Milan-Inter: derby di mercato per Icardi

Pubblicato il 28 gennaio 2013 alle 17:44:45
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Una rete nel derby col Genoa, la doppietta che ha steso la Juventus a Torino e il poker in casa col Pescara, hanno portato alla ribalta il nome di Mauro Icardi, attaccante argentino della Sampdoria classe 1993. Il bomber blucerchiato, dopo 2 stagioni nella 'mitica' cantera del Barcellona, lasciò il settore giovanile blaugrana per una nuova esperienza. Ad approfittarne fu proprio il club all'ombra della Lanterna che lo strappò alla concorrenza dei grandi club europei. Alla Samp, però, Icardi ha un ingaggio irrisorio per le qualità mostrate in campo (60 mila euro l'anno fino al 2015) e potrebbe lasciare Genova al termine della stagione.

A giugno potrebbe scatenarsi un vero e proprio derby di mercato per l'attaccante tra l'Inter e il Milan. L'argentino, infatti, ha le caratteristiche adatte e l'età giusta per diventare un vero e proprio punto fisso del reparto offensivo delle milanesi. I nerazzurri hanno già provato ad offrire Silvestre alla Samp per portare Icardi alla corte di Stramaccioni, ma la Sampdoria ha detto no. I rossoneri, attivi principalmente sul fronte Balotelli, potrebbero irrompere prepotentemente sull'argentino nel caso di una chiusura dal parte del City. Con El Shaarawy e Niang potrebbe completare al meglio un tridente d'attacco dal grande futuro.

Nel frattempo la Sampdoria, attraverso le parole di Carlo Osti, ds blucerchiato, blocca virtualmente qualsiasi trattativa sul giocatore: "Icardi è un giovane bravo - spiega a Radio Sportiva -, ha grandi potenzialità e ci auguriamo che possa crescere ulteriormente. Siamo consapevoli che possa avere un futuro prestigioso davanti e ce lo teniamo stretto. L'importante è centrare la salvezza il prima possibile. Noi siamo molto tranquilli, il ragazzo è seguito da molti club, ma ha un contratto con noi sino al 2015 e ci auguriamo che possa rimanere alla Samp. Noi non abbiamo avuto richieste da parte di nessuno, tutti sanno che Icardi a gennaio non si muove da qui".