Serie A: Sassuolo-Torino 1-1, gol e highlights. Video

Pubblicato il 21 gennaio 2016 alle 08:00:11
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Belotti spacca il match, Acerbi riporta la parità: il recupero della 16esima giornata di Serie A fra Sassuolo e Torino va in archivio con il punteggio di 1-1. Primo tempo divertente con gli ospiti avanti al 22' e ripresi dal tap-in del difensore neroverde al 40': ripresa sottotono, con poche palle gol. Con questo pari i ragazzi di Di Francesco salgono a 32 punti in classifica, agganciando il Milan al sesto posto. Granata undicesimi a quota 26.

Defrel con Sansone e Berardi, Immobile al fianco di Belotti: queste le scelte offensive di Di Francesco e Ventura. L'avvio del match è di marca neroverde: il Sassuolo spinge costringendo il Toro nella sua metacampo ma col passare dei minuti i granata prendono le misure. Utilizzando soprattutto l'arma Zappacosta, bravo ad arare la fascia di competenza mettendo in difficoltà Duncan e Sansone. Al 22' cambia il risultato: splendida verticalizzazione di Immobile per Sansone che scappa via ad Acerbi e mette al centro. Belotti non manca l'appuntamento col gol, firmando il suo quarto centro in questo torneo. La gara è viva e al 40' ecco il pari: Ichazo mura Biondini, sulla respinta c'è però Acerbi, bravo ad insaccare (terza rete in campionato). Un primo tempo divertente va giustamente in archivio sull'1-1.

La ripresa non mantiene le aspettative della prima, frizzante, frazione. Il freddo, la stanchezza per l'impegno infrasettimanale e perché no, anche la paura di perdere, frenano le due formazioni. Ci prova Defrel, risponde Immobile, si fa vivo di nuovo Belotti (sempre propositivo) mentre Zappacosta è vittima di crampi, bloccando la spinta sulla fascia destra granata. I ritmi si abbassano e le palle gol latitano: Berardi, oggi opaco, lascia il posto a Falcinelli, mentre il motore di Immobile non gira ancora a pieno regime. Fra i migliori c'è Sansone ed è proprio il guizzante esterno a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa fuori di un soffio. C'è spazio per un'ammonizione pesante a Magnanelli (squalificato per il Bologna) e per un Ventura che viene allontanato da Celi per proteste sul gong. Un punto ciascuno e appuntamento al prossimo weekend.