Serie A: tris Cesena, Samp nel baratro

Pubblicato il 7 marzo 2011 alle 07:53:09
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Colpaccio del Cesena a Marassi, dove i romagnoli non battevavo la Sampdoria dal '79. Ora anche i blucerchiati si ritrovano coinvolti nella lotta per non retrocedere. Gli uomini di Ficcadenti, lanciati da una prodezza di Parolo, chiudono il conto grazie ad una doppietta di Giaccherini ad inizio ripresa. I padroni di casa, in un clima di aperta contestazione, si svegliano troppo tardi.

I blucerchiati attaccano fin dai primi minuti, ma la prima occasione arriva solo al 12': Biabiany si presenta solo in area a tu per tu con Antonioli, lo dribbla ma poi ritarda la conclusione e si fa soffiare il pallone dal ritorno del portiere. Il Cesena prova a sfruttare gli spazi che la Samp offre al contropiede: al 29' Giaccherini supera Ziegler, entra in area ma calcia malamente sul fondo in diagonale. Un minuto dopo, Biabiany ha ancora la possibilità di segnare, ma spara incredibilmente alto un pallone servitogli su un piatto d'argento da Maccarone. Al 34' l'ex rosanero ci prova su punizione: tiro forte ma centrale, Antonioli blocca senza troppi problemi. Al 37' i blucerchiati perdono Palombo, costretto ad uscire per problemi di respirazione dopo un colpo subito al costato. Al 43' arriva, un po' a sorpresa, il vantaggio ospite: Lucchini perde palla sulla tre-quarti, ne approfitta Parolo per battere Curci con gran tiro da fuori area: 1-0 Cesena.

La ripresa si apre con l'uno-due del Cesena che decide il match: al 46' Giaccherini gira in rete con uno splendido destro al volo un cross di Parolo, e 2' dopo ruba palla a Gastaldello e batte Curci in uscita: al 48' è 3-0 per i romagnoli che cominciano a pregustare un pesantissimo successo. Pesantissima è anche la contestazione dei tifosi di casa ad una Sampdoria in piena confusione mentale. La squadra di Di Carlo attacca più per dovere che per convinzione, producendo solo conclusioni svirgolate. Al 73' Macheda, entrato al posto di Guberti, sfiora il gol di testa. La rete arriva, inattesa, all'83': punizione innocua di Maccarone,  Antonioli si lascia sfuggire il pallone e Volta ne approfitta per accorciare le distanze da pochi centimetri: 1-3. Due minuti dopo Macheda manda alto da buona posizione. Al 93' Pierpaoli fischia un penalty per la Samp per un fallo poco chiaro di Benalouane su Volta: dal dischetto Maccarone sigla il 2-3, e la partita si riapre. Il Cesena ora trema,  i padroni di casa si gettano all'assalto, ma l'arbitro fischia la fine prima della battuta di un corner blucerchiato, tra le proteste doriane.

RIVIVI LA CRONACA DEL MATCH