Serie A: Bologna-Fiorentina, le pagelle

Pubblicato il 27 febbraio 2013 alle 08:15:55
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Bologna-Fiorentina: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Bologna-Fiorentina, terminata 2-1

BOLOGNA
Curci 6 Non ha colpe sulla rete di Ljajic e non viene chiamato a grandi parate. Sull'ordinaria amministrazione è sempre sicuro.
Morleo 6.5 Parte in sordina schiacciato da Cuadrado, nella ripresa prende coraggio e inizia a spingere con continuità: guadagna il fallo da cui scaturisce il pari di Motta.
Garics 6 Sostituisce l'autore del gol ed entra subito in partita. Bene in chiusura e qualche buona ripartenza.
Motta 6.5 Ljajic gioca dalla sua parte e si accentra, lui fatica a trovare le contromisure. Poi però trova un gol pesantissimo, e tutto il resto passa in secondo piano.
Antonsson 5.5 Nel primo tempo soffre il movimento di Jovetic, che lo porta spesso fuori posizione: apre troppi spifferi.
Cherubin 6 Spesso costretto a mettere una pezza dove sbaglia il compagno di reparto: si dimostra più attento e prova inoltre qualche sortita in avanti.
Diamanti 6.5 Si batte come un leone su tutti i palloni, sforna cross a ripetizione, compreso quello del gol di Motta. Poco pericoloso al tiro.
Perez 5.5 Tanto agonismo e poca qualità: dai suoi piedi devono partire più azioni, lui fatica a dettare i tempi.
Krhin 6 Ordinato, ma niente di più: i due mediani nel modulo di Pioli sono importanti, lui e Perez devono dare un apporto maggiore.
Taider 6 Entra al posto di Perez ad inizio ripresa e mette muscoli e qualità al servizio del Bologna: va vicino anche al gol con un tiro dal limite.
Gilardino 5.5 E' il neo della serata rossoblù: Gabbiadini e Diamanti gli mettono svariati cross interessanti, lui arriva sempre in ritardo. Non è da lui.
Christodoulopoulos 7 Esordio in serie A, venti minuti a disposizione e un grande gol al volo che decide la partita: Pioli non poteva chiedere di più.
Gabbiadini 6.5 Pronti via colpisce un palo da fuori: poi tante buone iniziative anche quando il resto della squadra non gira. Va spegnendosi.
Kone 6 Tanta tanta volontà, ma troppa confusione. Vince molti rimpalli, ma nel momento cruciale sbaglia spesso la giocata.
Pioli 6.5 Nel primo tempo i suoi uomini soffrono i toscani: lui è bravo ad apportare i giusti accorgimenti per ribaltare il match, compreso l'innesto dell'attaccante greco.

FIORENTINA
Viviano 5.5 Pochi interventi nella prima frazione, poi i due gol sui quali non ha grosse responsabilità. Pecca comunque di reattività.
Cuadrado 6 E' vero, sbaglia un gol clamoroso al 5', ma poi spinge con continuità: dribbling e accelerazioni, è la vera spina nel fianco della difesa rossoblù.
Rodriguez 5.5 Nel primo tempo bene, nel secondo cala e va in confusione come tutta la squadra: impreciso nelle ripartenze.
Pasqual 6 Copre le spalle a Ljajic e spesso prende il suo posto quando il serbo si accentra: si spegne col passare dei minuti.
Tomovic 5.5 Non spinge - anche perché di fronte a sé ha Cuadrado -, meglio in fase di copertura: nel complesso troppo poco.
Savic 5.5 Non combina svarioni, ma ogni volta che il Bologna sale la retroguardia viola è in perenne difficoltà: ci scappa sempre l'occasione.
Ljajic 6.5 Appare il più in forma tra i viola: vuole il pallone, tenta dribbling e tiri, va in rete, serve assist dalla fascia. Senza dubbio il migliore dei suoi.
Aquilani 6 Nei primi 45 minuti i palloni pericolosi viola passano tutti dai suoi piedi, compreso il gol di cui confeziona l'assist. Nel finale s'innervosisce.
Migliaccio 5.5 La grinta non basta: sostituire Pizarro non è facile, specialmente in termini di qualità dei palloni toccati.
Borja Valero 5.5 Spesso confuso con Migliaccio, e questo non è una nota a suo favore. Da lui Montella si aspettava qualcosa di più: poco determinante.
Sissoko s.v. Entra in campo nel finale, giusto in tempo per vedere Viviano capitolare per la seconda volta.
Toni 5.5 Gioca solo 5 minuti, ma sulla coscienza ha un gol praticamente fatto che sbaglia di testa a pochi metri dalla porta.
Larrondo s.v. Per lui l'ultimo scampolo di partita: ingiudicabile.
Jovetic 5 Esce dal gioco per ampi tratti di gara: fa vedere le sue qualità, ma poi si nasconde e non le sfrutta. Jo-jo deve necessariamente incidere di più.
Montella 5.5 I suoi uomini partono bene ma poi si smarriscono e lui è incapace di rimetterli in carreggiata. Tardivi i cambi, perde il confronto con Pioli.