Cagliari, l'avvocato di Cellino: "Ne uscirà pulito"

Pubblicato il 18 febbraio 2013 alle 11:06:08
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

La vittoria di Pescara ha dato un po' di tranquillità al Cagliari dal punto di vista sportivo; il presidente Cellino, però, resta in carcere e l'ambiente sardo rimane in fermento. E' l'avvocato del numero uno rossoblù, Mattia Grassani, a parlare a Radio Anch'io Lo Sport della situazione: "Per Cellino c'è un'ipotesi di peculato - spiega l'avvocato - ma se ne occupano i penalisti mentre io mi occupo soprattutto della parte sportiva: in ogni caso è prematuro parlarne. Bisogna di sicuro lasciar lavorare la magistratura, ma il presidente ne uscirà pulito".

Grassani fa poi una riflessione di più ampio respiro: "In Italia non si può percorrere una via alternativa rispetto alla proprietà pubblica degli stadi - le parole del legale -. La privatizzazione degli impianti nel nostro paese è osteggiata in ogni modo: Cellino ha realizzato un impianto in pochissimi mesi ma è stato ostacolato con la creazione di ogni sorta di problemi da parte degli organi competenti".

Chiusura su Is Arenas e sul rischio che il Cagliari non possa più disputare le gare interne nell'impianto di Quartu: "Tornare indietro e non giocarci sarebbe una sconfitta per il mondo dello sport. Io non mi spingo a dire che lo stadio non è stato realizzato in conformità con la legge - conclude Grassani - e sarebbe deprimente che un'opera di questo tipo diventasse oggetto di un'ordinanza di demolizione".