Milan, Honda attacca: "Qui esoneri e campioni finiti"

Pubblicato il 5 gennaio 2016 alle 11:11:54
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Non è la prima volta che Keisuke Honda si sente in dovere di criticare la politica societaria del Milan, ma stavolta le dichiarazioni del giapponese rischiano davvero di sollevare un polverone. Intervistato dal portale giapponese Kyodo News, il numero 10 rossonero ha analizzato i tanti problemi del Diavolo negli ultimi anni: "Quando sono arrivato sono iniziati gli esoneri - le sue parole -, il periodo nero dura ormai da due anni e mezzo. Chi è stato acquistato negli ultimi tre anni? Grandi calciatori, ma a fine carriera. Non basta".
 
Considerazioni che molti dei tifosi rossoneri condividono appieno, stupisce più che altro che a farle sia un tesserato: "Il Milan ha una storia prestigiosa e il potenziale per rialzarsi - prosegue Honda -, ma non è più un club che possa pensare di acquistare un calciatore per risolvere le cose. Negli ultimi anni sono arrivati Kakà, Robinho, Balotelli, Fernando Torres, Essien: non basta. Il momento era difficile già al mio arrivo, sapevo a cosa andavo incontro. Mi volle Allegri, ma venne subito cacciato. Poi gli esoneri sono proseguiti...".