Serie A: Genoa-Palermo 4-0, le pagelle

Pubblicato il 17 gennaio 2016 alle 16:20:06
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Genoa-Palermo, terminata 4-0

GENOA

Perin 6 Si fa trovare pronto in occasione dell'unico squillo del Palermo. Poi gli avversari ci provano ma non centrano mai lo specchio
Izzo 6 Duella ad armi pari con Vazquez, limitando alla grande il Mudo
Ansaldi 7.5 A dir poco ispirato. Dirottato da centrale a esterno destro, l'ex Atletico Madrid sforna tre assist nella ripresa
Munoz 6 Prova senza acuti ma senza mai sporcare il foglio
Burdisso 6 Spesso sceglie l'anticipo, ma Djurdjevic è un cliente decisamente abbordabile
Dzemaili s.v. Troppo poco in campo per essere ritenuto meritevole di giudizio
Laxalt 6.5 Titolare inamovibile per Gasperini. L'uruguaiano è una spina nel fianco perenne, e costringe agli straordinari Morganella.
Suso 6 Un'ora di buona qualità, dopo il gol però si piace un po' troppo, cercando con insistenza la giocata ad effetto piuttosto che aiutare i suoi a costruire
Rigoni 5.5 Qualche errore di troppo contro la sua ex squadra, paga forse un po' di nervosismo misto emozione
Tachtsidis s.v. Troppo poco in campo per essere ritenuto meritevole di giudizio
Rincon 6.5 Muro invalicabile, regista e incursore. Si toglie anche lo sfizio del gol
Diego Capel 6.5 Ingresso in campo fondamentale quello dell'ex Sporting, visto che dopo pochi minuti sul terreno di gioco procura la seconda ammonizione di Andelkovic
Perotti 6.5 Impiega 4' per far vedere che con lui in campo la musica per il Grifone è tutt'altra: assist al bacio per il gol di Suso, che sblocca il match
Pavoletti 7.5 Dieci gol in tredici presenze. Seconda doppietta casalinga di fila dopo quella nel derby perso con la Samp. E una rovesciata splendida al minuto 89. Conte sicuramente starà prendendo nota
All. Gasperini 7 Il mercato potrebbe portargli via Perotti, direzione Roma, ma con un Pavoletti così e tenendo Munoz perno della difesa le cose per il suo Genoa potrebbero prendere tutt'altra piega

PALERMO
Sorrentino 7 Tre parate sensazionali nel primo tempo, ma nella ripresa deve arrendersi per altrettante volte all'attacco rossoblù Lazaar 5.5 Cerca troppo spesso di uscire palla al piede dalla sua difesa, regalando il possesso agli avversari.
Goldaniga 5.5 Il meno peggio del suo reparto in un'altra gionata da dimenticare per il Palermo
Gonzalez 5 Poco riflessivo il costaricense, che va spesso in affanno sulle incursioni centrali di Perotti
Pezzella s.v. Troppo poco in campo per essere ritenuto meritevole di giudizio
Morganella 6 Sempre in proiezione offensiva, bello il duello ingaggiato sulla sua fascia con Laxalt
Andelkovic 4.5 La sua espulsione spiana la strada al tris Genoa del secondo tempo
Cristante 4.5 Chi l'ha visto? L'ex Milan stecca completamente al banco di prova
Vazquez 5.5 Qualche lampo di classo sfoderato alla bisogna, ma questa volta non decide. Avrebbe bisogno di un vero leader al suo fianco per esprimersi al meglio
Jajalo 6 Buona mezz'ora iniziale del croato, impiegato trequartiosta a ridosso delle punte. Poi sulla lunga distanza si spegne, come il resto della squadra
Hiljemark 5 Ancora il lontano parente del buon giocatore visto a inizio stagione. Il ruolo di regista basso proprio non gli si addice
Gilardino 6 entra al 61' e lotta in pratica da solo contro i tre centrali del Genoa, sua ex squadra, guadagnandosi alla fine gli applausi della Gradinata Nord
Balogh 5 Esordio in Serie A senza lasciare traccia per l'attaccante ungherese, ma certo non gli si poteva chiedere di togliere le castagne dal fuoco
Djurdjevic 4.5 Un fantasma, come Cristante. Ancora troppo acerbo per un campionato come quello italiano, puntare su Gilardino gioverebbe senza dubbio a questo Palermo
All. Schelotto 5 Quest'oggi in tribuna (al suo posto in panchina c'era il vice Viviani) ma la sensazione è che l'ex tecnico del Lanus avrà il suo bel daffare per ricomporre attorno a sè gioco e spogliatoio