Inter: Leonardo \"Gol di Gattuso? Un segnale...\"

Pubblicato il 6 marzo 2011 alle 19:00:56
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

“Abbiamo recuperato punti in classifica e oggi siamo in piena lotta”. Leonardo, ai microfoni di Sky, non nasconde l'obiettivo dell'Inter. “Non c'è stata alcuna parola magica, la squadra sapeva già di aver fatto un primo tempo al di sotto delle nostre potenzialità in tutti i sensi - ha detto Leonardo riferendosi al primo tempo dei nerazzurri - Può capitare di essere lenti e non trovare spazi, magari senti fatica, non giochiamo da tanto di pomeriggio ed a volte entri in quel meccanismo lento come nel primo tempo dove è maturato il vantaggio del Genoa. Nella ripresa penso sia stato necessario tanto entusiasmo”.
   
“Stiamo entrando nel momento decisivo - ha aggiunto il tecnico nerazzurro - abbiamo recuperato punti in classifica ed oggi siamo in piena lotta.  Noi abbiamo abbiamo dovuto accelerare usando tutti i nostri mezzi in ogni momento. Alla ripresa c'è stato tanto entusiasmo con tanta 'spesa' fisica, è stato il primo gradino, poi abbiamo dovuto resistere, ma adesso c'è la crescita, stiamo arrivando al momento decisivo. Abbiamo recuperato i punti in classifica e ora siamo nella lotta”.

Tornando ai singoli, l'allenatore dell'Inter si sofferma su Eto'o, che “vive una stagione straordinaria, si sente responsabile e ha una grande continuità”, e su Nagatomo, oggi in gol: “E' arrivato con mille pregiudizi, ma a livello psicologico ha superato le aspettative nei suoi confronti”. Con 11 vittorie nelle sue prime 13 partite all'Inter, Leonardo raggiunge il record di Capello: “E' fuori luogo accostarmi a lui, è paradossale - spiega il tecnico -. Il record per me non ha importanza, è una questione di numeri, ma per me Capello è un maestro e un punto di riferimento, mi ha portato lui in Italia e mi ha insegnato tanto”.

Poi un commento alla vittoria di ieri del Milan, ai microfoni di Mediaset e “Stadio Sprint”: “Se Gattuso, che segna poco, fa un gol così importante, è un segnale... Ma vedo tutto aperto, questa è la cosa più importante. Il derby è sempre il derby, sarà sicuramente una partita spettacolare in tutti i sensi, ma mancano in tutto dieci gare alla fine del campionato, sono tante, dobbiamo pensare a un impegno alla volta”.

Il tecnico nerazzurro ha precisato inoltre un fraintendimento avvenuto ieri dopo la conferenza stampa della vigilia: “Quando ho scherzato sulla formazione non c'è stata nessuna allusione al mio passato nel Milan”. Ieri il tecnico brasiliano ha risposto con una battuta a chi, dopo la tradizionale conferenza stampa della vigilia, gli ha chiesto la formazione: “La fa il presidente...”, ha risposto Leonardo. A quanto pare non era un riferimento al suo passato rossonero.

“Il presidente era nella sala pranzo accanto alla sala stampa ed io scherzando, dovevo mangiare con lui, ho detto: 'Vado dal presidente e facciamo la formazione'. Ma è stato solo uno scherzo, una battuta”, ha concluso Leonardo.