Serie D Girone H 2018-2019
Serie D Girone H 2018-2019
Tempo reale
Tempo reale

Taranto - Nola 1925: 3 - 0 | Tempo reale, pagelle

14 ottobre 2018 ore 15:00
Il Meteo ora sul campo

Arbitro: Tommaso Zamagni

Taranto

50° S. Manzo
66° C. Favetta
79° S. D'Agostino

Logo Taranto
3
-
0

Conclusa

Logo Nola 1925
50° S. Manzo
66° C. Favetta
79° S. D'Agostino

Conclusa

15'
30'
45'
60'
75'
90'
Cronaca a cura di: Gabriele Campa
Mostra dettagli:

Un Taranto arrembante che, a differenza delle scorse partite, diverte il proprio pubblico e conferma di essere meritatamente tra le prime in classifica. Primo tempo bloccato, con il Taranto che cerca il gol solo con tiri dalla distanza. Il Nola, invece, si presenta con un atteggiamento remissivo, cercando di contrastare le avanzate rossoblu senza mai sbilanciarsi troppo. Nonostante queste premesse i campani riescono addirittura ad arrivare al gol con Mocerino, giustamente annullato per posizione irregolare del difensore. Nel secondo tempo gli uomini di mister Panarelli riescono ad invertire la rotta ed escono dagli spogliatoi carichi e reattivi. Il vantaggio arriva dopo solo cinque minuti con un bel tiro di Manzo. Da qui in poi il Nola sparisce dal campo, non riuscendo più a contrastare il Taranto sulle ali dell'entusiasmo e trascinato dal proprio pubblico. Le reti di Favetta, ma soprattutto di D'Agostino, sono la conseguenza del bel gioco mostrato dagli ionici che sembra trovare partita per partita affiatamento e condizione fisica.

I risultati dagli altri campi sorridono alla squadra tarantina che ora si trova in seconda posizione ad una sola lunghezza da Picerno e Altamura che si contendono la testa della classifica. Il Nola subisce la seconda sconfitta consecutiva, subendo sette gol in due match e scivolando sempre più giù nella graduatoria. I bianconeri per ora non stanno avendo benefici dal nuovo acquisto Gennaro Troianiello, un "lusso" per la categoria.

Nella prossima giornata il Taranto dovrà affrontare una gara insidiosa in casa del Savoia che si trova solo a tre lunghezze di distanza, il Nola invece tornerà tra le mura amiche ospitando il Pomigliano in uno scontro diretto per la salvezza.

90'+4
Triplice fischio del sig. Zamagni. Marsili e compagni possono raccogliere la meritata ovazione del proprio pubblico.

90'+3
Palo colpito da Emiliano Massimo con un bolide di collo destro.

90'
Sostituzione Nola: esce Raffaele Stoia ed entra Salvatore Colonna.

89'
Favetta scatenato. Colpo di testa su un calcio di punizione, palla alta.

88'
Ci riprova Favetta, ancora con una conclusione in girata. Questa volta Gragnaniello si fa trovare pronto.

82'
Ancora applausi dagli spalti dello Iacovone. Esce Stefano D'Agostino ed entra Emiliano Massimo.

80'
Standing ovation per l'autore del primo gol Stefano Manzo che lascia il posto al tarantino Mauro Gori.

79'
Tris per il Taranto! Azione corale stupenda del Taranto: velo di Max Marsili che smarca Fabio Oggiano; il neo entrato crossa il pallone sui piedi di D'Agostino che da posizione angolata batte Gragnaniello che aveva provato invano l'uscita.

78'
Ammonito Stefano Manzo per aver allontanato il pallone a gioco fermo.

77'
Scatto fulminante di Oggiano che supera tutti ma non riesce ad impattare in maniera efficace la sfera.

76'
Terzo cambio per il Taranto: esce Dario Bova ed entra Claudio Miale.

75'
Colpo di testa di Lanzolla salvato in due tempi sulla linea da Gragnaniello.

74'
Ammonito Antonio Lippiello.

71'
Primo tiro per Fabio Oggiano, palla alta che non impensierisce Gragnaniello.

71'
Si concretizza la doppia sostituzione per il Taranto: esce Ivan Squerzanti ed entra Fabio Oggiano

70'
Primo cambio per il Taranto: esce Sebastiano Di Senso ed entra Cosimo Salatino.

68'
Secondo cambio per il Nola: esce Gennaro Troianiello ed entra Francesco Lenci.

66'
Raddoppio del Taranto! Girata favolosa di Ciro Favetta che va ad insaccarsi alla destra di Gragnaniello.

62'
Prima sostituzione per gli ospiti: esce Sabato Vaccaro ed entra Giuseppe Esposito Lauri.

60'
Destro indirizzato verso l'incrocio dei pali di Stefano D'Agostino. Gragnaniello esegue una parata fenomenale e manda la sfera di gioco in corner.

56'
Ripartenza del Nola con un lancio dalle retrovie che trova smarcato Gennaro Esposito. Il suo tiro, però, è completamente sbagliato.

50'
Il Taranto passa in vantaggio! Grande destro dal limite dell'area per Stefano Manzo che firma la sua prima rete stagionale.

47'
Il sig. Zamagni fischia l'inizio del secondo tempo.

Finisce il primo tempo allo stadio "Erasmo Iacovone".

43'
Annullato un gol al Nola per la posizione irregolare di Angelo Mocerino.

40'
Punizione pericolosa di Marsili dalla linea di fondo alla destra di Gragnaniello. Il portiere riesce a deviare con la punta delle dita in corner.

35'
Squerzanti supera la difesa bianconera con la sua velocità rientrando sul destro. Tiro sbilenco.

35'
Ancora D'Agostino pericoloso, ma la sua conclusione viene deviata e finisce tra le braccia del portiere.

33'
Botta di D'Agostino dalla trequarti, nessun problema per Gragnaniello.

24'
Gennaro Troianiello prova a scuotere il Nola ma la sua azione sulla destra non trova nessuno dei suoi compagni.

22'
Azione ubriacante di Sebastian Di Senso che supera con una finta un difensore bianconero e sfiora il palo con un sinistro insidioso.

21'
Punizione pericolosa da parte del Taranto con una conclusione di Marsili dai trenta metri che termina alla sinistra di Gragnaniello.

16'
Primi minuti utilizzati dalla due compagini per studiarsi, senza sferrare attacchi pericolosi.

11'
Sforbiciata di Squerzanti sugli sviluppi di un corner. Bella l'idea meno la realizzazione.

7'
Prima occasione sciupata per il Taranto con un sinistro dalla distanza di Di Senso che finisce alto.

1'
Inizio delle ostilità tra Taranto e Nola.

Il pareggio contro l'Audace Cerignola, il Taranto vuole riprendere la propria corsa verso la promozione. Allo "Iacovone" arriva il Nola che è reduce dalla pesante sconfitta in casa contro la capolista Picerno. Sulla carta la squadra di Luigi Panarelli è favorita, ma le insidie della sfida sono molte. L'arbitro del match è il signor Tommaso Zamagni.
Taranto
IN CAMPO (3-5-2)
P. Pellegrino
D. Bova 76°
N. Lanzolla
S. Manzo 50° 80° 78°
S. Pelliccia
S. D'Agostino 82° 79°
M. Marsili
I. Squerzanti 71°
G. Carullo
S. Di Senso 70°
C. Favetta 66°

IN PANCHINA
A. Cavalli
A. Ferrara
C. Miale 76°
A. Bonavolontà
A. Diakite
F. Oggiano 71°
C. Salatino 70°
M. Gori 80°
E. Massimo 82°
Allenatore
Luigi Panarelli
Nola 1925
IN CAMPO (4-3-3)
R. Gragnaniello
V. Varriale
A. Mocerino
F. Pepe
M. Colarusso
S. Vaccaro 62°
D. Madonna
A. Lippiello 74°
G. Esposito
R. Stoia 90°
G. Troianiello 68°

IN PANCHINA
B. Capasso
C. Paradisone
F. Lenci 68°
S. Anzalone
S. Colonna 90°
P. Scielzo
G. Esposito Lauri 62°
L. Tagliamonte
S. Del Prete
Allenatore
Stefano Liquidato

Logo Taranto

3-5-2

Arbitro: Tommaso Zamagni

Logo Nola 1925

4-3-3

Pellegrino
Gragnaniello
Bova
Varriale
Lanzolla
Mocerino
Manzo
Pepe
Pelliccia
Colarusso
D'Agostino
Vaccaro
Marsili
Madonna
Squerzanti
Lippiello
Carullo
Esposito
Di Senso
Stoia
Favetta
Troianiello

Il grafico rappresenta le formazioni iniziali delle squadre.

Pagelle a cura di: Gabriele Campa

Arbitro
Tommaso Zamagni 5.0
Decide di non fischiare un rigore al Taranto quantomeno dubbio nella prima frazione di gioco. Per il resto della partita le due squadre hanno agevolato il suo lavoro con un incontro senza grosse tensioni.

Taranto
Allenatore: Luigi Panarelli 6.0
Ritorna al modulo con cui ha più confidenza e decide di non cambiarlo nonostante le difficoltà della squadra nel primo tempo.
Paolo Pellegrino (POR): 6.0
Giornata di ordinaria amministrazione.
Dario Bova (DIF): 6.0
Non ha sofferto il confronto con Gennaro Esposito, c'è comunque da migliorare.
Nicola Lanzolla (DIF): 6.0
Offre una buona prova, senza farsi mettere in difficoltà da avversari modesti.
Stefano Manzo (CEN): 6.5
Il gol che sblocca il risultato nobilita una prestazione appena sufficiente.
Salvatore Pelliccia (DIF): 5.0
Rinuncia alla fase offensiva e soffre spesso e volentieri gli attacchi avversari sulla sua fascia.
Stefano D'Agostino (ATT): 6.5
Primo tempo impalpabile. Nel secondo sembra un altro giocatore ed il gol è la ciliegina sulla torta.
Massimiliano Marsili (CEN): 6.5
Come sempre domina il centrocampo.
Ivan Squerzanti (CEN): 6.5
Parte con un buon dinamismo, ma non riesce mai ad incidere.
Gioacchino Carullo (DIF): 6.0
Spinge in attacco, ma non è mai decisivo. Riesce, tuttavia a vincere il confronto con Troianiello.
Sebastiano Di Senso (ATT): 6.0
Migliore in campo nel primo tempo, si "spegne" con il passare del tempo.
Ciro Favetta (ATT): 7.0
Primo tempo di lotta e sofferenza, da solo contro la difesa avversaria schierata. Nel secondo tempo trova più spazi, la sua gara è coronata da un gran gol.
Claudio Miale (DIF): 5.5
Entra in campo quando l'attacco nolano è ormai evaporato.
Fabio Oggiano (ATT): 6.0
Conferisce grande mobilità alla squadra sfruttando gli spazi ormai abbondanti.
Cosimo Salatino (ATT): 5.0
Non riesce mai a penetrare sulla sua fascia di competenza.
Mauro Gori (CEN): 6.0
Entra prendendo il posto di Manzo e non lo fa rimpiangere.
Emiliano Massimo (CEN): s.v.
Solo il palo colpito sul finale ne denuncia la presenza in campo.
Nola 1925
Allenatore: Stefano Liquidato 5.0
Non riesce ad evitare la disfatta della propria squadra, senza provarci più di tanto.
Raffaele Gragnaniello (POR): 6.5
Pomeriggio impegnativo per lui dove, nonostante i tre gol subiti, dimostra di essere un portiere di grande esperienza. Si supera con una grande parata su D'Agostino.
Vincenzo Varriale (DIF): 5.0
Di Senso sulla sua fascia lo mette in seria difficoltà.
Angelo Mocerino (DIF): 6.0
Tiene bene la difesa e imposta il gioco dalle retrovie.
Felice Pepe (DIF): 5.0
Esce sconfitto dal confronto con Ciro Favetta.
Marco Colarusso (DIF): 6.0
L'unico che tenta di impostare il gioco nel suo centrocampo.
Sabato Vaccaro (CEN): 5.5
Tanta quantità, poca qualità.
Davide Madonna (CEN): 5.0
Non si nota quasi mai, svolge il compito di sola interdizione.
Antonio Lippiello (CEN): 5.5
Spinge tanto nel primo tempo, meno incisivo in fase difensiva.
Gennaro Esposito (ATT): 5.0
Mai pericoloso, gioca solo di sponda per i suoi compagni.
Raffaele Stoia (ATT): 5.5
Tiene bene la fascia sinistra mettendo in difficoltà Pelliccia.
Gennaro Troianiello (ATT): 5.0
Mai pungente, non offre lo sprint che tutti si attendevano da lui.
Francesco Lenci (DIF): 5.0
Fatica trovare spazio tra i difensore tarantini, mezz'ora di grinta ma non riesce ad impensierire la difesa di casa
Salvatore Colonna (CEN): s.v.
Entra solo nel finale
Giuseppe Esposito Lauri (CEN): 5.0
Mezz'ora di tempo per lui ma non riesce ad incidere o fare meglio degli altri

Un Taranto arrembante che, a differenza delle scorse partite, diverte il proprio pubblico e conferma di essere meritatamente tra le prime in classifica. Primo tempo bloccato, con il Taranto che cerca il gol solo con tiri dalla distanza. Il Nola, invece, si presenta con un atteggiamento remissivo, cercando di contrastare le avanzate rossoblu senza mai sbilanciarsi troppo. Nonostante queste premesse i campani riescono addirittura ad arrivare al gol con Mocerino, giustamente annullato per posizione irregolare del difensore. Nel secondo tempo gli uomini di mister Panarelli riescono ad invertire la rotta ed escono dagli spogliatoi carichi e reattivi. Il vantaggio arriva dopo solo cinque minuti con un bel tiro di Manzo. Da qui in poi il Nola sparisce dal campo, non riuscendo più a contrastare il Taranto sulle ali dell'entusiasmo e trascinato dal proprio pubblico. Le reti di Favetta, ma soprattutto di D'Agostino, sono la conseguenza del bel gioco mostrato dagli ionici che sembra trovare partita per partita affiatamento e condizione fisica.

I risultati dagli altri campi sorridono alla squadra tarantina che ora si trova in seconda posizione ad una sola lunghezza da Picerno e Altamura che si contendono la testa della classifica. Il Nola subisce la seconda sconfitta consecutiva, subendo sette gol in due match e scivolando sempre più giù nella graduatoria. I bianconeri per ora non stanno avendo benefici dal nuovo acquisto Gennaro Troianiello, un "lusso" per la categoria.

Nella prossima giornata il Taranto dovrà affrontare una gara insidiosa in casa del Savoia che si trova solo a tre lunghezze di distanza, il Nola invece tornerà tra le mura amiche ospitando il Pomigliano in uno scontro diretto per la salvezza.

-
Possesso palla
-
18
Tiri totali
4
6
Tiri specchio
2
3
Tiri respinti
1
1
Legni
-
5
Corner
2
12
Falli
14
3
Fuorigioco
2
1
Ammoniti
1
-
Espulsi
-

Taranto-Nola 1925 3-0

MARCATORI: 50' Manzo (T), 66' Favetta (T), 79' D'Agostino (T).
TARANTO (3-5-2): Pellegrino 6; Bova 6 (76' Miale 5,5) , Lanzolla 6, Manzo 6,5 (80' Gori 6) ; Pelliccia 5, D'Agostino 6,5 (82' Massimo sv) , Marsili 6,5, Squerzanti 6,5 (71' Oggiano 6) , Carullo 6; Di Senso 6 (70' Salatino 5) , Favetta 7.
A disposizione: Cavalli, Ferrara, Bonavolontà, Diakite.
Allenatore: Luigi Panarelli 6.
NOLA-1925 (4-3-3): Gragnaniello 6,5; Varriale 5, Mocerino 6, Pepe 5, Colarusso 6; Vaccaro 5,5 (62' Esposito Lauri 5) , Madonna 5, Lippiello 5,5; Esposito 5, Stoia 5,5 (90' Colonna sv) , Troianiello 5 (68' Lenci 5) .
A disposizione: Capasso, Paradisone, Anzalone , Scielzo, Tagliamonte, Del Prete.
Allenatore: Stefano Liquidato 5.
ARBITRO: Tommaso Zamagni 5
NOTE: nessuna
AMMONITI: 74' Lippiello (N); 78' Manzo (T).
ESPULSI: nessuno.
ANGOLI: 5-2.
RECUPERO: pt 0, st 4