Milan, Mihajlovic: "Perdere col Crotone sarebbe una catastrofe"

Pubblicato il 30 novembre 2015 alle 15:29:56
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

"Siamo il Milan e dobbiamo vincere, se si perde è una catastrofe anche perché la Coppa Italia è un nostro obiettivo visto che non giochiamo in Europa". Sinisa Mihajlovic presenta così la sfida di Tim Cup di martedì contro il Crotone. Il Milan torna dunque in campo a San Siro dopo la bella e convincente vittoria sulla Sampdoria che ha soddisfatto anche il tifoso più critico, il presidente Silvio Berlusconi: "L'ho sentito ieri e ci ha fatto i complimenti - assicura il tecnico serbo -. Si merita tutte le soddisfazioni possibili perchè nessuno più di lui è attaccato al Milan. Non sempre la pensiamo allo stesso modo, ma io sono l'allenatore e mi prendo le responsabilità delle mie scelte".

Contro la formazione allenata da Juric, seconda in Serie B, Mihajlovic non vuole cali di tensione: "Vorrei rivedere lo stesso atteggiamento visto con la Samp perché l'avversario è da rispettare e ripropone un gioco simile a quello di Montella. Schiererò una formazione competitiva e di tutto rispetto. Sono giocatori da Milan e devono dimostrarlo. Ci sarà qualche cambio, è importante che chi giochi mi faccia capire che si merita questa maglia".

Non poteva ovviamente mancare una considerazione su Niang, giocatore molto stimato da Mihajlovic e grande protagonista del match con la Sampdoria: "Può giocare in tutti i ruoli dell'attacco e può fare tutte e due le fasi. In avanti - chiarisce Mihajlovic - non esistono titolari fissi. Bacca non lo è per forza, Luiz Adriano ha fatto bene quando è entrato e poi torneranno Menez e, tra una o due settimane, Balotelli".