Serie A: Carpi-Milan 0-0, gli highlights. Video

Pubblicato il 6 dicembre 2015 alle 23:36:51
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Termina a reti bianche la sfida del Braglia tra Carpi e Milan. La squadra di Castori strappa un punto ai rossoneri con una gara di grande aggressività e di estremo coraggio. Il Milan soffre nei primi venti minuti, poi cresce, ma resta molto deludente l'andamento in trasferta della squadra di Mihajlovic, che lontano da San Siro ha vinto appena due volte. Pessime prestazioni di Bacca e Cerci, mentre Belec salva gli emiliani nel concitato finale sventando un bel colpo di testa di Kucka. Con questo pareggio il Carpi raggiunge quota 10 punti in classifica, a -5 dal Palermo quartultimo, mentre il Milan fallisce l'ennesima possibilità di accorciare sulle zone alte. I rossoneri vanno a 24 punti, in compagnia dell'Atalanta e a -7 dal terzo posto.  

Al Braglia bel Carpi in avvio. La squadra di Castori ci mette tanta aggressività e anche buone trame nei primi 25'. Non stupisce quindi che la prima occasione sia di marca emiliana: all'11' Borriello cerca il più classico dei gol dell'ex ma il suo mancino di prima intenzione termina di poco a lato. Al 13' è invece Donnarumma a superarsi su un missile da fuori di Lollo. Dopo la sfuriata iniziale, però, la squadra di Castori cala vistosamente. La difesa emiliana inizia a soffrire le accelerazioni di Bacca e soprattutto Niang. Il francese va vicino al gol con una bomba da fuori al 36'. Pessima prestazione, invece, nelle fila rossonere di Cerci, che getta al vento controllando male due contropiede potenzialmente letali. Nel finale di prima frazione, il direttore di gara Irrati sorvola su un intervento dubbio di Alex e Donnarumma in chiusura disperata su Lasagna lanciato a rete.

Il Milan, dopo aver chiuso comunque in crescendo i primi 45' di gioco, prova mettere all'angolo il Carpi anche nella ripresa. Col passare dei minuti gli emiliani non riescono a sfruttare il lavoro super di Borriello e Lasagna e i rossoneri giocoforza iniziano a chiudere i ragazzi di Castori nella loro metà campo. La pressione milanista, però, frutta solo una serie infinita di calci d'angolo. Gli emiliani faticano a chiudere sulle sfuriate di Niang - a tratti devastante - ma nessuno degli attaccanti di Mihajlovic ha la cattiveria giusta per castigare un Carpi in evidente debito di ossigeno. Al 83', ecco la migliore occasione ospite: ennesimo calcio d'angolo di Bonaventura, Kucka salta più alto di tutti e colpisce a botta sicura, ma Belec con un balzo felino respinge la conclusione dello slovacco. Da lì il Milan stringe d'assedio l'area emiliana: i rossoneri protestano per un paio di trattenute da codice rosso sul neoentrato Luiz Adriano ma Irrati non se la sente di decretare la massima punizione ai danni di un Carpi comunque volitivo. Termina così a reti inviolate e con tanti rimpianti per un Milan che non si impone in trasferta dalla vittoria di più di un mese fa contro la Lazio di Pioli.    

Nella prossima giornata il Carpi cercherà di ripetere gli ultimi risultati positivi ad Empoli, mentre il Milan ospiterà il Verona ultimo della classe.