Mexes andrà al Milan? Gilardino è adatto per la Juve?

Pubblicato il 22 febbraio 2011 alle 14:39:46
Categoria: Calciomercato
Autore: Redazione Datasport.it

Aldo Statella: Caro Alfredo, avendo appena finito di vedere il primo tempo di Lecce-Juventus, non credi che De Canio sia un po' troppo sottovalutato, lo reputo personalmente uno dei migliori allenatori italiani in circolazione, e non sarebbe giusto che anche a lui capitasse la grande occasione? Con tutto il rispetto per la società del Lecce.
De Canio è un grande allenatore e un uomo di spessore. Merita tutto il bene possibile. E se salva il Lecce gli devono fare una statua.

Enrico Procacci: Mi spieghi perché noi tifosi proteggiamo l'operato del padre di De Rossi da 40 anni (pensionato) alla guida della Primavera, e oggi promoviamo ad allenare la prima squadra Montella/Stramaccioni delle categorie Allievi?
In casa Roma, purtroppo, succedono molte cose strane. Avrei almeno cinque-sei quesiti da porre.

Fernando Nicoli: Ciao Alfredo! Dopo Lecce-Juve, vinta strameritatamente dal Lecce e non per demeriti della Juve, pensi che la formazione salentina abbia la possibilità di salvarsi con due tre giornate di anticipo? Basterebbero altri 13 punti o la quota salvezza è ancora più alta? Grazie Alfredo. PS: la tua Reggina sta facendo un buon campionato ma per i play-off sarà dura! A presto!
Non so se il Lecce si salverà con due o tre giornate di anticipo. So soltanto che se il Lecce si salvasse sarebbe un capolavoro di De Canio.

Alessandro Camoni: La giornata di serie B ha detto che è un campionato pazzo, che ogni sabato regala una miriade di sorprese. Consentimi innanzitutto di fare i complimenti all'Ascoli che, nonostante una situazione societaria grottesca, più la penalizzano e più vince. Torna in corsa il Vicenza dopo il blitz di Cittadella, che viene risucchiato nel le sabbie mobili, così come il Crotone e il Modena (se ti ricordi 15 giorni fa lo avevo scritto). Harakiri del Siena (per colpa loro ho perso due scommesse con potenziali 150 euro). Vince il Torino ma scoppia un nuovo caso. Buon punto dell'Atalanta a Reggio. Come me la sono cavata Alfredo?
Sei abbondante il mio voto: lo accetti? Sei meno se penso che hai messo le storia delle tue scommesse: interessi personali. Sto scherzando, sia chiaro.

Emanuele Giacalone: Alfredo! Cosa pensi del ritorno di Massimo Morgia come secondo di Novellino a Livorno dopo i brutti episodi occorsi a Castellamare di Stabia anni fa, con il suo abbandono all'universo calcio che fece discutere? E' una persona che stimi? A me e alla mia città (Marsala) ha dato una promozione in C1. E' encomiabile!
Morgia ha fatto molto bene in Prima Divisione, l’ex serie C, ma si è smarrito troppo presto.

Santi Tumminello: Alfredo a quanto me lo dai Gasperini a Palermo e Rossi alla Juve il prossimo anno?
Ma sei davvero convinto? Non sono un bookmaker, ti lascio le tue convinzioni.

Giuseppe Domenico Zito: Che ne pensate della situazione di Pato? Va via o non va via? Grazie.
Se andasse via, sarebbe uno dei più clamorosi errori del Milan della gestione Berlusconi. Ne ho parlato tantissime volte, credo che il mio concetto sia chiaro.

Vincenzo Di Maso: Carissimo Alfredo, con questo non voglio giustificare Ringhio Gattuso, ma hai visto l'atteggiamento anche degli inglesi? Tra poco si celebra l'unità d'Italia, ma sembra un discorso surreale. Siamo stati chiamati "mafiosi" da persone che non si comportano certo da santarellini e cosa facciamo? Gli diamo man forte? Non sono un tifoso del Milan, ma ferma restando la stigmatizzazione del comportamento di Gattuso, credo che gli italiani non possano accettare certe offese, specialmente da chi proprio non potrebbe parlare. Purtroppo da noi l'erba del vicino è sempre più verde! Che ne dici? Un caro abbraccio.
Io la penso così: le provocazioni fanno male, è difficile resistere, ma reagire in quel modo è davvero qualcosa di inaudito. Gattuso ha sbagliato, ha chiesto scusa, ha beccato cinque giornate. Io la chiuderei qui.

Stefano Pappalardo: Ciao Alfredo, non credi che Lo Monaco (Catania) sbagli quando si lamenta della poca affluenza allo stadio? Tralasciando la crisi economica, la tessera e un po’ di assuefazione (oramai è la quinta stagione consecutiva di A), i prezzi di abbonamento e biglietti sono molto alti soprattutto perché il Cibali (permettimi di chiamarlo ancora cosi) è certamente vetusto e scomodo. Anche i giocatori dicono che manca un po' il pubblico, ma lo sanno che la curva a volte costa 40 euro? E che non percepiamo i loro lauti stipendi? Grazie.
Quaranta euro una curva, ma davvero? E’ una cifra eccessiva. Lo Monaco si lamenta perché sa che i tifosi per il Catania sono uno zoccolo duro e danno un sostegno incredibile. E’ chiaro che quei prezzi non sono per tutti accessibili.

Antonio Lo Vuolo: Salve Alfredo. Nel complimentarmi con Lei per le esaurienti risposte e capacità, vorrei chiederLe: ma sugli oriundi in Nazionale cosa ne pensa? Favorevole o contrario? Mio zio (emigrato) dice che ormai è nella natura delle cose. Le nazionali di qui in avanti saranno sempre più "multietniche". grazie del Suo tempo e ancora complimenti.
Sì, è nella natura delle cose, ma è un argomento che mi lascia abbastanza insensibile e freddo. Nel senso che se non convocassero gli oriundi non mi strapperei i capelli e non monterei un caso. Partendo soprattutto dal presupposto del polverone che si è alzato su Amauri, tra l’altro poi ignorato.

Enrico Silva: Ciao Alfredo, vorrei sapere se esiste qualcosa di vero nella trattativa Maxi Lopez-Napoli, grazie.
Per il momento nulla di vero.

Giulio Fagone: Alfredo finalmente è arrivato il transfert di Bergessio! Che ne pensi?
All’esordio mi ha deluso. Si capisce che ha discrete qualità, ma deve dare e fare di più.

Giandaniele Carbone: Ciao Alfredo e complimenti, vorrei fare una domanda: che fine ha fatto Fernando Uribe giocatore del Chievo? Perché non trova spazio neanche in panchina? Ho saputo che non giocava da dicembre ma non essere neanche in panchina mi esagerato, cosa ne pensa? La ringrazio per una sua risposta.
Quando un nuovo straniero arriva a gennaio è inevitabile pensare a una fase di apprendistato. Il Chievo, poi, sotto questo punto di vista è molto attento a tutti i dettagli. Una cosa è sicura: a livello di assortimento offensivo Pioli non si può lamentare. Bastano e avanzano quelli che ha.

Sebastiano La Rosa: Buongiorno Alfredo, due domande sulla Juve. L'interesse per Bastos è in funzione del ruolo di terzino sinistro o ala di centrocampo? Mi sembra un po' azzardato puntare su di lui come difensore, forse è più adatto al centrocampo (alla Vargas o Bale, per intenderci). Pensi che alla Juve a giugno serva di più una prima punta o una seconda punta-fantasista? Io propendo per la seconda scelta, con Pastore in pole position.
Bastos farebbe l’esterno, in fondo è un esterno di centrocampo, una scheggia da ultimi quaranta-cinquanta metri. Pastore non è un’operazione semplice, ma la Juve cerca una pedina con quelle caratteristiche.

Giuseppe La Piana: Ciao Alfredo, vorrei conoscere la tua opinione sulla direzione di gara del sig. Gava che ha messo in atto in Napoli-Catania (ti invito a rivedere il primo tempo).
Gava non è un arbitro tra i primi dieci miei preferiti. Ammesso (e non concesso) che ce ne siano dieci. E’ come se ti avessi risposto.

Piero: Ciao Alfredo sono un tuo ammiratore tifoso del Toro deluso. Credo che Lerda debba andare a casa dopo il caso Bianchi. Che ne pensi di Zenga come allenatore? Ciao.
Lerda ha completamente deluso, adesso è chiaro: all’interno dello spogliatoio non è amato. Zenga ha pregi e difetti, come tutti. Se ti riferisci a un eventuale accostamento al Torino e vuoi sapere la mia, ti rispondo così: Zenga in B non lo prenderei, non conosce il campionato.

Alfio Raciti: Ciao Alfredo! anzitutto complimenti per la tua competenza e passione, parli sempre con conoscenza, professionalità e umiltà: tanti dovrebbero prenderti come esempio! Spero che Sportitalia risolva presto i problemi di copertura così da porterti riseguire dal vivo. Andiamo alle domande. Milan: ma Marchetti lo prendono o no? Secondo me diventerà un portiere eccezionale. Perché al Milan c'è questa "tradizione" di portieri di secondo piano? Ora è uscita la voce di Bravo, mah! Secondo te a giugno un terzino sinistro alla Srna o alla Gonzalo Castro non sarebbe necessario? Così come un altro centrale difensivo: Yepes non durerà un'altra stagione e forse nemmeno Nesta (Bonera non è assolutamente da serie A secondo me). Juve: Credi che andare alla Juve sia una buona idea per Gilardino? Ha già ampiamente dimostrato di non essere in grado di reggere la pressione (vedi Milan e Nazionale), ora andare alla Juve, che già è una maglia "pesante", e all'inizio di una stagione (questa ormai mi sa di chiusa) in cui si pretende il ritorno ai fasti di una volta... Grazie mille e buon lavoro!
Marchetti è assolutamente nel mirino del Milan. Prenderanno uno specialista di fascia sinistra. Beh, se arrivasse Mexes non sarebbe male, che dici? Gilardino è più maturo rispetto all’esperienza fatta con il Milan, credo che stavolta non fallirebbe.

Marco: Mexes è del milan? E’ possibile il ritorno di Kakà? Può arrivare veramente Sergio Ramos? Grazie.
Mexes ha un accordo con il Milan, soltanto un rilancio dei nuovi proprietari della Roma può cambiare le carte in tavola. Ma non è detto che ci sia un rilancio. E non è detto che Mexes accetti. Il ritorno di Kakà? Non sarebbe una bella mossa. Sergio Ramos piace a tutti, al Milan da sempre.

Doriano Campano: Carissimo Pedullà, questa Samp oramai senza mordente e personalità si trascina stancamente fino a fine campionato. Come lei ha detto è colpa delle scelte di Garrone che prosegue senza un direttore generale, che non cambia l'allenatore (Di Carlo è una brava persona, ma non un allenatore all'altezza della Sampdoria), che cede insieme i pezzi pregiati (dopo aver detto che la squadra non sarebbe stata smantellata). Ora Garrone parla di un piano triennale per risollevare la Samp. Ma possiamo noi tifosi fidarci delle parole di un presidente che più volte ha smentito le attese? Mi ricordo quando Garrone l'anno passato disse che avrebbe fatto invstimenti importanti se fossimo qualificati ai preliminari di Champions. Il quarto posto fu ottenuto ma arrivò solo Curci per sostituire Storari. A Gennaio disse che la politica della Samp non è quella di depauperare il valore della squadra e cede nella stessa sessione Cassano e Pazzini (non 2 giocatori qualunque) e Tosi si dichiara con tento di questa sessione di mercato. Possiamo fidarci di questa dirigenza. Non voglio rimborsi per l'abbonamento o per la Pay-TV. Io seguirò sempre la Samp, ma comunque voglio vederla per i traguardi ad essa consoni, non la salvezza o l'incubo Serie B! La ringrazio per lo spazio e la pazienza. Un caloroso saluto al più competente giornalista italiano di calcio, devo farle i complimenti per i suoi editoriali, sono meravigliosi da leggere!
Grazie per i complimenti e per le belle parole. Grazie davvero. Condivido moltissime cose, soprattutto sono perplesso quando Garrone parla di un progetto triennale. I progetti possono essere anche di sei anni, ma bisogna vedere come e quali sono i contenuti. Io aspetterei. Ripeto: la Sampdoria negli ultimi mesi è stata disarmante.

Marco Bruttapasta: Caro Alfredo, sono un grande estimatore di Ignazio Abate. Lo ricordo nel primo Napoli dell'era De Laurentiis. Vorrei sapere la sua situazione contrattuale, scadenza e ingaggio e se il napoli ha mai fatto dei sondaggi per un post Maggio.
Scadenza 2014, Abate piace moltissimo ad Allegri e lo sta impiegando con una certa continuità. Traduzione: a meno di clamorose sorprese, non si muoverà dal Milan.

Rossano: Ciao Alfredo, siamo alle solite, il calcio in Italia oramai è alla deriva, le squadre medio piccole quando incontrano le grandi giocano con un uomo in meno, le grandi squadre quando subiscono un torto arbitrale (questo succede raramente) si lamentano per giorni (vedi Galliani e Marotta) e i giornali rinforzano la tesi del complotto (vergogna), ma chi difende le piccole squadre che di torti ne subiscono tutte le partite? Altro argomento le convocazioni in Nazionale: le decide Prandelli oppure gli sponsor o i giornali (i soliti soldi)? Siamo sinceri, i migliori italiani giocano nelle squadre medio piccole (Palermo, Cagliari, etc.) ma si preferisce convocare oriundi o panchinari delle grandi squadre, incomprensibile. Grazie e scusa per lo sfogo.
Io, quando posso, difendo le piccole squadre. Ma spesso mi trovo da solo. Ho lavorato 18 anni in un quotidiano molto importante, conosco la psicologia di questi argomenti e orami non mi meraviglio. Le convocazioni sono di Prandelli, sarebbe grave il contrario, ma hai ragione sul fatto che spesso venga dimenticato qualcuno che dimostra di meritare pur non giocando nei club di primissima fascia. Però, sono sincero: preferisco nettamente le convocazioni di Prandelli rispetto a quelle – spesso indecifrabili – di Lippi.