Serie B: giusto pari tra Ascoli e Lanciano

Pubblicato il 5 febbraio 2013 alle 08:30:52
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Ascoli-Virtus Lanciano: cronaca, pagelle e tabellino

La Virtus Lanciano conquista un prezioso punto allo stadio Del Duca contro l'Ascoli nel posticipo della 24esima giornata di serie B. L'1-1 finale è il risultato più giusto al termine di una gara divertente, giocata a buon ritmo e con diverse palle gol, nella quale ognuna delle due formazioni poteva spuntarla. E' successo tutto sul finire del primo tempo quando, al vantaggio frentano di Piccolo al 39', ha risposto dopo soli due minuti Zaza per i padroni di casa. Il pari permette alla squadra di Gautieri di salire a quota 26 punti, scavalcando Bari, Novara e Reggina, e di proseguire il momento positivo; l'Ascoli invece si porta a 32 ma manca l'aggancio al treno playoff. Nel prossimo turno il Lanciano riceve il Cittadella al Biondi mentre i bianconeri marchigiani vanno a La Spezia.

Per il match al Del Duca il mister frentano Carmine Gautieri deve far fronte all'assenza del portiere Leali, con l'Under 20 di Gigi Di Biagio e così gioca Casadei; il 4-3-3 è completato con l'ex di turno Vastola, D'Aversa e Volpe nel mezzo e il tridente Piccolo-Falcinelli-Turchi. Silva, senza il talentuoso Fossati, pure lui con l'Under 20, e Morosini, si affida al classico 3-5-2 con Scalise e Pasqualini sulle corsie, Loviso a fare gioco e il tandem offensivo con Soncin e il giovane bomber Zaza. Proprio la punta con la pettinatura da mohicano in prestito dalla Sampdoria firma il primo pericolo al 2' con un velenoso sinistro in area, ma Casadei respinge di piede. La gara è godibile e giocata a buon ritmo, col Lanciano che punta sulle veloci ripartenze. Al 10' Falcinelli, uno dei migliori, sfonda a sinistra e conclude con un tiro-cross in diagonale che Maurantonio fa passare e per sua fortuna Piccolo non chiude in rete. Al 19' Scalise risponde dalla parte opposta e il risultato è identico: palla sul fondo. Gli ospiti non stanno a guardare, anzi: al 20' Falcinelli conclude dal limite con un tiro di mezzo esterno destro, Maurantonio è scavalcato ma la palla è alta di poco; al 24' il portiere di casa è attento sul sinistro al volo di Volpe. Due minuti dopo la migliore opportunità è per l'Ascoli: cross da destra dell'inesauribile Scalise, in area prende l'ascensore Soncin che svetta, palla che rimbalza davanti a Casadei e bella risposta in tuffo del portiere frentano. Al 39', con l'Ascoli sbilanciato in avanti, ecco la ripartenza letale del Lanciano: sulla linea di metà campo prende palla Piccolo, l'ex Livorno punta la porta, approfitta del movimento di Turchi che gli porta via un uomo, arriva al limite, conclusione di sinistro e decisa deviazione di Peccarisi che inganna Maurantonio. Piccolo, al primo gol in campionato, festeggia mostrando una maglietta dedicata a Carmelo Imbriani, l'ex giocatore del Napoli che sta lottando contro il cancro. L'Ascoli, sotto 1-0, non ci sta e risponde subito: al 40' Loviso conclude con un gran destro da fuori area e Casadei mette in angolo. Un minuto dopo, su cross di Pasqualini, Soncin fa da sponda, Almici perde il tempo del rinvio è Zaza, in acrobazia col sinistro, realizza per l'immediato 1-1. Per il talento in prestito dalla Sampdoria è il tredicesimo centro in campionato.   

Nella ripresa il ritmo cala, le squadre sono più stanche, anche per il gran primo tempo disputato. I padroni di casa sono più intraprendenti e al 60' è il solito Zaza a farsi vedere con un bel colpo di testa nel cuore dell'area ma la palla è alta sulla traversa. Al 73' il Lanciano rischia un clamoroso autogol: angolo di Loviso, in area svirgola Mammarella e decisivo Volpe, appostato sul palo, a deviare di testa in angolo. Scampato il pericolo si rivede la formazione frentana con Volpe al 76' e con Turchi all'82', ma Maurantonio è ben piazzato e respinge. L'ultima opportunità è per l'Ascoli al 90' ma Casadei si allunga e devia la conclusione velenosa di Colomba salvando un meritato 1-1.