Serie A: tris Parma, il Pescara ha un piede in B

Pubblicato il 30 marzo 2013 alle 17:29:52
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Parma-Pescara: cronaca, pagelle e tabellino

Il Parma liquida senza problemi la pratica Pescara. Al Tardini finisce 3-0 per i ducali grazie ai gol di Benalouane, Paletta e Amauri. L’italo-brasiliano è stato autore di una gara maiuscola, una perla il suo gol, in rovesciata, di sinistro. La squadra di Donadoni vince la sua seconda partita consecutiva e sale a quota 38 punti. Il Pescara rimane ultimo in classifica, virtualmente retrocesso in serie B.

Inizio di partita soporifero. Nei primi dieci minuti non succede praticamente niente. Al 12’ Amauri ha sulla testa la palla per sbloccare la gara, colpisce centrale un traversone da calcio d’angolo, ma non riesce a sorprendere Pelizzoli che si salva in angolo. Il Pescara non riesce a rendersi pericoloso e il Parma prende in mano le redini della gara. Sale in cattedra Amauri che al 17’ cerca ancora il gol, con un destro da fuori area, ancora una volta Pelizzoli in angolo. Ma un minuto dopo Bocchetti si dimentica Benalouane in area e il difensore ducale di testa sblocca la gara. Il primo tiro del Pescara è quello di Caprari, alla mezz’ora.

Nella ripresa continua il monologo emiliano. Al 52’ Paletta è bravo e veloce in area a far partire un sinistro preciso che non lascia scampo a Pelizzoli. Parma avanti di due gol, Pescara sulle corde. Al 64’ Abbruscato sfiora il gol, di testa, in una delle pochissime azioni offensive pescaresi. Al 66’ Amauri decide di fare il fenomeno: stoppa di petto in area e al volo, in rovesciata, segna un gol di rara bellezza. Dieci minuti dopo sono tutti per lui gli applausi dello stadio, quando lascia il posto al giovanissimo Cerri, classe 1996. Il Pescara non riesce a rendersi pericoloso neppure con l’ingresso di Sforzini, Celik e Di Francesco.
 
Se la ride Ghirardi, il suo Parma è praticamente salvo. Una prestazione di personalità, merito anche di Donadoni che dalla panchina non ha mai smesso di dare indicazioni ai suoi. La prossima sfida con il Siena diventa così meno preoccupante. Per il Pescara è buio pesto. Sesta sconfitta di fila, sono undici partite di fila che subisce gol. A Bucchi non è riuscito il miracolo: la squadra sembra destinata alla B.