Lazio: Reja \"Con Roma sarà derby da Champions\"

Pubblicato il 7 marzo 2011 alle 07:56:09
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

"Un po' di fatica l'abbiamo fatta, anche se ci siamo difesi bene. Pensavo si potesse sciorinare qualche giocata in più nella ripresa, ma invece abbiamo prevalentemente difeso, siamo rimasti un po' sulle nostre, amministrando la gara, pensando anche che avevamo qualche diffidato, ma il Palermo non ha creato occasioni, ci siamo difesi bene”. Così Edi Reja ai microfoni di Sky Sport e poi alla “Domenica Sportiva”, su Raidue, commenta il 2-0 con cui la Lazio ha battuto il Palermo all'Olimpico. Una vittoria che permette ai biancocelesti di preparare nel clima ideale il derby della prossima giornata. “Lichtsteiner era diffidato e inoltre non stava bene - spiega il tecnico della Lazio -, aveva qualche problema, se lo porta già da un mese, non mi sono sentito di rischiarlo, anche in proiezione derby”.

E a proposito di derby, l'allenatore parla degli avversari: “La Roma ha mezzi importanti, qualità tecniche, giocatori di esperienza e di spessore. Noi dobbiamo mettere il cuore, come abbiamo fatto sempre in questo campionato. Siamo leggermente avanti alla Roma, speriamo di continuare, Roma e Udinese sono le nostre avversarie dirette per il piazzamento Champions. Quando la Roma gioca ad alti livelli diventa difficile batterla. Ma io devo guardare in casa della Lazio. Ho perso un paio di derby in cui meritavamo miglior sorte, spero che stavolta tocchi a noi vincere”.

Reja riceve molti complimenti per il suo rendimento, ma spiega che “vanno girati allo staff e soprattutto alla squadra, che risponde giornalmente sul campo. La soddisfazione che ho è che nello spogliatoio c'è considerazione, si lavora in grande armonia e questo è molto importante”.

Infine, il tecnico biancoceleste spiega l'uscita dal campo di Sculli: “Sono entrato nell'intervallo nello spogliatoio, ho visto che era rosso come un gambero, aveva anche gli occhi rossi. Ha fatto un'iniezione, dopo 5 minuti del secondo tempo l'ho visto a terra. Ora vanno fatti gli esami del sangue per capire a cosa è dovuta la reazione allergica. Mi hanno che è dovuta alla vernice del campo, ma adesso va verificato. Se ci sono queste reazioni allergiche, è il caso di evitare di usare queste sostanze, che non aiutano il rimbalo del pallone, ma servono solo all'immagine".

Reja si complimenta con Zarate, che “si è sacrificato molto, ha dato una mano in fase difensiva, anche grazie a lui la squadra ha sofferto poco, ma speravo desse qualcosa in più dalla metà campo in avanti”.