Palermo, Lo Monaco: "Mercato? Speriamo serva"

Pubblicato il 1 febbraio 2013 alle 16:56:23
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Il primo mercato da amministratore delegato del Palermo di Pietro Lo Monaco è stato scoppiettante. I dubbi dei tifosi siciliani sui giocatori acquistati sono tanti, ma quantomeno è stata cancellata l'immobilità della sessione estiva. E' lo stesso dirigente, nel corso della presentazione di Fabbrini e Faurlin, a parlare della situazione: "'Il Palermo ha fatto la sua parte, in tutto 23 operazioni, lasciando inalterato il gruppo che ha giocato in queste partite. L'augurio è di vedere un'inversione nei risultati per rimanere in Serie A e rilanciarci".

Lo Monaco analizza in questo modo la campagna acquisti: "I giocatori presi non sono di passaggio, possono recitare un ruolo importante - le sue parole -. Lavoriamo per farli ambientare al più presto, è importante che ci sia consapevolezza del momento difficile. Gli argentini che abbiamo preso, tranne Sperduti, vengono dall'Europa e si conoscono bene: questo può aiutarci a trovare l'amalgama".

Uno degli appunti mossi a Lo Monaco è quello di non essere riuscito a portare a Palermo una prima punta che conoscesse a memoria il nostro campionato. "Prendere una punta in Italia - la sua risposta - era complicato. Acquafresca era reduce da infortuni, Amauri il Parma non lo cedeva e il Genoa ha voluto tenere Immobile. Boselli è uno che ha fatto bene in Libertadores e Argentina, campionati difficili, e poi pensiamo anche a quello che abbiamo. Dybala non potevamo chiuderlo a chiave, Miccoli è un patrimonio di tutti noi".