Serie A: poker Fiorentina, Inter inguardabile

Pubblicato il 18 febbraio 2013 alle 08:00:27
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Fiorentina-Inter: cronaca, pagelle e tabellino

Una splendida Fiorentina affonda la peggior Inter della stagione
. Al Franchi i viola vincono 4-1 il posticipo domenicale della 25esima giornata di serie A, al termine di un match dominiato dall'inizio alla fine. Doppiette per Ljajic (13' e 65') e Jovetic (33' e 54'), inutile gol di Cassano nel finale (87'). I toscani salgono a quota 42 punti, a due lunghezze dalla Lazio (che ha una partita in meno, ndr), e tornano così in corsa per la zona Champions.

Montella preferisce Ljajic a Toni, solo panchina per il nuovo arrivato Sissoko. Stramaccioni tiene fuori a sorpresa Gargano e inserisce Cambiasso, davanti Palacio con Cassano e Guarin a supporto. Sin dai primi minuti si capisce che, tra le due squadre, è la Fiorentina ad avere le qualità e lo spirito per fare la partita. Al 3' Pizarro trova Jovetic che, solo davanti ad Handanovic, spara sul portiere nerazzurro. E' il preludio al gol: minuto 13, cross teso di Pasqual, spizzata di Jovetic e incornata vincente di Ljajic. Al 17' azione magistrale dei locali, che liberano al tiro Aquilani ma Handanovic compie un miracolo. I minuti passano e l'Inter non si vede, eccezion fatta per un tiro da fuori di Kuzmanovic al 28' che termina fuori di poco. Al 32' il raddoppio di Jovetic, che insacca con uno splendido destro dal limite sotto la traversa. Il monologo viola prosegue, ma prima Borja Valero e poi Aquilani si fanno ipnotizzare da Handanovic: si va al riposo sul 2-0.

Nella ripresa la musica non cambia: l'Inter è ferma, la Fiorentina fa quello che vuole. E al 54' arriva così il tris, ancora con Jovetic che, imbeccato perfettamente da un colpo di tacco di Aquilani, deposita in rete dal dischetto del rigore. Il tiro al bersaglio continua e undici minuti più tardi Ljajic cala il poker sfruttando un buco nella retroguardia nerazzurra e beffando Handanovic con un preciso interno destro a giro. Il Franchi è in delirio e Montella può regalare le meritate standing ovation a Pizarro e Jovetic, debutta in viola Momo Sissoko. I ritmi si abbassano, ma all'86' è ancora la Fiorentina avere l'occasione per andare in gol: El Hamdaoui si presenta solo in area ma fallisce sparando su Handanovic. Un minuto più tardi un lampo di Cassano che da 25 metri trova l'angolino basso alla destra di Viviano - fino a quel momento spettatore non pagante - e rende meno amaro il passivo. Dopo due minuti di recupero esplode la festa viola.

Nel prossimo turno l'Inter cercherà il riscatto nel derby contro il Milan. La Fiorentina invece sarà di scena al Dall'Ara per il derby dell'Appennino contro il Bologna.