Roma: Mazzone “Giocatori stanno perdendo la testa”

Pubblicato il 9 marzo 2011 alle 12:40:28
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Sono mortificato e dispiaciuto per i comportamenti che hanno avuto i giocatori della Roma a Donetsk”. Con queste parole Carlo Mazzone condanna l'atteggiamento avuto dalla squadra di Montella nel ritorno degli ottavi di Champions, che doveva essere la partita della svolta, ma che si è chiusa con un secco 3-0 per gli ucraini.

La squadra vive un momento di nervosismo – prosegue l'ex tecnico – non si possono vedere gesti così clamorosi ed eclatanti. I giocatori stanno perdendo la testa”. Oltre alla gomitata di De Rossi, il pensiero va subito al difensore francese Mexes, espulso: “E' il suo limite, a volte non riesce a rispettare le regole”, e alla diatriba per battere il calcio di rigore tra Borriello e Pizarro: “E' l'allenatore che sceglie chi tira, e le gerarchie devono essere chiare”.

Poi Mazzone si esprime sul derby di domenica: “E' la Roma a giocarsi tantissimo, dato che una sconfitta comprometterebbe la qualificazione in Champions League. I giallorossi sono più forti, ma la Lazio è più tranquilla: certo è che se i giocatori entreranno in campo con la stessa testa di Donetsk allora è meglio non giocare”.