Cuore Mutu: “Resto e porto Fiorentina in Europa”

Pubblicato il 9 marzo 2011 alle 21:03:16
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rimanere a Firenze e portare la Fiorentina in Europa, questi gli obiettivi di Adrian Mutu nelle ultime dieci giornate di campionato. ''Sul mio futuro deciderà la società ma vorrei restare, anche perché cosa c'è meglio di Firenze? Aspettiamo a dire che la Fiorentina ha fallito la stagione, ci sono trenta punti a disposizione e tutto può accadere. Io non ho mai lottato per la salvezza, come qualcuno ha detto in passato e parlare di salvezza per questa città mi sembra offensivo. Certo, se non andiamo in Europa allora potremo parlare di fallimento''.      

Dodici mesi lontano dai campi di gioco per la squalifica per doping, per le vicende personali e qualche infortunio non hanno intaccato il suo rapporto con i tifosi viola: ''Molto di quello che sono riuscito a fare a Firenze è per merito dei tifosi – aggiunge il numero 10 viola -. Ed è strano perché Firenze è critica. Guardate Cerci, è un ragazzo di talento eppure viene criticato moltissimo. Certo l'amore dei tifosi per me è incredibile, considerato quello che ho combinato. Mihajlovic prima del Catania ha fatto bene a dirmi certe cose. Quando sono criticato riesco a rispondere bene sul campo. E' riuscito a farmi tirare fuori il mio orgoglio''.

E se Mutu è ancora alla Fiorentina è merito dei Della Valle: ''Loro hanno fatto un grande lavoro a Firenze, non è facile portare una squadra dalla serie C alla serie A e poi alla Champions in così  poco tempo. Se fossi loro cosa farei a giugno con Mutu e Mihajlovic? Li confermerei entrambi. Il mister ha dimostrato di fare bene quando non deve fare conto con gli infortunati e quest'anno ce ne sono stati davvero tanti. E' stato molto sfortunato''.