio non visto) in campo. Per il Padova è la quarta sconfitta consecutiva ed anche la quarta gara senza gol.

Si gioca sotto la pioggia. Primo tiro del Padova al 3': conclusione centrale di Cuffa parata da Manfredini. Il Modena replica al 5': diagonale da destra di Surraco che Silvestri respinge in angolo. Minuto 14: Ardemagni ci prova su punizione, palla di poco a lato grazie alla deviazione della barriera. Al 25' Pea perde Cuffa per infortunio e fa entrare Zè Eduardo. Proprio il brasiliano è protagonista della conclusione più pericolosa dei padroni di casa in tutto il primo tempo: un colpo di testa che sfiora il palo al 38'. Al minuto 44 grande occasione, seppur fortuita, per gli ospiti: un cross dalla traiettoria bizzarra di Lazarevic si stampa sul palo a Silvestri battuto.

La ripresa è ancora più scialba del primo tempo. L'occasione migliore è per il Modena al 67' ma Stanco sciupa l'assist di Gulan calciando malamente sul fondo. La gara si trascina verso il 90' senza offrire emozioni di alcun genere: solo tanti errori da una parte e dall'altra. All'86' però, ecco il lampo degli ospiti: cross di Gozzi, Mazzarani colpisce di testa e il pallone si insacca a fil di palo, per l'1-0 gialloblù. Tra l'altro Ardemagni allunga la mano quasi a voler correggere il tiro del compagno, ma i replay non evidenziano un tocco che avrebbe invalidato la rete. Inutile l'assalto finale dei padroni di casa, a lungo contestati dai propri tifosi: Novellino può festeggiare la prima panchina modenese con un importantissimo successo scaccia-crisi.

Prossimo turno a Cesena per i veneti, mentre gli emiliani andranno a Castellamare di Stabia.