Serie B: gioia Novara al 93', il Sassuolo cade

Pubblicato il 6 aprile 2013 alle 17:15:52
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Novara-Sassuolo: cronaca, pagelle e tabellino

Faragò in pieno recupero regala i tre punti al Novara. Finisce 3-2 al Piola la sfida contro la capolista Sassuolo che si arrende al 93' dopo avere rimontato due gol nel primo tempo. A sbloccare la gara ci pensa Fernandes al 2’, Buzzegoli sigla il doppio vantaggio su calcio di punizione. Berardi, splendido il suo sinistro da calcio piazzato, riapre la sfida, è di Ludi l’autorete del pareggio al 31’. Una vittoria pesantissima per la squadra di Aglietti, l’undicesimo risultato utile di fila, la sesta vittoria consecutiva. Per gli emiliani si allunga la striscia negativa: il Sassuolo non vince da quattro partite.

Pronti e via e Buzzegoli trova il tiro perfetto: un bellissimo destro da fuori area che si infila sotto l’incrocio, facendo secco Pomini. Il Sassuolo è sotto choc e il Novara schiaccia deciso sull’acceleratore. Al 13’ Gazzola stende Pesce al limite, Buzzegoli si prepara a calciare la punizione: un destro preciso e potente che sbatte sotto la traversa prima di infilarsi in rete. Il Sassuolo, però, invece che mollare comincia a guadagnare metri. Al 16’ Berardi da distanza siderale riapre il match con un sinistro incredibile ancora da calcio di punizione. La capolista acquista fiducia e al 31’ trova il pareggio, complice una sfortunata deviazione di testa di Ludi.

Nella ripresa il ritmo, inevitabilmente, cala. Al 50’ Berardi ha la palla del vantaggio, ma in piena area sbaglia il sinistro che finisce a lato. Al 68’ Buzzegoli colpisce la traversa con un bel destro da fuori area. Tre minuti dopo Berardi sbaglia ancora un gol facile facile, calciando addosso a Bardi da ottima posizione. Intanto in campo entrano Marianini e Mehmeti nel Novara, Laribi e Catellani sulla sponda Sassuolo. Ma il cambio che si rivelerà vincente è quello di Faragò, classe 1993, che al 93’ si fa trovare in area per il colpo di testa vincente sul cross di Marianini.

Continua il momento d’oro dei piemontesi che non perdono da undici partite: una rimonta incredibile. Nel finale la squadra di Aglietti ci ha creduto di più ed è riuscita a strappare i tre punti, raggiungendo quota 51. Di Francesco se la può prendere con Berardi che per due volte non ha segnato il gol del 3-2, incassa la sesta sconfitta in campionato e vede avvicinarsi a -6 Verona e Livorno. La prossima con il Brescia è da vincere per non compromettere il primato.