Serie A: Catania-Inter, le pagelle

Pubblicato il 3 marzo 2013 alle 18:15:08
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Catania-Inter: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Catania-Inter, terminata 2-3.

CATANIA
Andujar 5.5 Passa un primo tempo di totale tranquillità. Nella ripresa gli tocca fare gli straordinari, ma le sue parate non bastano a salvare la sua squadra da una sconfitta incredibile.
Rolin 6 Blocca le avanzate di Rocchi e Alvarez lasciando pochi spazi in area. Nella ripresa cala come tutta la squadra.
Marchese 6.5 Ottimo il suo primo tempo coronato anche dalla rete del provvisorio 2-0. Cala nella ripresa
Spolli 6.5 Neutralizza tutti i tentativi d'attacco del malcapitato Rocchi. Contro Palacio però la storia cambia.
Alvarez 6.5 Lo scontro con l'omonimo di maglia nerazzurra lo vince nettamente. Quando è Schelotto a muoversi sulla sua fascia ha qualche problema in più.
Lodi 6.5 Solita qualità in mezzo al campo. Nel primo tempo fa la differenza, servendo anche un assist per il gol del 2-0 di Marchese.
Castro 6 Si propone al tiro soprattutto con giocate da fuori area. Poco preciso
Biagianti 6 Bravo a intercettare le incursioni dei mediani nerazzurri. Al 77' lascia spazio ad Almiron.
Izco 6 Prestazione senza infamia e senza lode. Da una mano a Lodi in interdizione.
Almiron s.v. Gioca l'ultimo quarto d'ora.
Gomez 6 Fa molto movimento ma non incide sotto porta.
Cani s.v. Subentra a Bergessio all'84'.
Bergessio 6.5 Uno dei migliori tra i suoi, e non solo per il gol del vantaggio. Pesa però come un macigno il gol del possibile 3-0 fallito a inizio ripresa.
All.: Maran 6 Catania meno brillante rispetto alle ultime prove. E dire che la partita si era messa decisamente bene. Poteva forse azzardare qualche cambio a inizio ripresa quando l'ingresso di Palacio aveva scardinato tutti gli equilibri in campo.

INTER
Handanovic 6 Un po' incerto in occasione delle reti del Catania. Si riscatta in avvio ripresa con un miracolo su Bergessio che poteva affossare definitivamente i sogni di rimonta nerazzurri.
Chivu 6 Nella giornata in cui Juan Jesus non brilla, è bravo a sopperire agli errori del compagno.
Juan 5 Fin troppo lezioso, paga pegno al 7' quando si fa fregare senza troppa fatica da Bergessio che va poi a siglare il gol del 1-0.
Alvaro Pereira 6.5 Primo tempo da dimenticare. Nella ripresa si impossessa della fascia servendo diversi cross per le punte tra cui l'assist per la seconda rete di Palacio.
Stankovic 6.5 Non fa nulla di trascendentale, ma rispetto a Kuzmanovic è più di una spanna sopra.
Cambiasso 7 Gioca l'ultimo quarto d'ora. Giusto il tempo per andare vicinissimo al gol e trovare l'assist vincente per il gol vittoria di Palacio.
Guarin 6 Con personalità tenta anche le giocate più improbabili per dare uno scossone alla squadra nel momento peggiore. L'ingresso di Stankovic gli lascia più libertà sulla trequarti. Condizionato nella ripresa da un infortunio che lo costringe a uscire nell'ultimo quarto d'ora.
Zanetti 6 Parte in sordina, cresce nella ripresa come tutta la squadra.
Schelotto 6.5 Uno dei migliori, soprattutto nel primo tempo quando era l'unico a portar palla sulla fascia e a lottare su ogni singolo pallone.
Alvarez 6 Il gol lo salva da una prestazione incolore. Bravo a farsi trovare al posto giusto al momento giusto.
Gargano 5.5 Non riesce a mantenere il possesso della palla, soprattutto nel primo tempo. E poi, troppi errori in fase di impostazione.
Kuzmanovic 5 Sovrastato dai mediani avversari, non riesce mai a impostare l'azione. Rilevato nella ripresa da Stankovic.
Palacio 8 Cosa gli si può chiedere di più. Entra sullo 0-2 e trasforma una domenica disastrosa in una domestica in stile Pazza inter dei vecchi tempi. Due gol e un assist, what else?
Rocchi 5 Finalmente ha avuto l'opportunità di giocare una partita dal primo minuto. Ha confermato il timore di tutti gli interisti, ovvero, non può essere considerato un vice Milito. Deludente, ma ha dalla sua la pochezza del gioco dell'Inter. E' difficile fare qualcosa se non ti arrivano mai palloni giocabili. Nella ripresa lascia spazio a Palacio.
All.: Stramaccioni 6.5 Deve doverosi ringraziamenti a "San" Rodrigo Palacio, perché senza questo straordinario giocatore chissà se la sua panchina sarebbe ancora così salda. Primo tempo disastroso, in cui la pochezza del gioco dell'Inter è stata sotto gli occhi di tutti. Poi ha il merito di azzeccare tutti i cambi e di portare a casa una vittoria alla fine meritata in un campo in cui son caduti quasi tutti.