Juventus, Marotta: "Conte? Rimarrà con noi"

Pubblicato il 18 marzo 2013 alle 10:11:07
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Beppe Marotta, direttore generale della Juventus, frena le voci sulla possibile partenza del tecnico bianconero Antonio Conte, apparso nervoso al termine della sfida col Bologna per il clima col quale viene accolta la squadra nei vari stadi: "La sua è stata un'affermazione istintiva - spiega Marotta, intervenuto alla trasmissione Radio Anch'io sport su Rai Radio 1 -. Credo che sia un ottimo allenatore, mi auguro che possa rimanere più a lungo nella Juventus. E' in una grande società, spero possa vincere molto qui. Sono certo che resterà con noi".

Al termine dell'incontro il tecnico bianconero ha esultato in mezzo al campo, gesto che non è piaciuto al collega Pioli: "Sono piccoli eccessi di libertà da tollerare. Si è rivolto solo alla sua gente quando ha esultato dopo essere stato insultato a più riprese da alcuni tifosi seduti in tribuna - continua Marotta -. E' giusto lasciare questi piccoli eccessi. Il calcio è un generatore di forti emozioni. La situazione sta degenerando, ovunque andiamo siamo accolti da bastonate o pietre sul pullman".

Negli scorsi giorni, dopo le parole di apprezzamento rilasciate da Nedved, si è parlato molto di Ibrahimovic alla Juventus ma Marotta frena: "Nedved ha solo esternato una valutazione tecnica. Credo sia condivisibile anche da me. Cosa diversa è considerare Ibra un profilo da Juventus. Non sarà un giocatore bianconero". E su Icardi: "Quando si parla di giovani bisogna andare coi piedi di piombo avendo molta pazienza. La differenza la fa la continuità di prestazione. Prima di considerarlo un grande calciatore attenderei. E' sicuramente una promessa".

La Juventus, unica squadra rimasta in Champions League, affronterà il Bayern Monaco nella massima competizione europea: "Quando si parla di Champions si parla di un torneo. Spesso gli episodi e la fortuna sono rilevanti. Basta pensare all'anno scorso quando il Chelsea ha vinto pur essendo stato vicino all'eliminazione con il Napoli - conclude Marotta -. La speranza è che ci assista un pizzico di fortuna".