Volley, Champions: Perugia in finale, Civitanova cade al tie-break

Pubblicato il 29 aprile 2017 alle 23:04:26
Categoria: Notizie Volley
Autore: Redazione Datasport.it

Perugia vola alla finalissima di Champions League di volley sconfiggendo 3-2 (25-19, 22-25, 25-19, 21-25, 15-9) la Lube Civitanova in un tesissimo derby italiano all'interno del PalaLottomatica di Roma. La Sir Sicoma Colussi, squadra organizzatrice dell'evento, affronterà domenica lo Zenit Kazan campione in carica che ha regolato con un netto 3-0 (25-21 25-22 25-13) il Recycling Volleys Berlino nell'altra semifinale.  

Nel primo set Perugia, spinta dal pubblico, tiene agevolmente a bada la Lube che paga un inizio non esaltante di Juantorena. Nel secondo parziale cambia l'inerzia dell'incontro con Civitanova che si impone grazie a un muro finale di Kovar su Zaytsev. Lo 'Zar' si prende sulle spalle l'attacco della Sir Sicoma Colussi nel terzo set e il break iniziale di 10-3 in apertura è decisivo. Il quarto parziale è tesissimo e gli animi si accendono quando sul 19-17 viene giudicato fuori tra mille proteste di Civitanova un attacco di Kovar con Zaytsev che sembra toccare a muro. Nessuna ripercussione psicologica, però, per la Lube che ha una reazione furiosa e porta comunque la gara al tie-break. La squadra di Bernardi torna in campo piazzando subito un 6-4 che si allarga nel finale fino alla vittoria nel tripudio del PalaLottomatica. Per la Sir sono 20 i punti di Sokolov, 17 quelli di Podra Scanin e 15 quelli di Zaytsev. Alla Lube non bastano i 20 di Sokolov. Perugia conquista così la prima finale di Champions della sua storia e domani se la vedrà contro lo Zenit Kazan che punta a vincere il trofeo per la terza volta di fila (la quinta in totale). I russi si sono agevolmente sbarazzati in 3 set di Berlino nell'altra semifinale con un super Wilfredo Leon, autore di 21 punti.

Blue Finance Forbes