Catania: Simeone \"Mihajlovic è un amico\"

Pubblicato il 2 marzo 2011 alle 21:24:42
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Diego Simeone e Sinisa Mihajlovic. Compagni di squadra nella Lazio campione d'Italia nella stagione 1999-2000 e avversari nel prossimo turno di campionato: "Chi era l'allenatore in campo tra me e lui? Almeyda - sorride il tecnico del Catania -. Ricordo la straordinaria precisione di Sinisa sulle punizioni. Calciava molto forte e all'inizio faticai a capirne la traiettoria, poi lui mi spiegò dove sistemarmi garantendomi che su cinque calci piazzati almeno tre sarebbero finiti nel punto indicato e da lì nacque un'intesa che ci regalò molte soddisfazioni".

Con la Fiorentina gli etnei cercano altri punti salvezza dopo quelli conquistati contro il Genoa: "Abbiamo bisogno di compiere un salto di qualità in trasferta - sottolinea il 'Cholo' -, non possiamo sempre attendere di giocare al Massimino per muovere la classifica. La Fiorentina è una squadra forte, dotata di grandi campioni soprattutto dal centrocampo in poi. I viola, a questo punto della stagione, sicuramente si aspettavano una graduatoria migliore, ma il campionato italiano non è facile per nessuno".

Mihajlovic sulla panchina del Catania c'è già stato: "Mihajlovic qui ha fatto molto bene - continua l'allenatore rossazzurro -. So che la gente ha un ottimo ricordo di quel periodo. Sinisa è stato un campione ed è un grande uomo, abbiamo un ottimo rapporto, ma ora devo concentrarmi sul Catania. Possiamo e dobbiamo crescere, la squadra sinora ha giocato bene a sprazzi, occorre maggiore continuità". Infine una battuta sulla coppia d'attacco Maxi Lopez-Bergessio: "E' presto per dire se li proporrò di nuovo titolari uno accanto all'altro - frena Simeone - di sicuro è una possibilità. L'intesa è buona, però sia Lopez che Bergessio hanno le caratteristiche per giocare da unica punta".