Il nuovo Flamini, imprenditore nelle energie rinnovabili

Pubblicato il 19 dicembre 2015 alle 08:15:00
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

"I calciatori moderni sono orribilmente strapagati, ma almeno Mathieu Flamini investe i suoi milioni per cercare di salvare il mondo". Con questa motivazione la rivista britannica NME ha premiato l'ex centrocampista di Milan e Arsenal come "personaggio dell'anno 2015". In pochi sanno, infatti, che il francese è un imprenditore nel campo biochimico e da anni è in affari con l'amico Pasquale Granata nella GF Biochemicals, società che studia nuove fonti di energia rinnovabile alternative al petrolio.

Tutto è iniziato nel 2008, ma inizialmente soltanto i familiari più stretti sapevano dell'iniziativa di Flamini. Lui, cresciuto in Corsica a contatto con la natura, si è sempre dimostrato attento alle questioni ambientali e - nello specifico - alla lotta al riscaldamento globale. Già tanti milioni sono stati spesi, ma l'azienda ha ottenuto consistenti risultati specializzandosi nella produzione di acido levulinico, fondamentale per la creazione di un biocarburante a partire dagli scarti della cellulosa: quello che diventerebbe un sostituto vegetale della benzina.