Addio a Cesare Maldini: l'indimenticabile Inter-Milan 0-6. Video

Pubblicato il 3 aprile 2016 alle 12:20:52
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Cesare Maldini è nella storia del calcio italiano e soprattutto del Milan. Le sue imprese da giocatore sono note a tutti: classico libero di personalità ed eleganza, primo capitano italiano a sollevare la Coppa dei Campioni e capitano del primo Milan di Nereo Rocco. Da allenatore, oltre al ruolo di commissario tecnico della Nazionale, viene ricordato dai tifosi rossoneri soprattutto per il clamoroso 6-0 inflitto all'Inter nel derby dell'11 maggio 2001.
 
Un ricordo indimenticabile per tutti i tifosi del Diavolo, un incubo per quelli della Beneamata: andarono a segno il 'carneade' Gianni Comandini con una doppietta, Andriy Shevchenko (2 anche per il fuoriclasse ucraino), Federico Giunti e Serginho. Cesare Maldini era arrivato in tandem con Mauro Tassotti per sostituire l'esonerato Alberto Zaccheroni, e avrebbe lasciato a fine stagione per fare posto a Fatih Terim, a sua volta rimpiazzato dopo pochi mesi da Carlo Ancelotti.
 
Non era certo un Milan trascendentale, ma Maldini riuscì a compattare un gruppo che aveva comunque a disposizione talento. 'Cesarone' lasciò la squadra con una qualificazione in Coppa Uefa e, soprattutto, con l'indelebile ricordo di un derby che a distanza di anni è ancora motivo di sfottò da parte dei tifosi rossoneri nei confronti dei cugini nerazzurri. Anche questa è l'eredità che Cesare Maldini, scomparso all'età di 84 anni, lascia al calcio italiano.