Serie A: tris Samp, la nuova Roma crolla

Pubblicato il 10 febbraio 2013 alle 17:10:22
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Sampdoria-Roma: cronaca, pagelle e tabellino

La Roma non guarisce dopo l'esonero di Zeman e Andreazzoli incassa all'esordio la sconfitta per 3-1 ai danni della Sampdoria. Giallorossi che dopo aver condotto per un tempo hanno ceduto ai blucerchiati, trascinati nella ripresa da un super Sansone, acquisto last minute del mercato di gennaio. Con questo risultato i capitolini retrocedono al nono posto con 34 punti, sorpassati dall'Udinese. I doriani invece salgono a quota 28, sempre più lontani dalla zona calda della classifica.

Andreazzoli si presenta con l'inedito 3-4-1-2 con i reintegrati Stekelenburg e De Rossi, posizionando Lamela sull'esterno destro. E' proprio "El Coco" a creare molti pericoli dalla sua parte, in particolare quando al quarto d'ora impegna Romero con un sinistro a giro insidioso. In seguito è Totti a scaldare i guanti al portiere argentino, mentre Rossi sbuffa perché Soriano non riesce mai ad assistere decentemente il troppo isolato Icardi. Le due occasioni migliori comunque capitano sui piedi di Bradley e di Pjanic. Lo statunitense spezza in due il centrocampo doriano con una percussione irresistibile, ma giunto al limite dell'area calcia sul fondo; più clamorosa l'opportunità per il bosniaco che, servito da Osvaldo, calcia incredibilmente addosso a Costa. Si va così al riposo sullo 0-0.

Rossi opta di lasciare negli spogliatoi Soriano per fare spazio al neo-acquisto Sansone. Mossa azzecatissima visto che l'ex attaccante del Torino, dopo una rete di Lamela annullata per fuorigioco molto dubbio, imbecca Estigarribia che con un diagonale sinistro non lascia scampo a Stekelenburg: al 56' la Samp passa in vantaggio. La Roma comincia a sbandare e rischia di incassare lo 0-2, ma Stekelenburg stavolta salva su Poli. Al 68' gli ospiti hanno l'occasione per pareggiare: Gastaldello stende Osvaldo in area e l'arbitro Celi concede il rigore ai capitolini. Ma dal dischetto lo stesso italo-argentino calcia malissimo e Romero blocca la sfera. Gol sbagliato, gol subito: al 73' Sansone firma il bis blucerchiato calciando una punizione che si insacca all'incrocio dei pali (ma nell'occasione Stekelenburg è tutt'altro che esente da colpe). La Roma reagisce con orgoglio accorciando le distanze dopo soli 2' con Lamela, che sfrutta al meglio una serie di rimpalli in area doriana. Ma al 78' Icardi chiude il match anticipando di testa De Rossi sul corner battuto da Sansone e Stekelenburg è battuto per la terza volta. Finale incandescente con Rossi che viene espulso per scaramuccie con Burdisso, ma la Samp può festeggiare: 3-1 ai giallorossi, al secondo ko consecutivo.

Sansone nettamente il migliore in campo, con una prestazione da incorniciare nella ripresa. Osvaldo invece corona la sua giornata negativa calciando malissimo il rigore del possibile 1-1. Prossimo turno da brividi per entrambe le formazioni: sabato sera la Roma ospita all'Olimpico la Juventus capolista, mentre domenica pomeriggio la Doria è impegnata al San Paolo contro il Napoli secondo in classifica.