Serie B: Il Livorno ritrova i tre punti, Lanciano ko

Pubblicato il 24 marzo 2013 alle 17:10:35
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Livorno-Lanciano: cronaca, pagelle e tabellino

La Virtus Lanciano esce sconfitta al Picchi di Livorno. I toscani si aggiudicano i tre punti grazie alle marcature di Belingheri e Paulinho, che fissano il 2-0 finale. Partita accesa fin dall'inizio in terra toscana, i rossoneri hanno combattuto per oltre un'ora contro una delle più accreditate formazioni per la promozione. Pesano gli errori sotto porta di Falcinelli.

Dopo la sconfitta interna rimediata contro il Verona nei minuti finali nell'ultimo turno di campionato, Gautieri si affida al classico 4-3-3 col tridente offensivo composto da Falcinelli, Plasmati e Turchi. Ci sono ben otto i cambi rispetto alla sfida interna di mercoledì. Piccolo non va neanche in panchina. Senza Leali, convocato nell’Under 21, fra i pali c'è Aridità. La partita è vivace fin dai primi minuti: Dionisi al 3' non insacca sull'errore di Rosania, un minuto più tardi la risposta di Turchi con un tiro centrale. I padroni di casa fanno la partita e all'8' un tiro di Schiattarella è deviato in angolo dalla retroguardia abruzzese. La squadra di Gautieri ci prova attraverso rapide ripartenze: decisive nel primo quarto d'ora di gioco le uscite tempestive di Fiorillo a chiudere su Plasmati e Turchi in due azioni rossonere. Al 19' si rivede il Livorno con Duncan la cui rasoiata passa di poco a lato rispetto al palo alla sinistra di Aridità. Dieci minuti più tardi il numero uno del Lanciano risponde sul primo palo al tentativo di Dionisi. Al 34' l'occasione d'oro per la Virtus: Plasmati vede il taglio di Falcinelli e lo serve sul filo del fuorigioco, l'ex attaccante della Juve Stabia dribbla Fiorillo ma a porta vuota calcia alto. Gol sbagliato, gol subito: passano due minuti e Schiattarella ci prova dalla distanza, Aridità respinge ma sul pallone arriva Belingheri che fa 1-0. Nel finale di primo tempo ancora padroni di casa pericolosi: i rossoneri rispondono con un tentativo di Falcinelli bloccato da Fiorillo allo scadere dei primi 45 minuti.

La ripresa si apre con il Lanciano in attacco: al 47' Turchi ci prova dalla distanza ma calcia di poco a lato. Due minuti più tardi l'occasione per il pareggio è sui piedi di Falcinelli sul cross dalla sinistra di Turchi, ma l'intervento disperato di Emerson e Ceccherini non consentono la battuta a rete dell'attaccante. Nel quarto d'ora successivo la formazione di Nicola chiude i rossoneri nella propria metà campo con una serie di calci d'angolo e punizioni: Duncan ci prova al 55' senza successo. La formazione di Gautieri si rivede al 66' con un cross velenoso dalla destra di Mammarella sul quale l'uscita di Fiorillo è insicura. Passa un minuto e arriva il raddoppio del Livorno: Emerson compie una percussione centrale di 50 metri per poi scaricare su Paulinho che scatta sul filo del fuorigioco, dribbla Aridità e sigla il quindicesimo centro stagionale. Un quarto delle reti livornesi portano la firma dell'attaccante. Sul 2-0 la partita è praticamente chiusa: al 69' ci prova Di Cecco ma il tentativo è respinto da Emerson. Cinque minuti più tardi solo un super Fiorillo evita la riapertura del match: sul cross dalla destra di Falcinelli, la deviazione di Ceccherini rischia di siglare il 2-1 evitato solo da un intervento d'istinto dell'estremo difensore. Nei minuti finale c'è spazio ancora per qualche occasione a match chiuso: all'88' D'Aversa sfiora l'incrocio dal limite dell'area, in pieno recupero Belingheri va vicino all'eurogol al volo trovando solo l'esterno della rete. Per la formazione di Gautieri si conclude una settimana difficile e sfortunata: i rossoneri hanno ottenuto un punto tra le trasferte di Empoli e Livorno e il match casalingo col Verona. La prossima tappa per la salvezza è il match di giovedì in casa col Vicenza.