Serie A: Inter-Chievo, le pagelle

Pubblicato il 10 febbraio 2013 alle 23:43:31
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Bologna-Siena: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Inter-Chievo, terminata 3-1.

INTER
Handanovic 5.5 Il portierone sloveno non viene quasi mai chiamato in causa, visto che Paloschi è un fantasma e Thereau viene ben imbrigliato da Ranocchia e Juan Jesus. Poteva fare di più sulla rete subita da Rigoni
Ranocchia 6.5 Il difensore ex Bari al 25' vola in cielo e di testa batte Puggioni per il nuovo vantaggio nerazzurro. In difesa, continuano le prove d'intesa con Juan Jesus. Amnesia difensiva sul gol di Rigoni.
Juan 6 Il brasiliano gioca tantissimo in anticipo, la sua specialità, ma quando si tratta di difendere a zona ancora si vede che è acerbo. Il ragazzo però ha talento.
Nagatomo 6 Prova convincente dell'esterno giapponese , che dimostra di trovarsi a meraviglia quando può dialogare sulla fascia sinistra con l'amico Cassano
Stankovic 5.5 Il giallo che si becca a due minuti dalla fine e i pochi palloni giostrati non contano nulla. L'importante per Stankovic è essere torntao in campo dopo nove mesi di infortunio. La sua esperienza tornerà comodo più in là.
Cambiasso 6.5 Si riprende il suo posto da titolare davanti alla difesa, sfiora il gol nel primo tempo, e sforna l'assist per Milito. Se Stramaccioni lo dosa bene, è ancora uno dei centrocampisti più completi in Serie A.
Zanetti 6.5 Il prossimo 10 agosto saranno quaranta primavere, oggi sono 596 presenze in Serie A. Zanetti eguaglia Pagliuca, e dimostra a tutti ancora una volta che la carta d'identità non è un problema quando corri il doppio degli altri.
Schelotto s.v. Toppo poco in campo per essere giudicato.
Alvarez 5.5 Avrebbe voglia di spaccare il mondo, e si vede, visto che ogni tanto ci mette troppa irruenza. Forse gli manca solo la continuità nelle partite giocate.
Gargano 6 Senza la leggerezza sul gol di Rigoni, con il capitano del Chievo che gli sfila alle spalle, ci starebbe mezzo voto in più. Nel secondo tempo metta una pezza agli errori dei compagni, e mostra finalmente la cattiveria e l'affidabilità dei tempi di Napoli.
Kuzmanovic 6 Primo tempo buono giocato dal serbo, cala nella ripresa col passare dei minuti, Qualche bel lancio per i compagni, ma anche tre palloni persi malamente. Coi compagni di reparto c'è già l'intesa.
Cassano 7.5 Fantantonio "man of the match" Rete dopo due minuti con la complicità di Puggioni, calcio d'angolo pennellato sulla testa di Ranocchia, e nel secondo tempo ispira i compagni e spinge tutti i contropiedi dei nerazzurri.
Milito 7 Il Principe è tornato. Quando lui segna, l'Inter non perde mai. Nono gol in campionato, gli basta un tiro in porta per chiudere la partita. Nel primo tempo si sacrifica per la squadra, difendendo il pallone dai difensori del Chievo e facendo ripartire i compagni.
Palacio 6 Più gambe e polmoni che lucidità in area di rigore. Puggioni gli chiude lo specchio della porta per due volte, ma il popolo nerazzurro sa di poter contare sempre contare su di lui.
Stramaccioni 6.5 Torna a -1 dal terzo posto. Un risultato diverso dalla vittoria stasera avrebbe forse fatto ballare la panchina del romano, che ora può lavorare serenamente in vista dell'Europa League e del derby. E deve ancora giocarsi la carta Kovacic

CHIEVOVERONA
Puggioni 5 Tre gol subiti ed un errore decisivo sul primo gol di Cassano. Per il resto, due grandi parate sul 2-1 tengono a galla il Chievo. Poi però arriva Milito..
Jokic 5 L'assist del momentaneo pareggio di Rigoni è suo, ma per il resto non combina praticamente nulla
Dainelli 5.5 Ultimo ad affondare, il navigato centrale del Chievo prova ad arginare come può la potenza offensiva dell'Inter.
Acerbi 5 Sfiora il pareggio nel primo tempo, ed in difesa ci fa vedere qualche bella chiusura. Si vede che è arrugginito, visti i sei mesi di non utilizzo in quel di Milanello.
Andreolli 5.5 Contro la squadra che l'ha fatto crescere Corini lo schiera in una posizione per lui inusuale, terzino destro, e deve fare i conti contro un brutto cliente come Cassano, con cui si arrangia come può,,
Spyropoulos 5 Il greco è il primo cambio di Corini, ma non può essere lui cambiare la gara.
Seymour 5 Il cileno arrivato dal Genoa fatica ad entrare nel gioco e negli schemi di Corini, ed anche oggi fa registrare un altro passaggio a vuoto
Cofie 5 di solito più muscolare e generoso quando si tratta di aggredire i centrocampisti avversari, stasera è sembrato forse un po' impaurito da San Siro. Infatti viene sostituito da Corini dopo poco nella ripresa
Rigoni 6.5 Si nasconde in mezzo all'area di rigore e poi sbica alle spalle dei centrali dell'Inter, battendo Handanovic e facendo illudere il Chievo. Cuore di capitano
Hetemaj 5.5 La posizione di finto trequartista alle spalle delle due punte che Corini gli ha cucito addosso ogni tanto sembra funzionare, altre volte meno.
Luciano 5.5 Qualche buono spunto contro la sua ex squadra, ma non trova il sostegno dei suoi attaccanti
Paloschi 4.5 Peggiore in campo. Zero palloni giocabili, con Juan Jesus che gli fa sentire il fisico e ne annulla i movimenti
Thereau 6 Si sbatte in ogni modo per cercare di trovare lo spazio dove inserirsi, la sua specialità, e creare qualche problema ad Handanovic, ma non ci riesce quasi mai. Alla fine ci prova col tiro da fuori, ma è una serata storta.
Pellissier 5 Da capitano inamovibile del Chievo a punta di riserva che entra ormai a partita compromessa. Finora una stagione da dimenticare.
Corini 5 Dopo un bell'inizio alla guida del Chievo, gli ultimi risultati non sono di certo incoraggianti. Due sconfitte nelle ultime tre, ed anche se sono state contro Juventus ed Inter, quello che preoccupa della sua squadra e la poca convinzione profusa sul terreno di gioco. A +7 dalla zona retrocessione, deve trovare in fretta un antidoto