Serie A, Verona-Sampdoria: formazioni, diretta, pagelle. Live

Pubblicato il 5 marzo 2016 alle 20:00:05
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Finisce 3-0 il match tra Verona e Sampdoria, di scena al Bentegodi e valido per la 28a giornata di campionato. Apre le marcature Soriano al 6’, raddoppia Cassano al 11’ e Christodoulopoulos chiude tutto al 30’. I blucerchiati si allontanano in maniera netta dalla zona retrocessione, che adesso dista 5 punti, e condannano invece i veneti, che oramai sembrano già diretti in Serie B.

La Sampdoria parte a tuono; nel primo quarto d’ora la formazione ospite si porta già sul 2-0. Passano appena 6 minuti e la formazione di Montella segna il vantaggio: Quagliarella calcia dal dischetto di rigore, Gollini respinge e sulla respinta Soriano, da fuori area, trova l’angolino basso. All'11’ i blucerchiati raddoppiano: Fares, ultimo difensore, scivola regalando il pallone e un’autostrada per Quagliarella che, dopo aver dribblato Gollini, esplode il destro trovando però il palo; sulla respinta si avventa Cassano che, a porta vuota, sigla il 2-0.

Il doppio svantaggio sembra svegliare la formazione di casa: Siligardi scappa sulla corsia sinistra e mette la palla in area per Toni ma Viviano esce con i tempi giusti e blocca il pallone, quindi è Cassani a firmare l'ex Fiorentina dopo una super giocata di Wszolek. Al 23’ è ancora Wszolek a rendersi protagonista con un tiro in diagonale che colpisce il palo ma l’arbitro ferma tutto per una posizione di off-side. Prima della mezz'ora Delneri decide ci richiamare in panchina Fares, autore di una prova da dimenticare, inserisce Gilberto ma dopo appena 3 minuti Christodoulopoulos gonfia la rete per la terza volta: De Silvestri mette la palla dalla destra e il greco, con una perfetta girata in area, batte un incolpevole Gollini.

Prima della ripresa Quagliarella fa in tempo a divorarsi il 4-0, quindi i blucerchiati rallentano e il Verona prova a riaprire la partita: al 53’ è Toni che, con un colpo di tacco, cerca il gol della giornata sul cross basso di Wszolek, ma Viviano è attento e riesce a bloccare, quindi ci prova Siligardi con un destro da fuori area che si si spegne sul fondo. Al 67' Moras evita la quarta rete con un mezzo miracolo su Quagliarella, Ranocchia si immola poco dopo su Romulo mentre all'86’ è Juanito Gomez che scalda le mani a Viviano con un destro dal limite. In pratica finisce qui: la Sampdoria fa festa, in attesa di preparare il prossimo match con l'Empoli, per tre punti che sanno tanto di salvezza, mentre al Verona, che nel prossimo turno ospiterà la Fiorentina, resta l'amara consapevolezza di avere ormai un piede e mezzo in Serie B.