Serie A: Palermo-Juventus 0-3, le pagelle

Pubblicato il 29 novembre 2015 alle 23:44:16
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Palermo-Juventus: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Palermo-Juventus, terminata 0-3.

PALERMO

Sorrentino 5.5 Sui gol di Sturaro e Zaza non può nulla, non è esente da colpe su quello di Mandzukic.
Lazaar 6 Parte bene, tenendo a bada Cuadrado e facendosi vedere davanti, poi cala nella ripresa.
Struna 5 Tanti errori, ma soprattutto si fa sovrastare da Mandzukic in occasione del gol che sblocca il match.
Rispoli s.v. Dentro nel finale, ingiudicabile.
Goldaniga 6.5 Nel primo tempo è un muro su cui sbatte l'attacco bianconero: cala nel secondo tempo, ma è l'ultimo a mollare.
Gonzalez 5.5 Il meno in palla della retroguardia rosanero: quando la Juve sale va in apnea.
Vazquez 6.5 L'unico che prova a inventare qualcosa: le sue ripartenze mettono in difficoltà la Juve nel primo tempo, poi quando lui cala il Palermo sparisce dal campo.
Brugman 5.5 Anche lui non riesce a trovare lo spunto giusto, anzi fatica nel rincorrere gli avversari.
Chochev 6 Un paio di aperture interessanti, qualche spunto positivo: si salva, con costanza.
Jajalo 5.5 Poco appariscente, tende a scomparire di fronte al centrocampo bianconero.
Hiljemark 5 Partita anonima, non trova la collocazione in campo e non riesce a rendersi davvero pericoloso.
Quaison 5 Mezz'ora senza vedere la sfera: entra nel momento peggiore, poco prima del gol di Mandzukic.
Gilardino 5 Non la vede mai, nessuno spunto degno di nota: prova a trasformare una palla vagante in area, ma spara a lato.
Trajkovski 5.5 Tenta una rovesciata, poi null'altro.

All. Ballardini 5.5 Il suo Palermo entra bene in campo, ma è troppo Vazquez-dipendente: e dopo il gol subito i rosanero non accennano ad una reazione, arrendendosi alla Juventus.

JUVENTUS

Buffon 6 Serata molto tranquilla, non deve scomporsi di fronte agli avanti del Palermo.
Barzagli 6.5 Solita prova di sostanza, mette la museruola a chiunque passi dalle sue parti.
Chiellini 6 Qualche svirgolata in avvio, poi si riprende e sfodera la solita grinta.
Bonucci 6 Orchestra la difesa come di consueto e sfiora anche il gol con un colpo di testa nel primo tempo.
Evra 6 Alex Sandro è la novità, lui l'usato sicuro: tanta corsa, chiusure, cross, senza strafare.
Lichtsteiner 6 Entra per Cuadrado, un paio di discese per aiutare i compagni nel finale.
Marchisio 6 Ruba palla e fa ripartire l'azione: meno appariscente che in altre occasioni.
Cuadrado 6 Ci prova, senza fortuna. Tenta di liberarsi di Lazaar, ma il terzino è un osso duro. Ci riesce solo in un paio di occasioni. Può fare di più.
Pogba 6 A corrente alterna: a volte sembra troppo lezioso e alla ricerca della giocata da copertina. Quando gioca semplice regala calcio: vedere lo 0-2 di Sturaro.
Sturaro 6.5 Mezzo punto in più per la freddezza dimostrata sul gol: tanta corsa e intelligenza in mezzo al campo.
Morata 6 Sbaglia un paio di aperture, poi si riscatta con l'assist a Zaza. In crescita.
Mandzukic 7 Letale. Ancora un gol che sblocca il match: si completa alla perfezione con Dybala.
Dybala 6.5 Ricama calcio come di consueto, nello stadio che lo ha lanciato: firma l'assist al bacio per Mandzukic e offre spunti interessanti.
Zaza 6.5 Quando entra si fa trovare pronto: non è facile con lo scarso minutaggio che ha a disposizione.

All. Allegri 7 La Juventus, se mai se ne fosse andata, è tornata: quinto posto, a -2 dalla Roma. Squadra in crescita, lui alterna sapientemente le pedine a sua disposizione. La scalata bianconera continua.